Dakar, Vismara contro i limiti per i camion: "A 80 km/h ti viene sonno"

Tornato alla Dakar dopo qualche anno d'assenza, il veterano ha guidato il camion dell'assistenza della Honda, lamentandosi però dei limiti di velocità imposti ai mezzi più pesanti.

Dakar, Vismara contro i limiti per i camion: "A 80 km/h ti viene sonno"
Mercedes Unimog #608: Giacomo Vismara
Mercedes Unimog #608: Giacomo Vismara
Mercedes Unimog #608: Giacomo Vismara

Giacomo Vismara mancava dalla Dakar dal 2011, quando l'aveva corsa per l'ultima volta con la Pandakar, nei panni dell'assistenza veloce, in T4 quindi. Non gli è mai piaciuta la Dakar in Sud America, la trova snaturata, e noiosa, però come tutti i veri dakarani, non resiste all'impulso di ripartire quando capita l'occasione e in questo caso gliel'ha fornita Honda HRC Rally, noleggiando il suo camion e mettendo lui a pilotarlo, in assistenza, quindi nella classe T5, che segue la competizione su strada, in trasferimento.

Al termine della gara proviamo a riparlare con Vismara, 26 Dakar all'attivo, una vittoria nell'86 su Unimog Mercedes nella categoria camion proprio quando correva come assistenza veloce per la Honda.

Giacomo allora ti sei divertito? Ti sei annoiato? Trovi sempre brutta questa Dakar?
"Più che brutta direi abbastanza orribile. Bruttissima, pioggia, fango, polvere, bivacchi terribili con levatacce impossibili, anche se non è certo il fatto di alzarmi presto che mi pesa. Piuttosto quello che pesa, e che è pericoloso, è questo limite degli 80 km/h per i camion".

Parla dei limiti imposti a tutta la carovana della Dakar che in Argentina e Paraguay erano di 90 km/h per i camion e di 110 km/h per le auto, mentre in Bolivia erano di 80 km/h per tutti.
"Fai 700, 900 chilometri a ottanta all'ora e con il camion ti viene sonno. Poi io praticamente sul camion ero da solo perchè il ragazzo che viaggiava con me lavorava durante la notte e quindi lasciavo che di giorni si riposasse, che approfittasse del viaggio per riposarsi un po' e recuperare, perchè so che cosa vuol dire. Quindi in cabina ero praticamente da solo".

E come facevi a restare sveglio?
"Quando mi veniva il colpo di sonno mi fermavo con il camion, accostavo, scendevo, facevo un paio di giri intorno al camion, respiravo, prendevo una boccata d'aria, risalivo e poi ripartivo sperando che le crisi passassero. Io non bevo bevande energetiche, ma devo confessare che qui in un paio di casi l'ho fatto, oppure mi bevevo un caffè ogni tanto quando trovavi un posto dove fermarti per prenderlo. Cercavo di aiutarmi un po' così perchè non avevo scelta, bisognava andare. Per il resto è andata. Se vuoi venire alla Dakar vieni, e il brutto tempo credo che ce lo dovremo tenere. Vedrai che loro in Bolivia ci andranno per un bel po' di tempo".

Se ASO tornerà con la Dakar in Bolivia il prossimo anno avrà molti concorrenti in meno al via...
"Lo so però vedrai che ci va di sicuro perchè ho visto in televisione un'intervista con Evo Morales, il presidente della Bolivia e lui asseriva che la Dakar è la soluzione di tutti i mali di cui soffre la Bolivia, però...non mi piace. Dopo aver fatto le Dakar africane questa è veramente e solo una gara di velocità e di business. Non esiste più l'avventura, ci sono solo tanti chilometri. Ma se vuoi fare la Dakar oggi ti devi adattare e se ti vai a lamentare loro ti rispondono, c'est la Dakar. Il mezzo metro di fango nel bivacco, le tappe tagliate, tutte queste cose, sono assurde".

Il tuo camion si è comportato bene?
"Il camion è andato benissimo, in tutta la Dakar abbiamo bruciato solo una lampadina".

Di sicuro vedendo questa Dakar a Giacomo Vismara non è tornata la voglia di correre, vero?
"No! Assolutamente no! Nè in camion né in macchina".

condivisioni
commenti
Dakar, Famin: "Non capita tutti i giorni di fare una tripletta!"
Articolo precedente

Dakar, Famin: "Non capita tutti i giorni di fare una tripletta!"

