La pioggia benedice il primo trionfo di Eriksson in Gara 2 a Misano, strepitoso 5° posto per Zanardi!

condivisioni
commenti
La pioggia benedice il primo trionfo di Eriksson in Gara 2 a Misano, strepitoso 5° posto per Zanardi!
Francesco Corghi
Di: Francesco Corghi
27 ago 2018, 07:20

Grazie alla strategia azzeccata, lo svedese approfitta dell'acquazzone di metà gara per fermarsi al momento opportuno e beffare Mortara. Rast terzo davanti a Frijns e al commovente Alex, a punti con la BMW modificata. Serata nera per Paffett, Di Resta leader.

La prima vittoria in carriera nel DTM arriva per Joel Eriksson in una Gara 2 avvincente e ricca di colpi di scena in quel di Misano, dove la pioggia ha continuato a rimescolare le carte.

Partito dodicesimo in griglia, il pilota del Team BMW RBM ha beneficiato di una strategia azzeccatissima che lo ha visto fermarsi esattamente quando un violentissimo scroscio di pioggia ha costretto la maggior parte dei suoi avversari ad effettuare un secondo pit-stop per montare gomme da bagnato.

Seppur fossimo solo al giro 9 e con 40' ancora sul cronometro, in 14 si erano già fermati optando per le slick, dato che ormai i 4,226km del tracciato romagnolo presentavano un fondo asciutto e non aveva senso proseguire con gli pneumatici intagliati.

Mentre tutti sono corsi ai ripari rimettendo le full wet, Eriksson ormai era già tornato in pista e davanti a sè si è trovato solamente Edoardo Mortara, René Rast, Robin Frijns e un super Alex Zanardi (ancora con le stesse coperture dalla partenza), con il resto del gruppo ad un giro di distanza. In quel momento è pure entrata la Safety Car per consentire il recupero della Mercedes di Lucas Auer, andato in testacoda alla curva 15 e rimasto nella ghiaia.

Di fatto, chi non si era ancora fermato ha tentato di allungare il più possibile la sosta, ma questo non ha impedito al ragazzo BMW di portare davanti la propria M4 DTM beneficiando del pit-stop del quartetto che lo precedeva, festeggiando così il primo successo nella serie.

Mortara ha tentato in tutti i modi di guadagnare terreno una volta montate le gomme nuove da bagnato sulla propria Mercedes-AMG C 63 DTM, ma si è dovuto arrendere e accontentare della piazza d'onore. Dietro al ragazzo del Team HWA completa il podio René Rast, che al volante dell'Audi RS 5 DTM del Team Rosberg fa sì che le prime tre posizioni vedano la presenza di tutti i marchi del campionato.

Mastica amaro Frijns, fermatosi ai box del Team ABT Sportsline ad un solo giro dalla fine e ai piedi del podio con la sua Audi RS 5 DTM dopo che aveva assaporato la Top3.

Applausi a scena aperta se li merita invece Zanardi per una rimonta strepitosa e per un passo gara notevolissimo, assolutamente competitivo con avversari dotati di maggior esperienza. L'emiliano ha condotto perfettamente la BMW M4 DTM modificata appositamente per lui dal Team RMR in Top5, approfittando anch'esso della furba strategia che lo ha visto fermarsi nel momento ideale. Un bellissimo e meritato risultato per il pluricampione paralimpico che conquista i primi punti al debutto nella serie e al termine di un weekend ricco di emozione e, soprattutto, miglioramenti.

Sorride anche Paul Di Resta, non tanto per il sesto posto finale ottenuto con la sua Mercedes-AMG C 63 DTM, quanto perché i punti presi gli valgono la vetta della classifica, visto che il suo compagno di squadra ed ex-leader Gary Paffett è incappato in una serata stortissima. Il britannico non prende alcun punto, sia perché costretto alla doppia sosta ai box, ma anche a causa della lotta fratricida con il compagno di squadra Daniel Juncadella che lo ha portato a subire un ruvido contatto alla curva 2. Paffett e lo spagnolo sono finiti in testacoda perdendo posizioni e ogni speranza di andare a prendere qualche punto, il che penalizza più di tutti l'inglese.

