Formula 1
12 mar
-
15 mar
Prossimo evento tra
50 giorni
G
GP del Bahrain
19 mar
-
22 mar
Prossimo evento tra
57 giorni
MotoGP
G
GP del Qatar
05 mar
-
08 mar
Prossimo evento tra
43 giorni
G
GP della Thailandia
19 mar
-
22 mar
Prossimo evento tra
57 giorni
WRC
13 feb
-
16 feb
Prossimo evento tra
22 giorni
WSBK
G
Phillip Island
28 feb
-
01 mar
Prossimo evento tra
37 giorni
G
Losail
13 mar
-
15 mar
Prossimo evento tra
51 giorni
Formula E
17 gen
-
18 gen
Evento concluso
14 feb
-
15 feb
Prossimo evento tra
23 giorni
WEC
12 dic
-
14 dic
Evento concluso
22 feb
-
23 feb
Prossimo evento tra
31 giorni

Dakar: un bivacco devastato ricorda Paulo Goncalves

condivisioni
commenti
Dakar: un bivacco devastato ricorda Paulo Goncalves
Di:
12 gen 2020, 15:11

La morte del motociclista Paulo Goncalves nella settima tappa della Dakar 2020 ha lasciato sotto shock un bivacco che era da alcuni anni che non piangeva la morte di un concorrente.

Si riesce a sentire quasi solo il ruggito dei mezzi che stanno concludendo la settima tappa della Dakar 2020. Il sole scende e lascia il posto al freddo nel bivacco che ospiterà la carovana per i prossimi due giorni. I volti dei piloti riflettono una profonda tristezza, una grande preoccupazione, perché la vita gli ha improvvisamente ricordato il pericolo che corrono per quasi cinque ore ogni giorno in questa gara.

Nella sala mensa si sente a malapena qualche sussurro e gli sguardi sono tutti bassi. La morte di Paulo Goncalves ha sconvolto ognuno dei circa 3.000 abitanti di questa "città itinerante". L'incidente del portoghese della Hero, avvenuto al km 276 della speciale, in una zona contrassegnata con livello 2 su 3 di pericolo, a causa delle ondulazioni del terreno e dell'alta velocità, ha interrotto una striscia quinquennale senza morti nel rally raid più duro del mondo.

"Siamo estremamente tristi per la morte del nostro pilota Paulo Goncalves. I nostri pensieri e le nostre preghiere vanno ai suoi amici ed alla sua famiglia. Era un vero campione, un grande essere umano e, soprattutto aveva lo spirito della famiglia. Riposa in pace, Speedy". Sono queste le poche parole pubblicate sui social network dalla sua squadra.

In pochi vogliono parlare oggi, ma coloro che lo hanno fatto, hanno inviato le loro condoglianze alla famiglia ed agli amici del pilota portoghese, ricordando anche quanto sia pericolosa questa disciplina.

Leggi anche:

"La prima cosa è che questa è una giornata trister per la Dakar, che ci lascia un cattivo gusto...Avevamo capito che era successo qualcosa di grave quando siamo passati in quel posto... Mando un forte abbraccio a tutta la famiglia di Paulo" ha dichiarato Carlos Sainz, vincitore di tappa e leader della generale tra le auto.

Anche il direttore della Dakar, David Castera, ha avuto parole di affetto nei confronti del portoghese e ha annunciato che ci sarà un tributo in occasione del briefing di fine giornata, al quale ovviamente non si arriverà con l'atmosfera festosa dei giorni scorsi.

"Questi sono momenti molto difficili. Siamo qui per cercare l'opposto: sognare, divertirci e vedere persone felici. Ora invece dobbiamo vivere il peggio. Sappiamo che le moto sono pericolose. Ho fatto cinque Dakar in moto e so che quando parti alla mattina a volte hai un buco nello stomaco, perché sai che se qualcosa va storto non hai protezioni" ha detto il francese.

"Paulo era un professionista che conosceva i rischi. Fa parte di questo sport, che è pericoloso e lo sappiamo. Ovviamente quello di oggi non sarà un briefing come gli altri. Sarà soprattutto un omaggio a Paulo che faremo tutti insieme".

Marc Coma, che per diversi anni ha corso contro il portoghese, prima di diventare direttore sportivo dell'organizzazione e tornare come navigatore di Fernando Alonso, era visibilmente abbattutto quando è sceso dalla sua Hilux.

