Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia

Dakar | Moto, Tappa 9: Benavides fa bis, Barreda alza bandiera bianca

Seconda vittoria di tappa in questa edizione per il Benavides dell'Husqvarna, ma la notizia di giornata è il ritiro di Barreda, elitrasportato in ospedale dopo aver preso una brutta botta alla schiena in un incidente dopo 16 km. Caldissima la battaglia al vertice, con Howes che resta primo, ma ora ha solo 3" di margine su Price. L'altro Benavides, Kevin, è terzo a poco più di cinque minuti, mentre si allarga la forbice dal quarto in giù.

#77 Husqvarna Factory Racing: Luciano Benavides

Foto di: Husqvarna

Dakar 2023 | Moto

Tutti gli aggiornamenti sulla Dakar 2023

Dopo la giornata di riposo, la Dakar 2023 è ripartita con la nona tappa, che prevedeva 358 chilometri cronometrati tra Riyadh ed Haradh. E sono bastati appena 16 chilometri per avere il primo grande colpo di scena, il ritiro di Joan Barreda.

Il pilota della Honda, che stava ancora dando la caccia al suo primo successo finale alla Dakar, è incappato in una caduta dalla quale si è rialzato con un forte dolore alla schiena. Essendo già il suo terzo incidente importante in questa edizione, questa volta "Bang Bang" ha scelto la via della prudenza ed è stato elitrasportato in ospedale: per il terzo più vincente nella storia per numero di speciali, dunque, il sogno è finito in fumo anche questa volta.

Leggi anche:

Anche per gli altri, però, questa sembra poter essere la prima giornata che segna un po' la classifica, con la forbice che ha iniziato ad aprirsi sensibilmente tra i piloti delle prime posizioni, fatta eccezione per i primi tre. Parliamo poi di un'altra speciale che ha regalato una bella soddisfazione alla Husqvarna, presentando una situazione molto simile a quella della sesta tappa, con il successo di Luciano Benavides e Skyler Howes che invece si è confermato in vetta alla classifica generale.

L'argentino se l'è giocata fino alla fine con Toby Price: l'australiano della KTM è stato al comando fino al km 163, poi Benavides ha trovato il sorpasso al km 202 e da quel momento ha costantemente incrementato il suo vantaggio, fino a presentarsi sul traguardo con un margine di 1'02". Dal canto suo, Howes non è rimasto a guardare, perché ha chiuso terzo a 2'57". Un risultato che gli ha consentito di mantenere un margine di 3" proprio sul rivale della Casa austriaca, già vincitore del Prologo in questa edizione.

Questa nona tappa ha tutto sommato sorriso anche all'altro Benavides, Kevin, che con la sua KTM ha staccato il quinto tempo, alle spalle anche della Honda di Nacho Cornejo, chiudendo con un ritardo di 7'53". Nella generale, dunque, il pilota argentino si conferma in terza posizione, a soli 5'09" da Howes, mentre i distacchi iniziano ad aumentare alle sue spalle, anche se almeno fino alla nona posizione di Daniel Sanders sembrano poter avere ancora tutti una chance in una gara così aperta ai colpi di scena.

Escluso il quarto tempo di Cornejo, oggi non è stata una giornata particolarmente sorridente alle Honda. Detto del ritiro di Barreda, Adrien Van Beveren e Pablo Quintanilla sono rimasti entrambi fuori dalla top 10 di tappa: il francese si è piazzato 14° a 15'48", il cileno invece 18° a 18'36". Nella generale comunque conservano il quarto ed il quinto posto, staccati rispettivamente di 15'40" e di 18'24" da Howes.

Molto complicata anche la tappa di Mason Klein: lo statunitense, che prima della giornata di riposo aveva perso la leadership solo per una penalità per eccesso di velocità, è precipitato in un colpo solo dal terzo al sesto posto nella generale. Del resto, non è riuscito a fare meglio del 23° tempo di tappa, incassando 21'26". Tra le altre cose, per lui c'è stato anche un contatto con Ross Branch ed Adrien Van Beveren. Ora quindi il suo ritardo è di 18'24" anche nella classifica assoluta, nella quale precede di poco meno di tre minuti Luciano Benavides, che con questa seconda vittoria di tappa ha invece rilanciato le sue ambizioni.

