GT World Challenge Europe Endurance
09 mag
-
10 mag
Prossimo evento tra
73 giorni
GT World Challenge Europe Sprint
01 mag
-
03 mag
Prossimo evento tra
65 giorni
26 giu
-
28 giu
Prossimo evento tra
121 giorni
Formula 1
G
GP del Bahrain
19 mar
-
22 mar
MotoGP
G
GP del Qatar
05 mar
-
08 mar
WRC
12 feb
-
16 feb
Evento concluso
12 mar
-
15 mar
Prossimo evento tra
15 giorni
WSBK
28 feb
-
01 mar
Prossimo evento tra
2 giorni
G
Losail
13 mar
-
15 mar
Prossimo evento tra
16 giorni
Formula E
14 feb
-
15 feb
Evento concluso
G
Marrakesh ePrix
27 feb
-
29 feb
Prossimo evento tra
1 giorno
WEC
22 feb
-
23 feb
Evento concluso
18 mar
-
20 mar
Prossimo evento tra
21 giorni

La Brabham BT62 demolisce il record del tracciato di Bathurst!

condivisioni
commenti
La Brabham BT62 demolisce il record del tracciato di Bathurst!
Di:
2 feb 2019, 11:41

Luke Youlden ha fermato il cronometro sul tempo di 1'58''68 e si è detto amareggiato di aver commesso qualche sbavatura di troppo che gli avrebbe consentito di scendere di un altro secondo.

Dopo aver iniziato una serie di dimostrazioni in occasione del weekend della 12 Ore di Bathurst, l’equipe di David Brabham si è posta l’obiettivo di conquistare il record sul giro in occasione di una sessione avvenuta al mattino.

L’obiettivo da battere era quello di abbassare il riferimento di 1’59’’ ottenuto da Christopher Mies al volante di una Audi GT3 ottenuto lo scorso anno e Luke Youlden è riuscito nell’impresa fermando il cronometro sul tempo di 1’58’’68.

Nonostante la felicità per la conquista del record, Youlden non è rimasto particolarmente soddisfatto del suo giro affermando che avrebbe potuto tranquillamente scendere di un altro secondo se non avesse commesso qualche sbavatura.

“Vorrei ringraziare la Brabham per avermi dato questa opportunità. Probabilmente è una di quelle cose che capitano una volta nella vita” ha dichiarato a Motorsport.com.

“Non sarei un pilota vero e proprio se non fossi anche un po’ amareggiato. Abbiamo avuto qualche problema in quel giro, avrei potuto estrarre ancora del potenziale ed è un peccato non esserci riuscito”.

“Avrei potuto tranquillamente centrare il minuto e cinquantasette, forse anche un 56 alto. Avrei dovuto prendere qualche rischio di troppo su una vettura da due milioni di dollari. Ho spinto, ma mi sono lasciato anche un po’ di margine”.

Brabham ha dichiarato di aver vissuto una emozione speciale nel vedere la sua vettura conquistare il nuovo record.

“Sono estremamente orgoglioso della vettura e del team di sviluppo. Venire qui e vedere una Brabham su un tracciato, il suo luogo di appartenenza, essere in un iconico circuito australiano e vedere la vettura demolire un record simile è molto bello”.

“E’ un qualcosa che ti fa venire un nodo in gola. Torno con la mente all’epoca di mio padre ed a quello che è riuscito a conquistare. Adesso stiamo scrivendo un nuovo capitolo della storia della Brabham. Questo è solo l’inizio del viaggio”.

Prossimo Articolo
Bathurst, ecco l'eroe che ha salvato Pappas: "Commissari fermi davanti al fuoco e alla gente che urlava!"

Articolo precedente

Bathurst, ecco l'eroe che ha salvato Pappas: "Commissari fermi davanti al fuoco e alla gente che urlava!"

Prossimo Articolo

Matt Campbell regala alla Porsche un successo incredibile alla 12 Ore di Bathurst

Matt Campbell regala alla Porsche un successo incredibile alla 12 Ore di Bathurst
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Endurance
Evento 12 Ore di Bathurst
Autore Andrew van Leeuwen