Wickens senza rivali domina in Gara 1 a Zandvoort

condivisioni
commenti
Wickens senza rivali domina in Gara 1 a Zandvoort
Marco Di Marco
Di: Marco Di Marco
16 lug 2016, 17:15

Il canadese comanda dal primo all'ultimo giro infliggendo distacchi pesanti e trionfa nel primo appuntamento del weekend davanti a Wittmann e Vietoris. Mortara paga un drive through e conclude diciassettesimo.

Robert Wickens, Mercedes-AMG Team HWA, Mercedes-AMG C63 DTM
Robert Wickens, Mercedes-AMG Team HWA, Mercedes-AMG C63 DTM
Robert Wickens, Mercedes-AMG Team HWA, Mercedes-AMG C63 DTM
Christian Vietoris, Mercedes-AMG Team Mücke, Mercedes-AMG C63 DTM
Audi, Mercedes Benz, BMW safety car in spiaggia con Timo Scheider, Audi Sport Team Phoenix; Adrien T
Robert Wickens, HWA; Christian Vietoris, Mercedes-AMG DTM Team Mücke; Lucas Auer, Mercedes-AMG DTM T
Marco Wittmann, BMW Team RMG, BMW M4 DTM
Marco Wittmann, BMW Team RMG, BMW M4 DTM
Marco Wittmann, BMW Team RMG, BMW M4 DTM

Non ha avuto storia Gara 1 sul tracciato di Zandvoort. Robert Wickens è stato l'autentico dominatore del primo appuntamento del weekend olandese conquistando pole position e vittoria e dominando letteramente l'intera corsa.

Il pilota della Mercedes è scattato perfettamente dalla prima casella, allungando subito sui diretti inseguitori, ma un contatto in partenza tra Tambay e Gotz ha costretto la direzione gara a far intervenire la safety car per consentire ai commissari di rimuovere le vetture rimaste ferme sul tracciato.

Riprese le operazioni Wickens è tornato ad imporre il proprio ritmo seguito a debita distanza da Wittmann e Vietoris. Ancora una volta la fuga del canadese è stata temporaneamente bloccata dall'intervento della direzione gara che ha decretato la slow zone in Curva 9 a seguito dell'uscita di pista di Farfus.

Proprio la slow zone è stata determinante per il risultato finale conseguito da Edoardo Mortara. Il pilota del team ABT ha condotto la gara comodamente in sesta posizione, ma ha commesso un errore nel periodo di neutralizzazione che è stato punito dalla direzione gara con un drive through.

Mortara è stato così costretto al passaggio in pit lane  e questo ha compromesso la sua gara, conclusa al diciassettesimo posto finale.

Se le prime due posizioni non sono mai state messe in discussione, maggiori emozioni ha regalato sia la lotta per la terza piazza tra Vietoris e Paffett che quella per la conquista del quinto posto tra da Costa, Ekstrom e Juncadella.

Vietoris ha conquistato il terzo posto finale grazie ad un sorpasso senza DRS nel corso dell'ultimo giro dopo essere stato sopravanzato da Paffett, mentre da Costa è riuscito a resistere alla pressione costante di Ekstrom nei minuti finali.

Lo svedese è apparso decisamente più veloce del pilota BMW, ma non ha mai trovato il varco per riuscire a conquistare la settima posizione ed ha dovuto anche guardare negli specchietti per evitare che Juncadella approfittasse di un errore.

Di rilievo la gara di Esteban Ocon, giunto in nona posizione in scia proprio a Juncadella, mentre la top ten si è conclusa con Maxime Martin abile a resistere agli attacchi di Timo Scheider.

Dopo la gara odierna la classifica di campionato vede Marco Wittmann in testa con 93 punti seguito a dieci lunghezze di distanza da Wickens, mentre Edoardo Mortara scende al terzo posto, a pari merito con Jamie Green, con 73 punti.

Prossimo articolo DTM

Su questo articolo

Serie DTM
Evento Zandvoort
Location Zandvoort
Piloti Robert Wickens, Christian Vietoris, Marco Wittmann
Team Audi Sport Team ABT
Autore Marco Di Marco
Tipo di articolo Gara