Prossimo Articolo

Fotogallery: le foto più spettacolari dell'edizione 2017 della Dakar

Fotogallery: le foto più spettacolari dell'edizione 2017 della Dakar
Carica commenti
Dakar: Audi, la RS Q e-tron cerca nuove vie di sviluppo elettrico Prime

Dakar: Audi, la RS Q e-tron cerca nuove vie di sviluppo elettrico

Audi ha svelato la RS Q e-tron, arma elettrica con cui andrà alla caccia della vittoria alla Dakar. La Caa dei 4 anelli punta davvero sulla propulsione elettrica, tanto da puntare forte su strumenti che altre categorie hanno reso standard e plafonate.

Dakar
25 lug 2021
Paradosso Formula E: chi vuole sviluppare l'elettrico se ne va Prime

Paradosso Formula E: chi vuole sviluppare l'elettrico se ne va

L'addio di Audi per abbracciare una categoria che permetta di sviluppare l'auto e la tecnologia elettrica da zero è un campanello d'allarme preoccupante. E ora anche la Extreme E propone innovazioni che vanno oltre quelle in uso dalla Formula E.

Dakar
9 apr 2021
Motorsport senza età: dieci Over 50 ancora vincenti e Campioni Prime

Motorsport senza età: dieci Over 50 ancora vincenti e Campioni

Il bello del motorsport è che spesso si rivela senza età! Fra i tanti veterani del panorama internazionale, ne abbiamo scelti dieci Over50 che ancora riescono a vincere gare e titoli. Ecco i loro nomi e profili in ordine anagrafico.

WTCR
24 mar 2021
Elena, molto più di un copilota. Ecco cosa perde Loeb Prime

Elena, molto più di un copilota. Ecco cosa perde Loeb

Loeb, convinto da Prodrive, ha annunciato che non correrà più alla Dakar con lo storico navigatore Elena perché considerato il problema dopo la deludente edizione 2021. Analizziamo cosa perderà certamente il "Cannibale" senza avere accanto Elena dopo 23 anni di sodalizio.

WRC
17 mar 2021
Dakar: KTM sconfitta, ma non con le ossa rotte (tranne Price) Prime

Dakar: KTM sconfitta, ma non con le ossa rotte (tranne Price)

La Casa di Mattighofen ha incassato la seconda sconfitta consecutiva, ma nonostante il ko del suo uomo di punta Toby Price ed una Honda capace di vincere 10 speciali su 13, è rimasta in lizza per il successo finale fino all'ultima tappa con Sam Sunderland.

Dakar
20 gen 2021
Dakar: Husqvarna e Yamaha, che delusioni! Prime

Dakar: Husqvarna e Yamaha, che delusioni!

Questi sono gli altri due marchi che si presentavano al via della Dakar 2021 con ambizioni importanti, ma solamente Pablo Quintanilla ha visto il traguardo, con un settimo posto molto distante dal secondo dello scorso anno. Scopriamo insieme cosa è successo.

Dakar
19 gen 2021
Dakar Camion: scopriamo qual è il vero segreto Kamaz Prime

Dakar Camion: scopriamo qual è il vero segreto Kamaz

Andiamo a scoprire come mai la Kamaz ha collezionato la 18esima vittoria alla Dakar, festeggiando anche una storica tripletta che non si ripeteva dal 2015. Non c'è solo una superiorità tecnica dei camion 43509, ma c'è un'intera città, Naberezhnye Chelny, nata e cresciuta intorno alla fabbrica, che vive per imporsi nel Rally Raid più famoso. C'è una scuola karting che forma i futuri piloti e li alleva con mezzi OTK forniti da Alonso. E, inoltre...

Dakar
17 gen 2021
Dakar 2021: il premio Fair play al team Orobicaraid Prime

Dakar 2021: il premio Fair play al team Orobicaraid

Hanno aiutato gli avversari diretti che si erano capotati su una duna e hanno perso molto tempo: Giulio Verzelletti, poi, ha dovuto chiedere l'intervento dell'elisoccorso a causa di una violenta colica renale, ma l'Unimog con Giuseppe Fortuna a Marino Mutti è arrivato al traguardo, dove il direttore di corsa, Castera, gli ha consegnato il premio Fair Play per aver interpretato al meglio lo spirito della corsa. E non sono stati nemmeno usclusi dalla classifica.

Dakar
16 gen 2021