La serie Electric GT annuncia una roadmap tecnica quinquennale

condivisioni
commenti
La serie Electric GT annuncia una roadmap tecnica quinquennale
Di: Alex Kalinauckas
Co-autore: Chiara Rainis
12 lug 2018, 16:30

La Electric Production Car Series continuerà ad utilizzare il modello Tesla S P100DL, ma dalla stagione 4 dovrebbe aprire le porte a nuovi costruttori e consentire maggior libertà di sviluppo...

La quarta replica del campionato EPCS dovrebbe regalare più indipendenza alle scuderie, malgrado il mantenimento di alcune specifiche standard in stile GT/LMP.

A quanto pare, tutte le vetture del futuro nella Electric Production Car Series avranno a disposizione la medesima base, inclusi telaio, sospensioni, freni, equipaggiamento di sicurezza, batteria e sistema di gestione, mentre ogni Casa potrà sviluppare carrozzeria, trasmissione, motore e powertrain.

Il tutto seguendo il must di costruire almeno 500 unità con lo stesso potenziale per le auto di produzione. 

Leggi anche:

“Dopo aver fatto la storia con il lancio della serie, ora ci stiamo preparando a farla crescere”, ha affermato il direttore tecnico Electric GT Holdings, Agustín Payá.

“Il piano quinquennale è stato fissato dopo diverse discussioni con i produttori di veicoli e gli OEM per rispondere alla rapida espansione dell’elettrico. Il nostro campionato diventerà importante e spingerà in avanti la tecnologia con grande attenzione all’utilizzo di materiali sostenibili dentro e fuori le auto”.

La prima Testa è già stata consegnata alla SPV Racing, finora unico team confermato. Il via della stagione avverrà il prossimo dicembre a Jerez de la Frontera, in Spagna. La chiusura è stata invece fissata ad ottobre sul circuito di Vallelunga. 

 

 

Prossimo articolo EGT

Next article

Electric GT svela il calendario della prima stagione 2018-2019

Electric GT svela il calendario della prima stagione 2018-2019

Su questo articolo

Serie EGT
Piloti Agustín Payá
Team SPV Racing
Autore Alex Kalinauckas
Tipo di articolo Ultime notizie