Formula 1
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
MotoGP
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Prossimo evento tra
20 Ore
:
51 Minuti
:
23 Secondi
WRC
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento in corso . . .
WSBK
11 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
26 ott
Evento concluso
Formula E
G
Ad Diriyah ePrix
22 nov
-
23 nov
Prossimo evento tra
7 giorni
G
Santiago ePrix
17 gen
-
18 gen
Prossimo evento tra
63 giorni
WEC
08 nov
-
10 nov
Evento concluso
Dakar 2019: Auto
Topic

Dakar 2019: Auto

Dakar, Sainz: "Vedo le Toyota molto forti, Al-Attiyah è il favorito"

condivisioni
commenti
Dakar, Sainz: "Vedo le Toyota molto forti, Al-Attiyah è il favorito"
Di:
7 gen 2019, 21:16

Carlos Sainz ha chiuso secondo nella tappa inaugurale della Dakar 2019, alle spalle di Nasser Al-Attiyah, che ha già indicato come l'avversario da battere.

#300 X-Raid Mini JCW Team: Carlos Sainz, Lucas Cruz
#300 X-Raid Mini JCW Team: Carlos Sainz, Lucas Cruz
#300 X-Raid Mini JCW Team: Carlos Sainz
#300 X-Raid Mini JCW Team: Carlos Sainz, Lucas Cruz
#300 X-Raid Mini JCW Team: Carlos Sainz, Lucas Cruz
#300 X-Raid Mini JCW Team: Carlos Sainz

Nei giorni scorsi in molti hanno chiesto a Carlos Sainz, vincitore della passata edizione della Dakar e uomo di punta della MINI, chi fossero i suoi rivali. Lo spagnolo ha due nomi nella sua testa: Nasser Al-Attiyah e Stephane Peterhansel.

Il pilota del Qatar lo ha già dimostrato oggi, nella prima speciale da 84 km. Ma non è una novità che quando si parla di dune lui si senta a casa. Non a caso, Sainz si è ritrovato staccato di quasi due minuti sul traguardo, dopo essere stato superato sull'ultima discesa che portava al traguardo.

Lo spagnolo, tuttavia, ha chiarito che la sua strategia era di cercare di avere tre o quattro vetture davanti a lui domani, anche se alla fine partirà secondo, avendo preceduto per appena un secondo la Mini 4x4 del campione del mondo Cross Country Jakub Przygonski.

"E' andata bene, la speciale è stata simile a quella che abbiamo fatto l'anno scorso in questa zona, quindi sapevamo cosa avremmo trovato. Siamo stati calmi, dal momento che non volevamo aprire il gruppo domani e Nasser ci ha raggiunti proprio al traguardo" ha detto Sainz, una volta arrivato al bivacco.

Pur senza aver incontrato problemi dal punto di vista meccanico, cosa che invece preoccupava lo spagnolo prima del via, Sainz è convinto che domani sarà una giornata importante.

"Domani sarà una giornata tosta, ma la verità è che vedo le Toyota molto forti" ha detto il due volte campione del mondo rally.

Sainz aveva giocato la stessa strategia anche nel 2018, ma un anno fa aveva pagato quasi tre minuti ed era scattato quinto nella seconda giornata.

"Al-Attiyah è il chiaro favorito, giochiamo sul suo terreno. Anche se è vero che l'anno scorso ha commesso anche un paio di errori, dimostrando che anche lui non è infallibile su questo terreno" ha aggiunto Sainz a Motorsport.com.

Quello che lo preoccupa più seriamente però forse è il re della Dakar, Stephane Peterhansel, che come lui è al volante di un Buggy X-Raid: "Sa quando spingere e quando gestire il ritmo. Ha vinto 13 volte la Dakar, quindi non possiamo mai sottovalutarlo".

Prossimo Articolo
Dakar, Auto, Tappa 1: Al-Attiyah parte forte con la Toyota, poi c'è Sainz con la MINI

Articolo precedente

Dakar, Auto, Tappa 1: Al-Attiyah parte forte con la Toyota, poi c'è Sainz con la MINI

Prossimo Articolo

Dakar, Camion, Tappa 1: Nikolaev su Kamaz precede un tris di Iveco Powerstar

Dakar, Camion, Tappa 1: Nikolaev su Kamaz precede un tris di Iveco Powerstar
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Dakar
Evento Dakar
Sotto-evento Stage 1: Lima - Pisco
Piloti Carlos Sainz
Team X-Raid Team
Autore Sergio Lillo