Esordio alla Dakar 2021 per l'R-XTeam con un Man

Per la scuderia bresciana l'anno nuovo inizierà con la partecipazione alla gara motoristica più dura al mondo grazie al suo portacolori Mauro Grezzini, che sarà in gara dal 2 al 15 gennaio in veste di navigatore con un MAN prototipo nella categoria Camion.

Esordio alla Dakar 2021 per l'R-XTeam con un Man

Per l'R-XTeam inizia l'Avventura, quella indiscutibilmente con la A maiuscola senza dubbi o incertezze, perchè quando si parla di Dakar tutti, indistintamente, iniziano a sognare spazi sconfinati, territori impervi e...gas a tavoletta!

Non importa che negli anni le nazioni di riferimento siano cambiate, basta il nome ed automaticamente inizia la magia.

In quella che è rimasta una delle ultime competizioni motoristiche che possono realmente fregiarsi del titolo di avventurose, dal 2 al 15 gennaio 2021 ne farà parte anche l'R-XTeam quando da Jeddah, in Arabia Saudita dal palco partenza scenderà il MAN TGA Prototipo con il numero 527 dell'Orobica Raid con a bordo il navigatore Mauro Grezzini fiero portacolori della scuderia bresciana capitanata da Roberto Carminati.

Per Grezzini sarà un esordio assoluto alla Dakar, dopo vent'anni di esperienza trascorsi nei rally sia in veste di pilota che di navigatore. Proprio in quest'ultimo ruolo il salodiano sarà il terzo uomo nell'equipaggio composto dal pilota veterano Loris Calubini alla sua decima Dakar e dall'esperto tecnico Paolo Calabria.

Toccherà proprio a Grezzini indicare la rotta lungo i 7646 chilometri di gara di cui ben 4767 di prove speciali suddivisi in dodici tappe.

“Sarà una bella sfida! - spiega il pilota-navigatore di Salò – era da alcuni anni che Loris (Calubini) mi chiedeva di prendere parte alla Dakar con lui, siamo amici da molto tempo e finalmente quest'anno la cosa ha potuto concretizzarsi. Non vedo l'ora di partire anche se sinceramente non so cosa aspettarmi. Ho chiesto a molte persone che hanno esperienza della gara e tutte mi hanno più o meno risposto di tenere duro i primi due giorni, capire come vanno le cose e poi tutto verrà naturale. Da parte mia ci metterò tutto il mio impegno e la mia passione per poter aiutare al meglio il nostro equipaggio”.

Un pensiero naturalmente va anche al suo primo amore, i rally: “Sono cosciente che anche se parliamo sempre di note, tabelle, controlli orari e cose simili le due discipline sono agli antipodi – spiega Grezzini – nei rally è tutto un pronti, via e fai tutto in un fiato, in gare come la Dakar invece la cosa è diluita in una giornata con 10,12, anche 15 ore di prova tra speciale e trasferimento. Il difficile sarà mantenere il ritmo e la lucidità in tutto questo arco di tempo ed in questo caso la lunga esperienza nelle corse sicuramente mi tornerà utile".

Il mezzo con cui debutterà alla Dakar il portacolori dell'R-Xteam sarà un camion MAN TGA iscritto dall'Orobica Team nella categoria prototipi, per rendere l'idea del potenziale di questo incredibile veicolo, di serie, come da regolamento, è rimasta solo la cabina. Il motore 6 cilindri di 12.800 cc turbo elaborato, ora è in grado di erogare circa 800 cavalli scaricati a terra (ed in questo caso sopratutto sulla sabbia) attraverso un cambio manuale ZF a 16 marce.

L'equipaggio si ritroverà a combattere direttamente contro mostri sacri della specialità come i temibilissimi Kamaz ufficiali, gli Iveco, i DAF, i Renault o i giapponesi Hino, nessuno è voluto mancare a questa incredibile kermesse motoristica che da oltre quarant'anni rappresenta l'Avventura per antonomasia.

“Siamo molto orgogliosi che il nome dell'R-Xteam arrivi ad un evento come la Dakar – commenta il presidente della scuderia bresciana Roberto Carminati – e naturalmente siamo felici che Mauro abbia questa grandissima opportunità, è un sogno di molti, che travalica la sola passione motoristica, adesso non possiamo che seguire la sua avventura supportandolo durante tutti i giorni di gara, in attesa poi di sentire i suoi racconti al rientro in Italia”.

La gara partirà da Jeddah (SAU) il 2 gennaio e terminerà il 15 gennaio sempre nella località sulle rive del Mar Rosso dopo che i concorrenti avranno affrontato 12 prove speciali oltre al prologo ed il giorno di riposo di sabato 9 gennaio per un totale di 7.646 chilometri di cui ben 4.767 di tratti cronometrati. Sarà possibile seguire la Dakar 2021 su Eurosport, RedBullTV, Motor Trend On Demand oltre ai più importanti organi di stampa nazionale ed internazionale.