Il quarto tempo odierno ha tenuto poi Cornejo in ottava posizione, a 22'47". Scivola nono invece il già citato Sanders, che oggi ha pagato 19'41" con la sua GasGas e quindi nella generale è a 23'47". Dal decimo in giù invece inizia ad essere più complicato continuare ad avere velleità di vittoria finale, visto che la Sherco dello spagnolo Lorenzo Santolino è staccata di 40'38".

Per quanto riguarda la Rally 2, bisogna evidenziare la grande prestazione dello sloveno Toni Mulec, capace di firmare addirittura il sesto tempo di tappa, a soli 8'46" dal vincitore. Nella generale però a comandare è sempre Romain Dumontier, ora 16° assoluto, che può contare su un margine di oltre 20 minuti sull'italiano Paolo Lucci, che lo segue sia nella generale che nella classifica di classe.

Quad: primo sigillo per Kancius

#162 Story Racing S.R.O.: Laisvydas Kancius

#162 Story Racing S.R.O.: Laisvydas Kancius

Photo by: A.S.O.

Dopo averla solamente sfiorata in diverse occasioni in questa 45° edizione, Laisvydas Kancius è finalmente riuscito a centrare la gioia della vittoria di tappa tra i quad. Il lituano si è reso protagonista di una speciale perfetta e alla fine si è imposto con un margine di 4'23" su Francisco Moreno e di 5'22" su Marcelo Medeiros.

Questa volta il leader Alexandre Giroud si è accontentato del quinto posto, alle spalle anche di Pablo Copetti. In ogni caso, il pilota francese ha pagato appena 7'47" sul vincitore, quindi ha perso poco più di tre minuti nei confronti del diretto inseguitore nella generale, che è Moreno.

Per il pilota argentino è stata infatti eliminata la pesante penalità di 28 minuti che gli era stata inflitta nell'ottava tappa, quindi è tornato ad occupare la piazza d'onore, anche se rimane a poco meno di un'ora e 20 minuti da Giroud.

Nella lotta per il gradino più basso del podio c'è stato poi il controsorpasso di Copetti ai danni di Manuel Andujar, oggi solo settimo a 9'13". Lo statunitense quindi ora è di nuovo davanti di poco meno di due minuti nella generale. Va segnalato poi che sono solamente 11 i quad rimasti in gara quando mancano cinque giorni alla fine della corsa.

Dakar 2023 | Classifica generale moto dopo la nona tappa

Pos Pilota Moto Tempo/Gap Penalità
1 Skyler Howes Husqvarna 33.55’57” +1'00"
2 Toby Price KTM +0'03" +1'00"
3 Kevin Benavides KTM +5'09" +3'00"
4 Adrien Van Beveren Honda +15'40"  
5 Pablo Quintanilla Honda +18'24" +2'00"
6 Mason Klein KTM +18'42" +4'00"
7 Luciano Benavides Husqvarna +21'35" +1'00"
8 Nacho Cornejo Honda +22'47"  
9 Daniel Sanders GasGas +23'47" +4'00"
10 Lorenzo Santolino Sherco +40'38"  

Dakar 2023 | Classifica generale quad dopo la nona tappa

Pos Pilota Quad Tempo/Gap Penalità
1 Alexandre Giroud Yamaha 42.25’05”  
2 Francisco Moreno Yamaha +1.19'39"  
3 Pablo Copetti Yamaha +1.41'09"  
4 Manuel Andujar Yamaha +1.43'03" +1'00"
5 Juraj Varga Yamaha +2.47'27" +16'00"

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente Video Dakar | Bellina: "Camion a idrogeno? Non snaturiamo la Dakar..."
Prossimo Articolo Dakar | Auto, Tappa 9: altra perla di Loeb. Sainz capotta

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia