La squadra di Jenson Button ritira la sua McLaren dal DTM

Il Jenson Team Rocket RJN ha fatto marcia indietro rispetto al programma che prevedeva il suo impegno nel DTM e andrà a concentrare i suoi impegni sul GT World Challenge Europe e sul British GT nel 2021.

La squadra di Jenson Button ritira la sua McLaren dal DTM

La squadra britannica, in parte di proprietà del campione del mondo di Formula 1 2009 Jenson Button, ha annunciato nel mese di dicembre di avere l'intenzione di schierare una McLaren 720S nel rinnovato DTM, approfittando del passaggio alle vetture GT3.

Questo avrebbe dovuto segnare la prima tappa dell'espansione della squadra, dopo che nel 2020 aveva corso principalmente nel British GT, nel quale aveva fatto un'apparizione anche lo stesso Button a Silverstone.

Tuttavia, il co-proprietario Chris Buncombe ha rivelato a Motorsport.com di aver deciso di ritirare l'iscrizione al DTM, pur mantenendo intatta la speranza di entrare nella serie nel 2022.

"E' solo un cambiamento dei piani per quest'anno", ha spiegato Buncombe. "Questo campionato ci piace, quindi speriamo di mettere insieme qualcosa per il prossimo anno".

"Sembra che il campionato stia trovando slancio e questo è interessante per noi. Non l'abbiamo cancellato del tutto, ma il nostro obiettivo rimane il GT World Challenge".

"Speriamo di poter entrare nel DTM in futuro, perché stiamo crescendo come squadra. Vorremmo essere sulla griglia di partenza nel 2022".

Motorsport.com ha appreso che la squadra non è riuscita a mettere insieme il budget per partecipare al DTM a causa della pandemia, con il costo per schierare una sola vettura che è stimato intorno al milione di euro. La squadra di Oxford, inoltre, stava progettando di realizzare una seconda base in Germania per la gestione del team DTM, un'impresa costosa nel clima attuale.

"Per una squadra britannica al momento è impegnativa anche la logistica", ha detto Buncombe. "Con il mix tra il COVID e la Brexit, ci piacerebbe avere una base europea. Correre in quel campionato dal Regno Unito non avrebbe avuto senso".

"Stavamo esaminando le opzioni per essere presenti sul continente, perché purtroppo inviare persone ed attrezzature avanti ed indietro dalla Manica purtroppo non è così semplice ora".

"Vorrei che fossimo ancora parte dell'Unione Europea. Perché qeusto è stato uno dei fattori che ci ha impedito di portare a termine quelli che erano i nostri piani fino a qualche mese fa".

Buncombe ha aggiunto che sarà più semplice per la squadra correre nel GT World Challenge, per una questione di costi operativi più bassi e di esperienza nella serie prima nota come Blancpain GT Series.

Dopo il ritiro del team, sembra che sulla griglia del DTM 2021 ci sarà una sola McLaren, grazie al programma che farà la JP Motorsport con l'ex pilota di Formula 1 Christian Klien. La 2 Seas Motorsport, che originariamente aveva annunciato che avrebbe schierato due McLaren, ha invece venduto le sue 720S GT3 ed ora è intenzionata a portare in pista due Mercedes-AMG GT3.

condivisioni
commenti
Luca Ghiotto e Sophia Floersch pronti al salto in DTM
Articolo precedente

Luca Ghiotto e Sophia Floersch pronti al salto in DTM

Prossimo Articolo

DTM, Test Hockenheim, Giorno 1: doppietta Mercedes con Gotz-Abril

DTM, Test Hockenheim, Giorno 1: doppietta Mercedes con Gotz-Abril
Carica commenti