Dakar 2018: Motul

Original by Motul: Olivier Pain è saldamente al comando

Il francese, terzo con la Yamaha nel 2014, è in 28esima posizione assoluta con la sua KTM e quindi comanda la classifica della vecchia Malle Moto con un margine di circa un'ora e mezza sull'inseguitore Lyndon Poskitt.

La Original by Motul la ex Malle Moto, ha il suo leader in questo momento in Olivier Pain. Il pilota francese, capace di chiudere terzo assoluto su Yamaha nel 2014, è tornato dopo un anno di stop alle gare ricominciando proprio da questa 40esima Dakar e ha deciso di tornare con un nuovo stimolo: correre da privato, con le sue sole forze.

La sua idea è stata premiata perchè prima di tutto il pilota iscritto su KTM voleva capire e dimostrare che un pilota Elite, cioè la prioritaria moto, era ancora in grado di affrontare e finire una Dakar senza aiuti esterni intesi come assistenza, e senza tutte quelle comodità che sono appunto riservate agli ufficiali: camper con aria condizionata, meccanici e team manager.

Al momento Olivier occupa la prima posizione assoluta della classifica riservata alla Original by Motul che verrà premiata a Cordoba, al termine della gara, sul podio di arrivo con un trofeo per i primi tre della categoria. Olivier è al momento 29esimo assoluto, primo appunto della sua categoria con un vantaggio cospicuo sul secondo classificato, il britannico Lyndon Poskitt, KTM, di quasi un'ora e mezza.

All'inizio della gara gli iscritti alla Original by Motul erano 28 – una cifra record che non si superava dai tempi dell'Africa – ma solo dodici oggi sono ancora in gara e compaiono nella classifica specifica, dieci moto e due quad.

L'olandese Hans Jos Liefhebber, su KTM, terzo in questo momento è alla sua settima Dakar e ne manca dal 2016, quando finì in 75. posizione. E' tornato perchè la sabbia è il suo terreno preferito e quando ha visto il percorso 2018, con la partenza dal Perù non ha avuto esitazioni.

Jurgen Van Den Goorbergh, KTM, attualmente quarto è una vecchia conoscenza della malle moto e della Dakar, dato che questa è la sua decima partecipazione. Ha corso in moto, in auto, senza copilota, in camion e da tre anni gareggia nella categoria Malle moto: E' tornato a correre quest'anno, sempre nella stessa categoria, dopo il ritiro dello scorso anno, avvenuto nella quarta tappa, che non gli è davvero andato giù.

E' una KTM 450 Replica anche quella dell'argentino Juan Augustin Rojo, 53esimo assoluto e quinto della categoria "privatoni": è il più giovane pilota moto della Dakar con i suoi vent'anni e lo scorso anno, alla sua prima partecipazione fu costretto a ritirarsi nella ottava tappa.

Il polacco Maciej Berdysz, KTM, quarta Dakar per lui, occupa la sesta piazza nonché 60esima assoluta. Patrice Carillon è settimo davanti a Simon Marcic, sloveno, entrambi ancora su KTM, come gli ultimi due della classifica moto che sono il ceco Jan Vesely e il francese Nicolas Billaud.

Gli altri piloti iscritti corrono nella categoria quad che è venuta via via assottigliandosi dal momento della partenza: dei 49 quad partiti ne restano ad oggi 32, e fra questi anche quelli iscritti appunto alla Original.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Dakar
Evento Dakar
Sub-evento Stage 13: San Juan - Córdoba
Articolo di tipo Ultime notizie
Topic Dakar 2018: Motul