DTM | Norisring: Preining la spunta nel massacro di Gara 1

Primo successo Porsche con ottima prova del ragazzo del KÜS Team Bernhard davanti ad Olsen e Rast, ma fin dal via incidenti, Safety Car e caos hanno regnato, con 11 su 27 che hanno visto il traguardo. Fuori Bortolotti e le Ferrari, disastri a non finire.

DTM | Norisring: Preining la spunta nel massacro di Gara 1
Carica lettore audio

Thomas Preining regala alla Porsche la prima storica vittoria nel DTM imponendosi in una Gara 1 ad eliminazione sul tracciato del Norisring.

Giornata assolata nella città di Norimberga che ha visto caos ed incidenti fin dalla partenza, con la maggior parte della corsa che si è protratta in regime di Safety Car o Full Course Yellow.

Al primo via, a centro gruppo qualcuno ha innescato già scaramucce anticipando lo scatto, ma alla prima curva una tamponata di Franck Perera alla Mercedes di Arjun Maini ha spedito in testacoda l'incolpevole pilota del Team HRT e chi seguiva si è trovato al tornantino della curva 1 con qualcuno davanti e impossibilitato ad evitarlo.

I primi ritirati per danni irreparabili sono stati Marco Wittmann e Sheldon Van Der Linde con le BMW M4 di Walkenhorst Motorsport e Schubert Motorsport, le Audi di Nico Muller e Dev Gore, e le Mercedes di David Schumacher, che si aggiungono a quella di Maini.

Ingresso della Safety Car e ripartenza lanciata al sesto giro, dove va fuori per un'altra toccata da dietro la Ferrari 488 griffata Red Bull di Felipe Fraga (AF Corse), ma la tranquillità dura solo 8 passaggi perché Alessio Deledda arriva lunghissimo in curva 1 centrando l'incolpevole Esteban Muth, che con l'altra BMW della Walkenhorst finisce addosso all'ignaro Perera causando il ritiro del francese della Lamborghini-GRT. Deledda invece prosegue nonostante i danni all'anteriore, poi alza bandiera bianca poco dopo.

Full Course Yellow e successiva Safety Car che portano tutti alla scelta di fermarsi per il cambio gomme obbligatorio, con nuovo via al giro 20. Anche qui, dura pochissimo la bandiera verde perché alla chicane del settore 2, nella lotta per le posizioni di mezzo, Ayhancan Güven finisce col tamponare la Mercedes di Maro Engel mandando a muro l'alfiere della GruppeM Racing.

Anche il turco della AF Corse deve fermarsi, Safety Car in pista e di nuovo raggrupamento con partenza 'Indy Style' al giro 28. Qui è Mirko Bortolotti a venire a contatto con la Mercedes di Lucas Auer: l'austriaco del Team Winward piomba contro il muro e si ritira, mentre il pilota della Lamborghini-GRT viene sanzionato con 15" di penalità, salvo poi ritirarsi per i troppi danni riportati nelle varie collisioni coi rivali.

Si aggiunge ai fuori causa il poleman Kelvin Van Der Linde, la cui Audi non può proseguire con così tante rotture dovute ai vari colpi subiti quando il sudafricano si era ritrovato in mezzo al gruppone agguerrito.

Ennesimo via che scatta al giro 33 quando mancano ormai meno di 10' sul cronometro e qui, nonostante qualche toccatina e scaramuccia tra i superstiti, finalmente non succede più nulla di grave da portare alla neutralizzazione della corsa.

Preining prende il largo e va a regalare alla Porsche del Team KÜS Bernhard la prima affermazione nella serie, sfruttando anche le bagarre che si accendono per le restanti posizioni sul podio.

A spuntarla per la piazza d'onore è la Porsche di Dennis Olsen (SSR Performance), che nel finale riesce a scavalcare dopo una lunga battaglia l'Audi di René Rast (Team ABT), alla quale aveva anche rifilato una sportellata danneggiandole il diffusore.

Quarto posto per Laurens Vanthoor con la seconda Porsche di SSR Performance, seguito dalla BMW di Philipp Eng (Schubert Motorsport) e dalle Mercedes di Maximilian Gotz (Winward Racing) e Luca Stolz (Team HRT), quest'ultimo autore di un sorpasso nelle ultime battute ai danni dell'Audi di Ricardo Feller (ABT Sportsline).

Completano la zona punti Mikael Grenier sulla Mercedes della GruppeM e Clemens Schmid con l'unica Lamborghini-GRT rimasta in gara, resta a secco Marius Zug al volante dell'Audi di Attempto Racing.

 

condivisioni
commenti
DTM | Perera al posto di Ineichen sulla Lamborghini al Norisring
Articolo precedente

DTM | Perera al posto di Ineichen sulla Lamborghini al Norisring

Prossimo Articolo

DTM | Norisring: trionfo Ferrari con un grande Fraga in Gara 2

DTM | Norisring: trionfo Ferrari con un grande Fraga in Gara 2