DTM: dal 2016 DRS limitato e zavorre imposte dopo le Qualifiche

condivisioni
commenti
DTM: dal 2016 DRS limitato e zavorre imposte dopo le Qualifiche
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
08 apr 2016, 08:21

I vertici del DTM cambiano le regole sul DRS e sulle zavorre da applicare alle vetture. L'obiettivo e equiparare le prestazioni in gara e far svettare il pilota migliore. BMW potrà correre più leggera e con un'ala più larga.

Bruno Spengler, BMW Team MTEK, BMW M4 DTM
Audi Sport Team Rosberg, Audi RS5 DTM
António Félix da Costa, BMW Team Schnitzer, BMW M4 DTM
Miguel Molina, Audi Sport Team Abt Sportsline, Audi RS5 DTM
António Félix da Costa, BMW Team Schnitzer, BMW M4 DTM
Daniel Juncadella, HWA AG DTM Mercedes AMG C-Coupé
Esteban Ocon, ART Grand Prix Mercedes-AMG C-Coupé
Maximilian Götz, HWA AG DTM Mercedes AMG C-Coupé

Alla vigilia dell'avvio del campionato 2016 DTM, i vertici della serie tedesca hanno deciso di rivoluzionare parte del regolamento che riguarda zavorre e utilizzo del DRS.

Zavorre imposte dopo le Qualifiche

Sino al termine del 2015 le zavorre aggiuntive venivano applicate alle varie vetture in base ai risultati in gara, mentre, a partire da quest'anno, saranno tenuti in considerazione quelli delle Qualifiche.

"L'obiettivo di questa scelta è quello di mettere le auto su un analogo livello di prestazione per le gare. Questo dovrebbe far sì che il miglior pilota abbia molte possibilità di vincere. In questo modo, se un pilota dovesse essere in grado di vincere più gare, non sarà penalizzato per questo motivo", hanno scritto i promotori della serie in un comunicato diffuso poco fa.

Ulteriori limitazioni per l'utilizzo del DRS

Per quanto riguarda il DRS, invece, vi saranno ulteriori limitazioni per quanto riguarda il suo utilizzo. Il Drag Reduction System potrà essere attivato quando un pilota si trova a meno di un secondo di divario da quello che lo precede, ma potrà usarlo solo per un numero limitato di volte (ancora da annunciare), così da favorire solo i sorpassi e non solo il tempo sul giro.

BMW più leggera delle avversarie

Il terzo e ultimo cambiamento riguarda solo una vettura, la BMW M4 DTM. L'arma di Monaco di Baviera ha un deficit di prestazione rispetto alla concorrenza, che non potrà essere compensato dallo sviluppo tecnico a causa dell'omologazione preventiva della vettura. Dunque la BMW potrà essere sino a 7,5 chilogrammi più leggera delle avversarie e aumentare la larghezza dell'ala posteriore di 50 millimetri.

Prossimo articolo DTM
Il disastro di Hockenheim costa il posto ad Ungar

Articolo precedente

Il disastro di Hockenheim costa il posto ad Ungar

Prossimo Articolo

La BMW annuncia i piloti per la stagione 2017 del DTM

La BMW annuncia i piloti per la stagione 2017 del DTM
Carica commenti

Su questo articolo

Serie DTM
Autore Giacomo Rauli
Tipo di articolo Ultime notizie