Mattias Ekstrom mago della pioggia: vince Gara 2

Lo svedese domina dall'inizio alla fine e tiene alle proprie spalle Paffett. Ottimo terzo Edoardo Mortara

E' Mattias Ekstrom il vincitore di Gara 2 del DTM sul tracciato austriaco del Red Bull Ring. Lo svedese, autore anche della pole position, ha dominato la gara dall'inizio alla fine, senza concedere nulla ad uno scatenato Gary Paffett, giunto secondo. 

Buona la prova del nostro Edoardo Mortara, scattato dalla sesta posizione e arrivato sul terzo gradino del podio grazie ad un pit stop rapidissimo dei meccanici del team Abt.

La gara prendeva il via con 15 minuti di ritardo a casusa delle avverse condizioni meteo. I commissari decidevano di far partire le vetture dietro la Safety Car per evitare incidenti in partenza. Dopo 5 giri, la vettura di sicurezza tornava in pit lane ed Ekstrom poteva finalmente imporre il suo ritmo sugli inseguitori. Rockenfeller non riusciva a tenere il ritmo imposto dallo svedese e dopo pochi giri la Mercedes di Gary Paffett riusciva a sopravanzarlo grazie ad un soprasso magistrale all'esterno ed gettarsi alla caccia del battistrada.

Già dal giro numero 8 iniziavano i pit stop con Vietoris, Wittmann, Green e Farfus primi piloti ad effettuare il cambio gomme obbligatorio, imitati al giro successivo da Paul Di Resta. Nel gruppo di testa si assisteva ad una gara sottotono di Mike Rockenfeller, pressato da un concreto Edoardo Mortara, e ad un pressing costante di Gary Paffett su Mattias Ekstrom, capace di girare anche 7 decimi di secondo più veloce del pilota del team Abt.

La girandola dei pit stop obbligatori per i primi 4 si svolgeva tra il giro 18 ed il giro 20, con Rockenfeller primo del quartetto ad entrare ai box, imitato successivamente da Paffett, Eriksson e Mortara. Il pilota italiano riusciva a sfruttare la velocità dei meccanici del suo team ed a sopravanzare in un uscita dalla pit lane Mike Rockenfeller, portandosi al terzo posto.

Paffett iniziava una rimonta fatta di giri veloci nei confronti di Ekstrom, riuscendo a diminuire il gap dallo svedese sino a 2,1 secondi. Mattias, avvisato dai box, dal trentesimo giro iniziava a rispondere al pilota britannico, riuscendo a mettere un margine di sicurezza tra la propria vettura e quella di Paffet che lo consacrava vincitore di Gara 2.

Male la seconda manche per Pascal Werhlein. Il leader della classifica piloti è incappato in una giornata nerissima, condita da numerose uscite fuori pista che lo hanno inizialmente sbalzato in nona posizione. Il pilota della Mercedes iniziava una rimonta furibonda nei confronti dei rivali sino a raggiungere l'ottava posizione.

I giri finali vedevano Wehrlein impegnato in un corpo a corpo con Timo Scheider e Robert Wickens per la conquista della sesta piazza finale. Pascal si infilava all'interno sia di Scheider che di Wickens, ma, alla penultima staccata, il pilota del team Phoenix tamponava Wickens che a sua volta colpiva il posteriore della Mercedes di Wehrlein, con questi ultimi due piloti ritirati e Scheider sotto investigazione a fine gara.

Le ultime quattro posizioni della Top Ten vedevano un poker Mercedes con il settimo e l'ottavo posto conquistati dai due rookie Lucas Auer e Maximilian Gotz,

 

DTM - Red Bull Ring - Gara 2

DTM - Red Bull Ring - Classifica Piloti

DTM - Red Bull Ring - Classifica Team

DTM - Red Bull Ring - Classifica Costruttori

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati DTM
Evento Spielberg
Circuito Red Bull Ring
Piloti Mattias Ekström , Gary Paffett , Edoardo Mortara
Articolo di tipo Gara