Dakar 2018: Moto
Topic

Dakar 2018: Moto

Dakar, Walkner orgoglio KTM: "Trionfo tutto austriaco, è grandioso"

condivisioni
commenti
Dakar, Walkner orgoglio KTM:
Di: Elisabetta Caracciolo
20 gen 2018, 19:29

L'austriaco ha centrato un successo fra le moto che la Casa del suo paese attendeva da 24 anni. Ecco cosa ha detto ai microfoni di Motorsport.com arrivato al traguardo di Cordoba.

Bike winner Matthias Walkner, Red Bull KTM Factory Team
Bike winner Matthias Walkner, Red Bull KTM Factory Team
Il vincitore tra le moto Matthias Walkner, Red Bull KTM Factory Team
Il vincitore tra le moto Matthias Walkner, Red Bull KTM Factory Team
Il vincitore tra le moto Matthias Walkner, Red Bull KTM Factory Team
Il vincitore tra le moto Matthias Walkner, Red Bull KTM Factory Team
Il vincitore tra le moto Matthias Walkner, Red Bull KTM Factory Team
Il vincitore tra le moto Matthias Walkner, Red Bull KTM Factory Team
#2 Red Bull KTM Factory Racing KTM: Matthias Walkner
#2 Red Bull KTM Factory Racing KTM: Matthias Walkner

Sorride quasi timidamente Matthias Walkner, e resta con i piedi per terra anche mentre tutti lo applaudono, lo chiamano, si complimentano.

Accetta di farsi i selfie con le persone accanto a lui, con il pubblico, e saluta gli altri piloti. Ha voglia di chiacchierare, di scaricare probabilmente la tensione degli ultimi giorni e lo fa in maniera analitica e molto chiara.

Hai regalato un sogno a KTM, lo inseguivano da 24 anni, quello di vincere la Dakar.

“Un pilota austriaco, con una moto austriaca e il main sponsor austriaco – conferma sorridendo – è veramente grandioso e ora spero davvero che il Motorsport in Austria si svegli. Lo spero per i boss di KTM, per Red Bull. Il mondo ama la Dakar e la segue con passione, e ora davvero mi auguro che accada anche in Austria. Che sia le televisioni sia i giornali trovino lo spazio per raccontare e seguire questo sport”.

Chissà cosa ti staranno preparando adesso a casa per il rientro...
Storce un po' il naso: “Non so se stiano facendo qualche cosa di grosso però so che daranno un giorno di vacanza a tutti e in KTM faremo una grandissima festa!”.

Heinz Kinigadner non è venuto a farti i complimenti?
“No, non è venuto in Argentina, ma ci siamo sentiti, non ancora oggi perchè non ho avuto neanche il tempo di guardare il telefono sinceramente, però mi chiamerà. Ci siamo sentiti ad inizio gara con il satellitare, e so già che ci sentiremo dopo”.

Gli hai fatto un grande regalo oggi...
“Lo spero, lo spero con tutto il cuore”.

Tornando all'argomento Dakar...
“Per me era la quarta, ma posso confermare che è stata in assoluto la più difficile. Ogni giorno, tante cose diverse da affrontare, tanta navigazione. Il livello alto dei piloti poi e il ritmo che da subito hanno imposto. Ogni giorno era sempre più difficile almeno fino all'ottava, nona tappa perchè eravamo tutti racchiusi in un pugno di minuti".

"Pochi errori da parte dei migliori, ritmo elevato. Normalmente ti dici 'oggi sarà la mia giornata decisiva, la giornata chiave' e questo per me è accaduto nella decima tappa. Poi ho dovuto controllare, gestire, c'è stato anche qualche momento di tensione, ed anche un po' di fortuna, ma è davvero bello aver vinto questa Dakar!”.

Prossimo articolo Dakar
Sainz: "La mia Dakar più dura, giusto che abbia vinto Peugeot"

Previous article

Sainz: "La mia Dakar più dura, giusto che abbia vinto Peugeot"

Prossimo Articolo

Dakar, Cerutti 20° con il sorriso: "Ogni anno il livello è più duro"

Dakar, Cerutti 20° con il sorriso: "Ogni anno il livello è più duro"
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Dakar
Evento Dakar
Sotto-evento Stage 14: Córdoba - Córdoba
Piloti Matthias Walkner
Team Red Bull KTM Factory Racing
Autore Elisabetta Caracciolo
Tipo di articolo Intervista