Audi contro Mercedes per l'uso del team order

Polemiche accese da parte del responsabile Audi per la rimonta agevolata di Wehrlein

Ancora una volta i team radio nel DTM sono nell'occhio del ciclone. Dopo il famoso "push him out" pronunciato da Ullrich in occasione della gara di Spielberg, anche il round del Nurburgring ha visto scatenarsi le polemiche, queste volte rivolte dal responsabile DTM Audi, Dieter Gass, nei confronti dei team Mercedes.

Stando a quanto affermato da Gass, la rimonta di Pascal Werhlein sarebbe stata agevomente dai compagni di marca del pilota tedesco, troppo indulgenti nel lasciargli conquistare la quinta posizione finale e, conseguentemente, punti pesanti in vista dell'appuntamento finale del campionato.

Gass ha dichiarato a Motosport.com: "Sono realmente amareggiato dello spettacolo visto in gara. Tutti i costruttori hanno un accordo per gareggiare lealmente e migliorare lo spettacolo in pista. Non vogliamo vedere sorpassi artificiali e non vogliamo comportarci in modo scorretto. Due costruttori hanno rispettato questo accordo, un terzo no e questo mi rende amareggiato".

Pronta è arrivata la replica del team principal Mercedes Ulrich Fritz: "Certamente ci sono degli accordi tra i costruttori inerenti cosa può e cosa non può essere fatto in pista. Sinceramente non credo che sia stato fatto nulla che abbia violato questo accordo. Abbiamo sfruttato la strategia per far recuperare delle posizioni in classifica a Pascal. Credo che questo sia rilevante in ottica campionato".

Gass non ha accettato la replica di Fritz ed ha rinnovato le accuse: "La tabella dei tempi è sotto gli occhi di tutti. Non credo che Gotz e Juncadella abbiano spinto durante l'intera gara".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati DTM
Evento Nürburgring
Circuito Nürburgring
Piloti Pascal Wehrlein
Articolo di tipo Ultime notizie