Di Grassi: "Se lascio la Formula E, DTM prima opzione"

Lucas di Grassi ha ammesso che il DTM sarebbe la sua prima scelta se in futuro non trovasse il modo di proseguire la sua carriera in Formula E.

Di Grassi: "Se lascio la Formula E, DTM prima opzione"

Il brasiliano ha fatto parte della serie elettrica fin dall'inizio, giocando un ruolo importante nello sviluppo del prototipo originale che è stato utilizzato per la sua stagione inaugurale nel 2014.

Con 12 vittorie, 35 podi e il titolo 2016/17, Di Grassi è ovviamente uno dei piloti di maggior successo in Formula E - anche se non ha lottato per il campionato nelle ultime stagioni.

C'erano punti interrogativi sul futuro del sudamericano in questa categoria dopo la recente uscita di Audi, ma il 37enne è riuscito a trovare un accordo con il team cliente Mercedes - Venturi - per rimanervi anche nel 2022.

Per il 2023 resta tutto incerto, ma il team Abt è pronto a tornare in Formula E con le più potenti auto Gen3. E in vista della sua prima apparizione nel DTM ad Hockenheim questo fine settimana, Di Grassi ha detto che non è fattibile far combaciare i suoi impegni attuali con un intero altro campionato, anche se la categoria tedesca sarebbe l'opzione primaria in caso non dovesse andare avanti in Formula E.

Leggi anche:

"Ho corso in due campionati quando Audi era nel WEC, quindi 2014, '15, '16. Facevo Formula E e WEC con la LMP1 - ha detto il verdeoro - E penso che stiamo raggiungendo un punto in cui è improbabile correre almeno a tempo pieno in due campionati come DTM e Formula E".

"Devi in primo luogo concentrarti su uno, oltre al fatto che la quantità di lavoro è enorme in entrambi, come ad esempio abbiamo visto per Nico Muller. Stava facendo due campionati e ad un certo punto e doveva decidere quale priorità dare".

"La mia è ancora la Formula E per il prossimo anno almeno, o per gli anni a venire. Vediamo come va. Penso che il DTM sia un campionato fantastico. Non so cosa farò dopo due o tre anni.

"Mettiamola così, se non correrò in Formula E, il DTM sarebbe probabilmente la mia prima scelta, dato che il campionato è estremamente valido e di alto profilo".

210921_di_Grassi_DTM_Media

210921_di_Grassi_DTM_Media

Di Grassi farà il suo esordio nel DTM con una quarta Audi R8 LMS GT3 schierata dalla ABT Sportsline, estendendo un rapporto iniziato in Formula E prima della stagione inaugurale della serie nel 2014/15.

Nel 2013 aveva provato l'Audi RS 5 DTM, mentre con la GT3 è stato in azione nel GP di Macau del 2017, terminando però con un incidente.

I colloqui per competere nel DTM erano iniziati come per scherzo con il capo del team, Thomas Biermaier, per poi firmare un accordo per prendere parte agli ultimi due round della stagione, in una livrea uguale a quella della sua Formula E del 2016/17.

"Da quando sono entrato in Audi nel 2012, la prima volta che ho testato l'auto DTM è stato con Nico Muller insieme al Red Bull Ring e poi a Estoril. Quindi sono carichissimo di correre qui".

"Thomas Biermaier della Abt è venuto da me a Berlino. Naturalmente siamo tutti un po' dispiaciuti che Abt dopo sette anni lasci la Formula E, e anche Audi. È iniziato tutto per scherzo. Ha detto 'cosa ne pensi di correre in DTM?' e io ho detto 'se mi paghi abbastanza, correrò'. Poi però è divenuto tutto realtà".

"Abbiamo finito per arrivare ad una sorta di l'estensione del rapporto oltre la Formula E, che è stato molto buono fra noi; spero che sia solo l'inizio".

"Ho intenzione di divertirmi un po' nel DTM, sperando di non disturbare troppo i chi si gioca il campionato o chiunque intorno a me, sono lì solo per fare la mia prima esperienza".

condivisioni
commenti
Di Grassi debutta nel DTM su una Audi di Abt
Articolo precedente

Di Grassi debutta nel DTM su una Audi di Abt

Prossimo Articolo

DTM, Hockenheim: K.Van Der Linde domina Gara 1 e prende Lawson

DTM, Hockenheim: K.Van Der Linde domina Gara 1 e prende Lawson
Carica commenti