Formula 1
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
28 nov
-
01 dic
Evento concluso
MotoGP
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso
WRC
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
WSBK
11 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
26 ott
Evento concluso
Formula E
23 nov
-
23 nov
Evento concluso
G
Santiago ePrix
17 gen
-
18 gen
Prossimo evento tra
38 giorni
WEC
08 nov
-
10 nov
Evento concluso

Il G-Drive Racing festeggia la prima vittoria stagionale a Monza

condivisioni
commenti
Il G-Drive Racing festeggia la prima vittoria stagionale a Monza
Di:
12 mag 2019, 18:46

Norman Nato, Roman Rusinov e Job van Uitert hanno conquistato sul tracciato brianzolo la prima vittoria del 2019. In LMP3 rimonta fantastica per Jens Petersen e Mikkel Jensen. In GTLME successo per la Porsche di Christian Ried, Riccardo Pera e Matteo Cairoli.

I campioni in carica del G-Drive Racing sono tornati al successo in occasione della trasferta dell’ELMS sul tracciato di Monza ed a tagliare il traguardo in prima posizione è stato Norman Nato con un vantaggio di 2’’1 sulla Oreca dell’IDEC Sport di Paul Loup Chatin.

Al via Alexandre Coigny ha mantenuto per poco la prima posizione dato che Alexandre Cougnaud, dopo aver superato Rusinov, è riuscito a salire al comando del gruppo.

In LMP3 Colin Noble ha beffato l’autore della pole Lucas Legeret, mentre Mikkel Mac, scattato dal fondo, è riuscito a recuperare ben presto sui primi.

In LMGTE Ried è riuscito a mantenere la prima posizione di partenza al volante della Porsche del Dempsey Proton Racing precedendo la Ferrari di Duncan Cameron, ma quest’ultimo è stato ben presto sopravanzato dalla F488 di Fabien Lavergne e dalla Porsche di Egidio Perfetti.

La giornata di Cameron è poi peggiorata quando è stato colpito dalla Ferrari del JMW Motorsport alla prima curva e dalla F488 di Manuela Gostner riportando alcuni danni.

In testa alla gara, Coigny ha iniziato a perdere terreno al volante della Oreca e Rusinov e Allen sono riusciti a sopravanzarlo agevolmente e successivamente la stessa manovra è stata compiuta da Pierre Ragues e Bruno Senna.

Ried e Lavergne si sono trovati in lotta per la vetta ed al giro 11 la Ferrari è passata davanti alla Porsche ma Ried ha commesso una sbavatura su un cordolo ed ha indotto in errore la Oreca condotta da Fjordbach finito nella ghiaia.

Al giro 19 Allen è riuscito a superare la Oreca di Cougnaud per prendersi il primo posto, ma l’australiano, grazie ad una migliore trazione, è tornato daccapo davanti prima della prima chicane. L’Oreca del DragonSpeed ha inaugurato i pit stop con Hedman che ha preso il posto di Allen.

Al termine della prima serie di soste, in LMP3 si è trovata al vertice la Norma di David Droux mentre Mikkel Jensen è salito in seconda piazza davanti alla vettura di Colin Noble.

A 2 ore e 44 minuti dal termine, complice la sosta della Oreca #39, la Aurus del G-Drive è passata al comando con 27 secondi di vantaggio sulla Ligier di Cullen e sulla Oreca di Paul Loup Chatin e 15 minuti dopo è entrata in pista la safety car a seguito dell’uscita di pista di Yamanaka.

La neutralizzazione ha rimescolato le carte in LMGTE con Matteo Cairoli passato al comando con 22 secondi di vantaggio su un gruppo di inseguitori nutrito e capeggiato dalla Ferrari di Wei Lu.

In LMP3 problemi per la Norma del Nilsen Racing affidata a Tony Wells che, mentre era in seconda posizione, ha improvvisamente rallentato ed è stato poi costretto ad entrare ai box. Anche la Norma del team Oregon ha accusato seri problemi tecnici che hanno richiesto un lungo intervento.

Ad un’ora dalla fine è stata dichiarata la Full Course Yellow a causa della vettura di Guasch in ghiaia e la vettura del G-Drive ha così avuto il timing perfetto per effettuare la sosta con van Uitert che ha ceduto il volante a Nato.

