Monza, 2° Ora: G-Drive al comando. Ferrari vola in LMGTE

condivisioni
commenti
Monza, 2° Ora: G-Drive al comando. Ferrari vola in LMGTE
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
13 mag 2018, 12:56

Dopo una grande partenza DragonSpeed, Rusinov e Pizzitola fanno la differenza. Eurointernational davanti con Kay van Berlo, mentre Spirit of Race fa gara a sé in LMGTE.

G-Drive Racing sembra avere tutta l'intenzione di rifarsi dopo una Qualifica piuttosto complicata. Dopo le prime 2 ore è in testa con la Oreca 07-Gibson numero 261, condotta magistralmente nei primi due stint di gara da Roman Rusinov e Andrea Pizzitola.

Il russo ha provato a impensierire sin dalla partenza Ben Hanley, autore della pole position dopo la penalità comminata a TDS Racing a causa di un'irregolarità tecnica sull'Oreca numero 33, ma il pilota britannico è stato perfetto e non ha lasciato spiragli.

L'Oreca della G-Drive ha però mostrato un grande ritmo e Roman Rusinov l'ha portata davanti dopo i primi pit stop e l'ha mantenuta sino a questo momento, in cui siamo giunti a metà gara. DragonSpeed ha effettuato sino a ora un pit stop più dei diretti avversari e per questo si trova in 13esima posizione, appena dietro alla Dallara del team Cetilar Villorba Corse (che ha giovato di un grande stint di Giorgio Sernagiotto, anche se in parte vanificato da un cambio pilota forse troppo lento).

Seconda posizione per Nelson Panciatici, al volante dell'Oreca-Gibson numero 29 del team Duqueine Engineering. Terzo invece Harrison Newey, figlio del direttore tecnico della Red Bull Racing di F1 Adrian, al volante di un'Oreca - la terza nelle prime tre posizioni - ma del team APR - Rebellion Racing.

Chiudono la Top 5 le Ligier JSP217-Gibson del team United Autosports, condotte rispettivamente da Phil Hanson e Will Owen. TDS Racing è ora settima. Al volante della vettura numero 33 è appena salito Loic Duval.

Eurointernational al top in LMP3

In LMP3 c'è al comando Kay van Berlo al volante della Ligier JS P3 motorizzata Nissan del team Eurointernational. Seconda posizione per John Falb, sempre su Ligier-Nissan, ma del team United Autosports. Françoise Heriau è terzo con la prima Norma M30 del team Ultimate.

Sfortunato avvio per il team italiano Oregon, costretto a un Drive Through per aver anticipato la partenza. Ora si trovano in settima piazza di categoria e 22esima assoluta.

Ferrari domina in LMGTE

Spirit of Race ha letteralmente dominato la prima metà della corsa per quanto riguarda la categoria LMGTE. Il team che schiera una Ferrari 488 GTE è in vetta alla classifica di categoria dopo un ottimo primo stint di gara di Miguel Molina, capace di passare dopo pochi metri la Porsche 911 RSR autrice della pole per poi aumentare il suo vantaggio giro dopo giro.

Lotta in casa Proton per la seconda posizione, con Giorgio e Gianluca Roda (Gimmi Bruni deve ancora entrare in azione) capaci di passare la vettura gemella condotta da Christian Ried, Marvin Dienst e Marc Lieb.

Da segnalare due ingressi della Safety Car. Il primo di questi è avvenuto per una brutta uscita di Alexandre Cougnaud alla Lesmo 2. Il pilota francese è finito frontalmente contro le barriere esterne della curva, danneggiando in maniera irreparabile la sua Oreca del team Graff. La vettura di sicurezza è poi rientrata al 20esimo passaggio a causa dell'incidente di una delle due Oreca del team G-Drive, quella di Enzo Guibbert, finita a muro all'ingresso della Ascari. Fortunatamente tutti i piloti coinvolti negli incidenti stanno bene.

Prossimo articolo ELMS

Su questo articolo

Serie ELMS
Evento Monza
Location Autodromo Nazionale Monza
Autore Giacomo Rauli
Tipo di articolo Gara