Solo settimo Loïc Duval, partito male dalla pole position con l'Audi RS 5 DTM del Team Phoenix (subito infilato da Mortara e Juncadella, che poi ha perso terreno quando è sopraggiunta la pioggia per via di un testacoda in prossimità della corsia box).

Il francese ha preceduto le Audi RS 5 DTM di Jamie Green (Team Rosberg), Mike Rockenfeller (Team Phoenix) e Nico Müller (Team ABT Sportsline), ultimi ad andare a punti.

Dietro a loro troviamo la BMW M4 DTM di Bruno Spengler (Team RMG), la Mercedes di Pascal Wehrlein, la BMW di Marco Wittmann (Team RMG), Paffett, i piloti del BMW Team RMR Timo Glock e Philipp Eng, e Juncadella.

Oltre ad Auer, si è ritirato anche Augusto Farfus (Team RMG), che ha perso il controllo della sua BMW finendo in testacoda contro il muretto sul rettilineo principale proprio quando stava combattendo per la nona piazza.

Cla   # Pilota Auto Giri Tempo Gap Distacco Pits Punti
1   47 Sweden Joel Eriksson BMW M4 DTM 31 57'19.154     1 25
2   48 Italy Edoardo Mortara Mercedes-AMG C63 DTM 31 57'20.971 1.817 1.817 1 18
3   33 Germany René Rast Audi RS5 DTM 31 57'25.647 6.493 4.676 1 15
4   4 Netherlands Robin Frijns Audi RS5 DTM 31 57'36.033 16.879 10.386 1 12
5   12 Alessandro Zanardi BMW M4 DTM 31 58'06.470 47.316 30.437 1 10
6   3 United Kingdom Paul di Resta Mercedes-AMG C63 DTM 31 58'18.956 59.802 12.486 2 8
7   28 France Loïc Duval Audi RS5 DTM 31 58'29.386 1'10.232 10.430 2 6
8   53 United Kingdom Jamie Green Audi RS5 DTM 31 58'31.316 1'12.162 1.930 2 4
9   99 Germany Mike Rockenfeller Audi RS5 DTM 31 58'40.968 1'21.814 9.652 2 2
10   51 Switzerland Nico Müller Audi RS5 DTM 31 58'44.800 1'25.646 3.832 2 1
11   7 Canada Bruno Spengler BMW M4 DTM 31 58'45.752 1'26.598 0.952 2  
12   94 Germany Pascal Wehrlein Mercedes-AMG C63 DTM 31 58'46.251 1'27.097 0.499 2  
13   11 Germany Marco Wittmann BMW M4 DTM 31 58'53.694 1'34.540 7.443 2  
14   2 United Kingdom Gary Paffett Mercedes-AMG C63 DTM 31 58'58.163 1'39.009 4.469 2  
15   16 Germany Timo Glock BMW M4 DTM 31 59'01.485 1'42.331 3.322 2  
16   25 Austria Philipp Eng BMW M4 DTM 31 59'01.754 1'42.600 0.269 2  
17   23 Spain Daniel Juncadella Mercedes-AMG C63 DTM 30 57'19.657 1 Lap 1 Lap 2  
  dnf 15 Brazil Augusto Farfus BMW M4 DTM 14 28'55.956 17 Laps 16 Laps    
  dnf 22 Austria Lucas Auer Mercedes-AMG C63 DTM 10 24'31.365 21 Laps 4 Laps
Prossimo articolo DTM
Loïc Duval conquista a sorpresa la pole position di Gara 2, la pioggia beffa Zanardi

Articolo precedente

Loïc Duval conquista a sorpresa la pole position di Gara 2, la pioggia beffa Zanardi

Prossimo Articolo

Aston Martin: il progetto hypercar non prenderà il posto dei programmi GT

Aston Martin: il progetto hypercar non prenderà il posto dei programmi GT
Carica commenti

Su questo articolo

Serie DTM
Evento Misano
Location Misano Adriatico
Piloti Alex Zanardi , René Rast , Edoardo Mortara , Joel Eriksson
Autore Francesco Corghi
Tipo di articolo Gara