Giorgio Roda con Kessel Racing alla Gulf 12 Hours di Abu Dhabi

Il giovane pilota comasco torna in pista con la Ferrari 488 GT3 del team elvetico in una delle classiche di fine stagione.

Finale di stagione inaspettato per Giorgio Roda che, dopo aver chiuso a metà ottobre sul circuito di Portimao, la stagione dell’European Le Mans Series, torna in pista negli Emirati Arabi per una delle “classiche” di fine stagione. La “Gulf 12 Hours” sul tracciato di Yas Marina, ad Abu Dhabi, sarà l’occasione per tornare al volante sulla Ferrari 488 GT3, sorella minore della vettura che ha accompagnato il pilota lariano durante tutto il 2017 e che l’ha visto trionfare nella 4 ore di Spa-Francorchamsps.

Una trentina gli equipaggi schierati al via della gara in programma sabato 16 dicembre, divisa in due “split” da 6 ore ciascuno. Quattro, invece, i piloti che si divideranno il volante sulla vettura del Cavallino Rampante del team elvetico Kessel Racing: oltre a Giorgio Roda, infatti, saranno al via il thailandese Piti Bhirombhakdi, il cinese Han Chen Chen e l’australiano Nicholas Foster.

La trasferta sul circuito che ha ospitato l’ultimo round del mondiale di Formula 1 inizierà con le prove libere di giovedì 14 dicembre in programma alle 14.50 ora locale e alle 18.30 con la sessione notturna. Venerdì altre due sessioni da 70’ di prove libere prima dei 3 turni di qualifica che decideranno lo schieramento della Gulf 12 Hours che scatterà sabato 16 dicembre alle 9.00 e terminerà la prima parte alle 15.00, per poi ripartire alle 17.45 e terminare alle 23.45.

"Non mi aspettavo di poter scendere ancora in pista nel 2017. La stagione mi ha lasciato un po’ di amaro in bocca e questa occasione si è presentata all’ultimo e non ho potuto dire di no. Da un lato c’è voglia di riscatto dopo un 2017 un po’ sfortunato, dall’altro la voglia di fare bene assieme ad un nuovo team, che però conosco da tempo e soprattutto con nuovi compagni di squadra" ha detto Giorgio Roda.

"Sarà la mia prima volta sul circuito di Yas Marina, uno degli impianti più belli per correre e con un tracciato che alterna tratti molto veloci a curve tecniche. Sarà bello potermi confrontare su un palcoscenico internazionale in una gara che è diventata, ormai, una classica di fine stagione e che sta crescendo anno dopo anno con team e piloti di assoluto rilievo".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Endurance
Piloti Giorgio Roda
Team Kessel Racing
Articolo di tipo Ultime notizie