"Durante la speciale ho visto due elicotteri e tanti piloti fermi. Per esperienza, sapevo che era successo qualcosa di grave. Non ho detto niente a Fernando perché dovevamo rimanere concentrati, ma la sensazione che avevo non era affatto buona. Alla fine della speciale ho chiesto cosa fosse successo e me lo hanno detto" ha spiegato.

"E' triste. E' un prezzo troppo alto che alcuni di noi hanno pagato per la passione per questo sport. Voglio inviare tutto il mio incoraggiamento alla sua famiglia ed alla sua squadra. E' un momento complicato. Abbiamo corso da avversari per tanti anni, ma non c'è mai stato nessun gesto antisportivo, era sempre di compagnia. Era un gentiluomo ed uno sportivo".

Lo stesso Alonso ha detto di essere rimasto "congelato" quando ha appreso che la notizia della scomparsa di Goncalves era ufficiale.

"Rimani di ghiaccio. Abbiamo sentito alcune voci quando abbiamo raggiunto il traguardo, ma non avevamo una conferma. Sembra che uno dei commissari abbia detto qualcosa, ma Marc non è riuscito a trovare conferma. Ora che ce lo hanno confermato, mi sento davvero congelato. Sono le stesse persone che sono qui a correre con te, con la stessa passione. Quando succedono queste cose, non hai voglia di parlare di altro".

"In tutte le gare è sempre la stessa cosa, è molto difficile voltare pagina. Alla fine questo fa parte del nostro sport, della nostra carriera e della nostra passione. Ma la vita è al di sopra di tutto, quindi è difficile accettarlo e voltare pagina".

Ricky Brabec, attuale leader tra le moto, è stato uno dei pochi motociclisti che sono stati disposti a parlare all'arrivo. "Sappiamo tutti che con le moto è pericoloso, non si sa mai cosa può succedere. Purtroppo oggi abbiamo perso Paulo Goncalves e non c'è molto altro da dire. E' un giorno molto triste per il nostro sport e per il bivacco. Pregheremo per la sua famiglia, perché è l'unica cosa che possiamo fare".

"La mia posizione in questo momento non ha molta importanza. Penso che la perdita di qualcuno che era anche molto vicino a noi è ciò che conta davvero e voglio inviare la nostre condoglianze alla sua famiglia".

Scorrimento
Lista

#8 Hero Motosports Team Rally: Paulo Goncalves

#8 Hero Motosports Team Rally: Paulo Goncalves
1/9

Foto di: A.S.O.

#8 Hero Motosports Team Rally: Paulo Goncalves

#8 Hero Motosports Team Rally: Paulo Goncalves
2/9

Foto di: Motul

#8 Hero Motosports Team Rally: Paulo Goncalves

#8 Hero Motosports Team Rally: Paulo Goncalves
3/9

Foto di: Motul

#8 Hero Motosports Team Rally: Paulo Goncalves

#8 Hero Motosports Team Rally: Paulo Goncalves
4/9

Foto di: Motul

#8 Hero Motosports Team Rally: Paulo Goncalves

#8 Hero Motosports Team Rally: Paulo Goncalves
5/9

Foto di: A.S.O.

#8 Hero Motosports Team Rally: Paulo Goncalves

#8 Hero Motosports Team Rally: Paulo Goncalves
6/9

Foto di: A.S.O.

#8 Hero Motosports Team Rally: Paulo Goncalves

#8 Hero Motosports Team Rally: Paulo Goncalves
7/9

Foto di: A.S.O.

#8 Hero Motosports Team Rally: Paulo Goncalves, #7 Monster Energy Honda Team: Kevin Benavides

#8 Hero Motosports Team Rally: Paulo Goncalves, #7 Monster Energy Honda Team: Kevin Benavides
8/9

Foto di: A.S.O.

#8 Hero Motosports Team Rally: Paulo Goncalves

#8 Hero Motosports Team Rally: Paulo Goncalves
9/9

Foto di: Motul

Prossimo Articolo
Dakar, Alonso: "Deluso per la foratura ma contento per i progressi"

Articolo precedente

Dakar, Alonso: "Deluso per la foratura ma contento per i progressi"

Prossimo Articolo

Dakar: cancellata l'8° Tappa Moto e Quad in ricordo di Goncalves

Dakar: cancellata l'8° Tappa Moto e Quad in ricordo di Goncalves
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Dakar
Evento Dakar
Sotto-evento Tappa 7: Riyadh - Wadi Al Dawasir
Piloti Paulo Goncalves
Autore Sergio Lillo