Dakar: Peterhansel non ha infranto alcuna regola!

L'assistenza della Peugeot del francese è stata fatta in zona autorizzata. Stephane riparte in testa alla classifica

È finito tutto in una bolla di sapone: Stephane Peterhansel potrà difendere la posizione di leader della classifica auto della Dakar 2016. Il reclamo presentato dal team X Raid contro la Peugeot è finito in un vincolo cieco: secondo la squadra tedesca della Mini il pilota francese avrebbe effettuato un rifornimento di benzina in una zona non consentita nella tappa Salta-Belen.

I commissari sportivi dopo l’inevitabile indagine hanno chiuso il caso con un nulla di fatto: Stephane si è fermato per fare assistenza, ma nella zona di trasferimento e neutralizzazione tra una speciale e l'altra. Il regolamento della Dakar specifica che se il percorso dell'assistenza è comune a quello dei concorrenti, i piloti possono usufruirne.

L’episodio, comunque, è destinato a lasciare degli strascichi, avendo fatto calare sulla gara un'atmosfera pesante. Gli uomini della Peugeot sono rimasti molti infastiditi per il solo fatto che quelli di X Raid avessero pensato che una Casa ufficiale potesse imbrogliare in maniera così pacchiana. E come potevano pensare i tedeschi che Peterhansel e il suo team non conoscessero il regolamento?

I rapporti fra i due marchi sono diventati “elettrici”, anche perché già nel giorno di riposo la Peugeot si è ritrovata due persone di X Raid all'interno del paddock, intente a fotografare cerchi e pneumatici. I due sono stati allontanati ed è stato chiesto di rendere conto di quel comportamento direttamente al patron del team, Sven Quandt. Ci auguriamo che l’appassionante sfida torni a essere combattuta nelle speciali e non nel.. bivacco.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Dakar
Evento Dakar
Piloti Stéphane Peterhansel
Team Peugeot Sport
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag auto, dakar, peugeot