Juncadella domina ma viene penalizzato, Rast ne approfitta e vince Gara 1 al Red Bull Ring

condivisioni
commenti
Juncadella domina ma viene penalizzato, Rast ne approfitta e vince Gara 1 al Red Bull Ring
Di: Marco Di Marco
22 set 2018, 12:57

Il pilota della Mercedes è imprendibile ma subisce una penalità e perde un successo meritato. Rockenfeller lascia passare Rast sul traguardo e cede la vittoria al campione in carica. Di Resta è quarto, Paffett fuori da punti.

Gary Paffett, Mercedes-AMG Team HWA, Mercedes-AMG C63 DTM
Sébastien Ogier, Mercedes-AMG Team HWA, Mercedes-AMG C63 DTM
Mike Rockenfeller, Audi Sport Team Phoenix, Audi RS 5 DTM
Augusto Farfus, BMW Team RMG, BMW M4 DTM
Bruno Spengler, BMW Team RBM, BMW M4 DTM
Jamie Green, Audi Sport Team Rosberg, Audi RS 5 DTM
Pascal Wehrlein, Mercedes-AMG Team HWA, Mercedes-AMG C63 DTM
Nico Müller, Audi Sport Team Abt Sportsline, Audi RS 5 DTM
Timo Glock, BMW Team RMG, BMW M4 DTM
Loic Duval, Audi Sport Team Phoenix, Audi RS 5 DTM
Gary Paffett, Mercedes-AMG Team HWA, Mercedes-AMG C63 DTM

La prima gara del weekend del Red Bull Ring, penultimo round stagionale del DTM, verrà certamente ricordata per le incredibili emozioni ed i colpi di scena regalati.

A tagliare il traguardo in prima posizione è stato Daniel Juncadella, ma lo spagnolo, nonostante un dominio netto, si è visto scippare un successo meritato a causa di un drive through per una infrazione in occasione dell'ultima ripartenza dopo l'ingresso ai box della safety car.

A conquistare la vittoria, in maniera inattesa, è stato così René Rast. Il campione in carica ha approfittato non solo della penalizzazione di Juncadella, ma anche del sacrificio di Mike Rockenfeller che sul rettilineo d'arrivo ha alzato il piede per consentire a Rast di conquistare punti preziosissimi in campionato.

La gara ha visto Juncadella autore di una buona partenza, ma Rockenfeller ha subito pressato lo spagnolo per cercare di prendere il comando.

Le operazioni, tuttavia, sono state subito neutralizzate a seguito del contatto che ha visto coinvolti Frijns, Eng e Duval. I detriti sparsi per il circuito hanno costretto la direzione gara a far intervenire la safety car per consentire ai commissari di pulire il tracciato.

Alla ripartenza Juncadella ha commesso una leggera sbavatura ed ha aperto la porta a Rockenfeller che non si è fatto pregare due volte per passare in prima posizione.

Lo spagnolo, però, non si è perso d'animo e poco dopo ha restituito il sorpasso al pilota Audi tornando così al comando.

La strategia di gara ha premiato Juncedella. Rockenfeller, infatti, ha effettuato la sosta al giro numero diciassette, mentre il pilota della Mercedes è rimasto in pista due giri in più per poi tornare in pista nuovamente in prima piazza.

Quando la gara sembrava ormai volgere verso un epilogo scontato è arrivato il colpo di scena. Timo Glock si è visto costretto ad accostare a bordo pista per un problema tecnico e la safety car è dovuta intervenire nuovamente per agevolare le manovre di recupero dei commissari.

Alla ripartenza Juncadella non ha rispetto quanto previsto dal regolamento e ad un giro dal termine è arrivata la comunicazione del drive through che lo ha privato di un successo meritato.

In Casa Audi, appena avuta conoscenza della sanzione, non hanno perso tempo ed hanno chiesto a Rockenfeller di alzare il piede sul traguardo per consentire a Rast, terzo sino a quel momento, di centrare il terzo successo consecutivo e mantenere accese le speranze di conferma per il titolo.

La Casa dei quattro anelli ha così potuto celebrare un risultato perfetto grazie anche al terzo posto centrato da un Nico Muller bravissimo ad emergere nei caotici giri conclusivi.