Il francese è riuscito a stare davanti alla Ligier di Alex Brundle e Paul Loup Chatin, con questi ultimi che hanno dato vita ad un intenso duello per la seconda posizione vinto dall’inglese.

In LMP3 la lotta per i restanti gradini del podio ha visto protagonisti Tommy Erdos, Francois Herau e Nigel Moore dato che Jens Petersen ha goduto di un vantaggio di 30 secondi. Moore è riuscito a sopravanzare Erdos prima che quest’ultimo entrasse in contatto con la Ferrari #60 costringendo la direzione gara ad un’altra Full Course Yellow a 24 minuti dal termine.

Al restart le posizioni in LMP3 ed in LMGTE sono rimaste praticamente congelate, mentre in LMP2 Chatin ha cercato di ridurre il distacco da Nato senza riuscire. Il G-Drive ha così potuto festeggiare il primo successo del 2019.

Cla Pilota Auto Giri Tempo Gap Distacco Punti
1 Russian Federation Roman Rusinov
Netherlands Job Van Uitert
France Norman Nato
Aurus 01 135 4:01'40.662      
2 France Paul Lafargue
France Paul-Loup Chatin
Mexico Memo Rojas
Oreca 07 135 4:01'42.797 2.135 2.135  
3 Ireland Ryan Cullen
United Kingdom Alex Brundle
United States William Owen
Ligier JSP217 135 4:02'06.115 25.453 23.318  
4 United Kingdom Philip Hanson
Portugal Filipe Albuquerque
Ligier JSP217 135 4:02'52.058 1'11.396 45.943  
5 France Tristan Gommendy
France Alexandre Cougnaud
Switzerland Jonathan Hirschi
Oreca 07 135 4:02'54.096 1'13.434 2.038  
6 France Nico Jamin
France Pierre Ragues
United Kingdom Richard Bradley
Oreca 07 134 4:01'41.315 1 Lap 1 Lap  
7 France Timothé Buret
Russian Federation Konstantin Tereshchenko
Netherlands Leonard Hoogenboom
Ligier JSP217 134 4:02'34.975 1 Lap 53.660  
8 France Nicolas Lapierre
France Antonin Borga
France Alexandre Coigny
Oreca 07 134 4:02'40.990 1 Lap 6.015  
9 Austria Rene Binder
United Kingdom Will Stevens
France Julien Canal
Ligier JSP217 134 4:02'53.335 1 Lap 12.345  
10 Sweden Henrik Hedman
Netherlands Renger van der Zande
Australia James Allen
Oreca 07 134 4:02'54.455 1 Lap 1.120  
Scorrimento
Lista

#9 Realteam Racing Norma M 30 Nissan: Esteban Garcia, David Droux

#9 Realteam Racing Norma M 30 Nissan: Esteban Garcia, David Droux
1/18

Foto di: ELMS

#9 Realteam Racing Norma M 30 Nissan: Esteban Garcia, David Droux

#9 Realteam Racing Norma M 30 Nissan: Esteban Garcia, David Droux
2/18

Foto di: ELMS

#80 Ebimotors Porsche 911 RSR: Fabio Babini, Marco Frezza, Sébastien Fortuna

#80 Ebimotors Porsche 911 RSR: Fabio Babini, Marco Frezza, Sébastien Fortuna
3/18

Foto di: Paolo Belletti

#8 Nielsen Racing Ligier JS P3 Nissan: Nobuya Yamanaka, James Littlejohn

#8 Nielsen Racing Ligier JS P3 Nissan: Nobuya Yamanaka, James Littlejohn
4/18

Foto di: Paolo Belletti

#8 Nielsen Racing Ligier JS P3 Nissan: Nobuya Yamanaka, James Littlejohn

#8 Nielsen Racing Ligier JS P3 Nissan: Nobuya Yamanaka, James Littlejohn
5/18

Foto di: Paolo Belletti

#7 Nielsen Racing Ligier JS P3 Nissan: Anthony Wells, Colin Noble

#7 Nielsen Racing Ligier JS P3 Nissan: Anthony Wells, Colin Noble
6/18

Foto di: Paolo Belletti

#56 Project 1 Porsche 911 RSR: Egidio Perfetti, Giorgio Roda, Jörg Bergmeister

#56 Project 1 Porsche 911 RSR: Egidio Perfetti, Giorgio Roda, Jörg Bergmeister
7/18

