DTM, Hockenheim: K.Van Der Linde domina Gara 1 e prende Lawson

Il pilota Audi-ABT vince e impatta in classifica sul ragazzo della AF Corse-Red Bull, che perde il podio nel finale per mano di Rockenfeller. Grandissimo Albon secondo con l'altra Ferrari, giornata nera per Wittmann, Maini fa disastri al via.

DTM, Hockenheim: K.Van Der Linde domina Gara 1 e prende Lawson

Kelvin Van Der Linde torna al successo nel DTM grazie ad una prestazione maiuscola in Gara 1 ad Hockenheim.

Dopo aver messo la firma sulla Pole Position, il pilota del Team ABT Sportsline è stato perfetto fin dallo spegnimento dei semafori, tenendo il primato anche quando la Safety Car è dovuta intervenire costringendo il plotone alla ripartenza "Indy Style" al giro 5.

L'auto di sicurezza aveva fatto il suo ingresso al primo giro, quando lo sciagurato Arjun Maini ha tentato una staccata senza senso al tornantino dopo la "Parabolika", pioombando con la sua Mercedes-AMG contro quella del povero Lucas Auer (Team Winward), in quel momento secondo.

Non contento della topica - che ha inevitabilmente creato caos anche fra tutti coloro che arrivavano da dietro - l'indiano della GetSpeed Performance ha provato a spingere per ripartire, incurante del fatto che la sua auto era danneggiata irreparabilmente e che attorno a lui c'era il gruppone che sfilava, finendo col colpire anche la BMW M6 di Marco Wittmann (Walkenhorst Motorsport).

Fuori sia Maini che Auer, gli addetti alla pista hanno dovuto raccogliere detriti ovunque, dando poi il via libera quattro tornate dopo.

Qui K.Van Der Linde è stato freddissimo nel mantenere la leadership con la sua Audi R8 LMS, ma anche nel proseguire con la scelta di cambiare gomme al giro 7, facendosi successivamente largo fra coloro che invece non si erano ancora fermati pur di tenere un buon margine di sicurezza sugli inseguitori.

Fra questi, il secondo posto se lo porta a casa l'incontenibile Alex Albon con la Ferrari 488 griffata AlphaTauri. L'alfiere della AF Corse era scattato 9° in griglia, ma ha approfittato al meglio del traffico incontrato da chi lo precedeva per risalire la china, effettuando bei sorpassi di forza che lo piazzano meritatamente sul podio.

Questo viene completato in un finale mozzafiato dall'altra R8 della ABT Sportsline condotta da Mike Rockenfeller, bravissimo ad approfittare della sosta posticipata fino al giro 24 per risalire fino al terzo posto, soffiandolo a poche curve dalla fine alla 488 marchiata Red Bull di Liam Lawson, con il quale c'è pure stata una scaramuccia nel parco chiuso.

Il neozelandese della AF Corse ha cercato in tutti i modi di tenersi dietro "Rocky", dopo che era riuscito a sbarazzarsi della Mercedes di Maximilian Götz (HRT), ma alla fine deve accontentarsi della Top5 assieme a quest'ultimo.

L'agguerrito Esteban Muth porta la Lamborghini Huracán della T3 Motorsport sesta al traguardo, con dietro le Mercedes di Daniel Juncadella (GruppeM Racing), Philip Ellis (Team Winward) e Vincent Abril (HRT), oltre alla BMW di Timo Glock (Rowe Racing) che va a completare la zona punti.

Fuori da questa ci sono l'esordiente Marvin Dienst al volante della Mercedes della Mücke Motorsport, Sophia Flörsch con l'Audi del Team ABT Sportsline, Esmee Hawkey sulla seconda Lamborghini di T3 Motorsport e Hubert Haupt al debutto nella serie con la propria Mercedes.

La prima uscita di Lucas Di Grassi sulla quarta Audi del Team ABT Sportsline termina con un impalpabile 15° posto, precedendo quella di Dev Gore (Team Rosberg).

Tra i ritirati, oltre ad Auer e Maini, registriamo le BMW di Sheldon Van Der Linde (Rowe Racing) e Wittmann (troppi danni nei contatti a centro gruppo), e l'Audi di Nico Müller (Team Rosberg), che si era anche girato in un contatto con Glock al giro 10.

In classifica di campionato, Lawson va a quota 188 e viene raggiuto da K.Van Der Linde, con Götz terzo a 165 al pari di Wittmann. Albon è più staccato a 122.

Cla   # Pilota Auto Giri Tempo Gap Distacco Pit stop Punti
1   3 South Africa Kelvin van der Linde Audi R8 LMS Evo 35 1:01'14.359     2 25
2   23 Thailand Alexander Albon Ferrari 488 GT3 Evo 2020 35 1:01'20.245 5.886 5.886 3 18
3   9 Germany Mike Rockenfeller Audi R8 LMS Evo 35 1:01'29.960 15.601 9.715 2 15
4   30 New Zealand Liam Lawson Ferrari 488 GT3 Evo 2020 35 1:01'31.592 17.233 1.632 3 12
5   4 Germany Maximilian Götz Mercedes-AMG GT3 Evo 35 1:01'32.299 17.940 0.707 2 10
6   10 Belgium Esteban Muth BMW M6 GT3 35 1:01'33.138 18.779 0.839 2 8
7   8 Spain Daniel Juncadella Mercedes-AMG GT3 Evo 35 1:01'34.325 19.966 1.187 1 6
8   57 United Kingdom Philip Ellis Mercedes-AMG GT3 Evo 35 1:01'35.478 21.119 1.153 2 4
9   5 France Vincent Abril Mercedes-AMG GT3 Evo 35 1:01'43.176 28.817 7.698 2 2
10   16 Germany Timo Glock BMW M6 GT3 35 1:01'50.791 36.432 7.615 2 1
11   18 Germany Marvin Dienst Mercedes-AMG GT3 Evo 35 1:01'54.033 39.674 3.242 2  
12   99 Germany Sophia Floersch Audi R8 LMS Evo 35 1:01'55.021 40.662 0.988 2  
13   26 United Kingdom Esmee Hawkey Lamborghini Huracán GT3 Evo 35 1:01'58.992 44.633 3.971 1  
14   6 Germany Hubert Haupt Mercedes-AMG GT3 Evo 35 1:02'01.000 46.641 2.008 3  
15   37 Brazil Lucas Di Grassi Audi R8 LMS Evo 35 1:02'16.388 1'02.029 15.388 2  
16   12 United States Dev Gore Audi R8 LMS Evo 35 1:02'17.605 1'03.246 1.217 2  
  dnf 51 Switzerland Nico Müller Audi R8 LMS Evo 26 46'15.623 9 Laps 9 Laps    
  dnf 31 South Africa Sheldon Van Der Linde BMW M6 GT3 25 44'39.323 10 Laps 1 Lap 2  
  dnf 11 Germany Marco Wittmann BMW M6 GT3 23 41'21.457 12 Laps 2 Laps 3  
  dnf 22 Austria Lucas Auer Mercedes-AMG GT3 Evo 4 9'00.527 31 Laps 19 Laps 2  
  dnf 36 India Arjun Maini Mercedes-AMG GT3 Evo 0       1  
condivisioni
commenti
Di Grassi: "Se lascio la Formula E, DTM prima opzione"
Articolo precedente

Di Grassi: "Se lascio la Formula E, DTM prima opzione"

Prossimo Articolo

Rockenfeller lascerà l'Audi e il DTM a fine stagione

Rockenfeller lascerà l'Audi e il DTM a fine stagione
Carica commenti