Quando il gruppo è stato ricompattato dalla safety car, infatti, Muller, Di Resta, Green, Auer, Wittmann, Eng, Mortara e Farfus si sono trovati in bagarre e non si sono risparmiati nelle sportellate e nei contatti per conquistare un posto sul podio.

Ad emergere è stato Nico Muller, mentre Paul Di Resta è riuscito a conquistare un quarto posto preziosissimo che gli consente di salire al comando in classifica piloti con soli sei punti di vantaggio su Gary Paffett.

Alle spalle dell'inglese hanno chiuso Green, Auer e Wittmann, con il tedesco della BMW autore di una gara spigolosa non priva di contatti duri pur di non cedere la posizione.

Eng, Mortara e Farfus hanno completato la top ten ed il pilota italiano merita una citazione particolare per la grande rimonta, condita da un'ottima strategia, effettuata partendo dal fondo della griglia.

Gara da dimenticare per Gary Paffett. L'inglese si è trovato attardato al via quando è finito nel caos dell'incidente innescato da Eng ed ha chiuso la prima corsa in undicesima posizione.

Gli zero punti conquistati lo hanno cosi fatto retrocedere al secondo posto in classifica alle spalle di Di Resta e domani dovrà effettuare una qualifica ed una corsa impeccabile per non perdere ulteriore terreno nella graduatoria.

Cla   # Pilota Auto Giri Tempo Gap Distacco Pits Punti
1   33 Germany René Rast  Audi RS5 DTM 37 56'53.591     1 25
2   99 Germany Mike Rockenfeller  Audi RS5 DTM 37 56'54.296 0.705 0.705 1 18
3   51 Switzerland Nico Müller  Audi RS5 DTM 37 56'54.478 0.887 0.182 1 15
4   3 United Kingdom Paul di Resta  Mercedes-AMG C63 DTM 37 56'54.744 1.153 0.266 1 12
5   53 United Kingdom Jamie Green  Audi RS5 DTM 37 56'55.035 1.444 0.291 1 10
6   22 Austria Lucas Auer  Mercedes-AMG C63 DTM 37 56'55.144 1.553 0.109 1 8
7   11 Germany Marco Wittmann  BMW M4 DTM 37 57'00.321 6.730 5.177 1 6
8   25 Austria Philipp Eng  BMW M4 DTM 37 57'00.343 6.752 0.022 1 4
9   48 Italy Edoardo Mortara  Mercedes-AMG C63 DTM 37 57'00.461 6.870 0.118 1 2
10   15 Brazil Augusto Farfus  BMW M4 DTM 37 57'00.898 7.307 0.437 1 1
11   2 United Kingdom Gary Paffett  Mercedes-AMG C63 DTM 37 57'01.189 7.598 0.291 1  
12   4 Netherlands Robin Frijns  Audi RS5 DTM 37 57'01.997 8.406 0.808 2  
13   17 France Sébastien Ogier  Mercedes-AMG C63 DTM 37 57'02.241 8.650 0.244 1  
14   94 Germany Pascal Wehrlein  Mercedes-AMG C63 DTM 37 57'02.906 9.315 0.665 1  
15   23 Spain Daniel Juncadella  Mercedes-AMG C63 DTM 37 57'20.829 27.238 17.923 1  
16   47 Sweden Joel Eriksson  BMW M4 DTM 37 57'21.212 27.621 0.383 2  
17   16 Germany Timo Glock  BMW M4 DTM 31 47'18.368 6 Laps 6 Laps 1  
18   7 Canada Bruno Spengler  BMW M4 DTM 30 46'21.114 7 Laps 1 Lap 2
Prossimo Articolo
Juncadella è impeccabile nel diluvio del Red Bull Ring e centra la pole per Gara 1

Articolo precedente

Juncadella è impeccabile nel diluvio del Red Bull Ring e centra la pole per Gara 1

Prossimo Articolo

Red Bull Ring, Libere 3: Muller ruggisce sull'umido, Paffett risponde presente

Red Bull Ring, Libere 3: Muller ruggisce sull'umido, Paffett risponde presente
Carica commenti

Su questo articolo

Serie DTM
Evento Spielberg
Piloti René Rast
Autore Marco Di Marco
Tipo di articolo Gara