Mauro Grezzini, MAN TGA Prototipo, R-XTeam
Mauro Grezzini, MAN TGA Prototipo, R-XTeam
1/2

Foto di: R-XTeam

MAN TGA Prototipo, R-XTeam
MAN TGA Prototipo, R-XTeam
2/2

Foto di: R-XTeam

condivisioni
commenti
Loeb: "Lo spirito combattivo di Sainz è incredibile"
Articolo precedente

Loeb: "Lo spirito combattivo di Sainz è incredibile"

Prossimo Articolo

Dakar 2021: sono 17 le donne al via di Jeddah

Dakar 2021: sono 17 le donne al via di Jeddah
Carica commenti
Dakar: Audi, la RS Q e-tron cerca nuove vie di sviluppo elettrico Prime

Dakar: Audi, la RS Q e-tron cerca nuove vie di sviluppo elettrico

Audi ha svelato la RS Q e-tron, arma elettrica con cui andrà alla caccia della vittoria alla Dakar. La Caa dei 4 anelli punta davvero sulla propulsione elettrica, tanto da puntare forte su strumenti che altre categorie hanno reso standard e plafonate.

Dakar
25 lug 2021
Paradosso Formula E: chi vuole sviluppare l'elettrico se ne va Prime

Paradosso Formula E: chi vuole sviluppare l'elettrico se ne va

L'addio di Audi per abbracciare una categoria che permetta di sviluppare l'auto e la tecnologia elettrica da zero è un campanello d'allarme preoccupante. E ora anche la Extreme E propone innovazioni che vanno oltre quelle in uso dalla Formula E.

Dakar
9 apr 2021
Motorsport senza età: dieci Over 50 ancora vincenti e Campioni Prime

Motorsport senza età: dieci Over 50 ancora vincenti e Campioni

Il bello del motorsport è che spesso si rivela senza età! Fra i tanti veterani del panorama internazionale, ne abbiamo scelti dieci Over50 che ancora riescono a vincere gare e titoli. Ecco i loro nomi e profili in ordine anagrafico.

WTCR
24 mar 2021
Elena, molto più di un copilota. Ecco cosa perde Loeb Prime

Elena, molto più di un copilota. Ecco cosa perde Loeb

Loeb, convinto da Prodrive, ha annunciato che non correrà più alla Dakar con lo storico navigatore Elena perché considerato il problema dopo la deludente edizione 2021. Analizziamo cosa perderà certamente il "Cannibale" senza avere accanto Elena dopo 23 anni di sodalizio.

WRC
17 mar 2021
Dakar: KTM sconfitta, ma non con le ossa rotte (tranne Price) Prime

Dakar: KTM sconfitta, ma non con le ossa rotte (tranne Price)

La Casa di Mattighofen ha incassato la seconda sconfitta consecutiva, ma nonostante il ko del suo uomo di punta Toby Price ed una Honda capace di vincere 10 speciali su 13, è rimasta in lizza per il successo finale fino all'ultima tappa con Sam Sunderland.

Dakar
20 gen 2021
Dakar: Husqvarna e Yamaha, che delusioni! Prime

Dakar: Husqvarna e Yamaha, che delusioni!

Questi sono gli altri due marchi che si presentavano al via della Dakar 2021 con ambizioni importanti, ma solamente Pablo Quintanilla ha visto il traguardo, con un settimo posto molto distante dal secondo dello scorso anno. Scopriamo insieme cosa è successo.

Dakar
19 gen 2021
Dakar Camion: scopriamo qual è il vero segreto Kamaz Prime

Dakar Camion: scopriamo qual è il vero segreto Kamaz

Andiamo a scoprire come mai la Kamaz ha collezionato la 18esima vittoria alla Dakar, festeggiando anche una storica tripletta che non si ripeteva dal 2015. Non c'è solo una superiorità tecnica dei camion 43509, ma c'è un'intera città, Naberezhnye Chelny, nata e cresciuta intorno alla fabbrica, che vive per imporsi nel Rally Raid più famoso. C'è una scuola karting che forma i futuri piloti e li alleva con mezzi OTK forniti da Alonso. E, inoltre...

Dakar
17 gen 2021
Dakar 2021: il premio Fair play al team Orobicaraid Prime

Dakar 2021: il premio Fair play al team Orobicaraid

Hanno aiutato gli avversari diretti che si erano capotati su una duna e hanno perso molto tempo: Giulio Verzelletti, poi, ha dovuto chiedere l'intervento dell'elisoccorso a causa di una violenta colica renale, ma l'Unimog con Giuseppe Fortuna a Marino Mutti è arrivato al traguardo, dove il direttore di corsa, Castera, gli ha consegnato il premio Fair Play per aver interpretato al meglio lo spirito della corsa. E non sono stati nemmeno usclusi dalla classifica.

Dakar
16 gen 2021