Foto di: Paolo Belletti

#56 Project 1 Porsche 911 RSR: Egidio Perfetti, Giorgio Roda, Jörg Bergmeister

#56 Project 1 Porsche 911 RSR: Egidio Perfetti, Giorgio Roda, Jörg Bergmeister
8/18

Foto di: Paolo Belletti

#66 JMW Motorsport Ferrari F488 GTE: Jeffrey Segal, Matteo Cressoni, Wei Lu

#66 JMW Motorsport Ferrari F488 GTE: Jeffrey Segal, Matteo Cressoni, Wei Lu
9/18

Foto di: Paolo Belletti

#60 Kessel Racing Ferrari F488 GTE: Claudio Schiavoni, Sergio Pianezzola, Andrea Piccini

#60 Kessel Racing Ferrari F488 GTE: Claudio Schiavoni, Sergio Pianezzola, Andrea Piccini
10/18

Foto di: Paolo Belletti

#55 Spirit Of Race Ferrari F488 GTE: Duncan Cameron, Matthew Griffin, Aaron Scott

#55 Spirit Of Race Ferrari F488 GTE: Duncan Cameron, Matthew Griffin, Aaron Scott
11/18

Foto di: Paolo Belletti

#47 CETILAR R. Villorba Corse Dallara P217 Gibson: Roberto Lacorte, Giorgio Sernagiotto, Andrea Belicchi

#47 CETILAR R. Villorba Corse Dallara P217 Gibson: Roberto Lacorte, Giorgio Sernagiotto, Andrea Belicchi
12/18

Foto di: Paolo Belletti

#5 360 Racing Ligier JS P3 Nissan: John Corbett, Andreas Laskaratos, James Winslow

#5 360 Racing Ligier JS P3 Nissan: John Corbett, Andreas Laskaratos, James Winslow
13/18

Foto di: Paolo Belletti

#51 Luzich Racing Ferrari F488 GTE: Alessandro Pier Guidi, Nicklas Nielsen, Fabien Lavergne

#51 Luzich Racing Ferrari F488 GTE: Alessandro Pier Guidi, Nicklas Nielsen, Fabien Lavergne
14/18

Foto di: ELMS

#51 Luzich Racing Ferrari F488 GTE: Alessandro Pier Guidi, Nicklas Nielsen, Fabien Lavergne

#51 Luzich Racing Ferrari F488 GTE: Alessandro Pier Guidi, Nicklas Nielsen, Fabien Lavergne
15/18

Foto di: Paolo Belletti

#43 RLR MSport Oreca 07 Gibson: John Farano, Bruno Senna, Arjun Maini

#43 RLR MSport Oreca 07 Gibson: John Farano, Bruno Senna, Arjun Maini
16/18

Foto di: Paolo Belletti

#37 Cool Racing Oreca 07 Gibson: Nicolas Lapierre, Antonin Borga, Alexandre Coigny

#37 Cool Racing Oreca 07 Gibson: Nicolas Lapierre, Antonin Borga, Alexandre Coigny
17/18

Foto di: Paolo Belletti

#43 RLR MSport Oreca 07 Gibson: John Farano, Bruno Senna, Arjun Maini

#43 RLR MSport Oreca 07 Gibson: John Farano, Bruno Senna, Arjun Maini
18/18

Foto di: Paolo Belletti

Prossimo Articolo
4 Ore di Monza: pole al debutto per il Cool Racing grazie a Nicolas Lapierre

Articolo precedente

4 Ore di Monza: pole al debutto per il Cool Racing grazie a Nicolas Lapierre

Prossimo Articolo

Kessel Racing e il suo equipaggio femminile si uniscono a GUESS e Hublot per la 24 Ore di Le Mans

Kessel Racing e il suo equipaggio femminile si uniscono a GUESS e Hublot per la 24 Ore di Le Mans
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie ELMS
Evento Monza
Piloti Roman Rusinov , Norman Nato , Job Van Uitert
Team G-Drive Racing
Autore Redazione Motorsport.com