Dakar: al seguito della gara in macchina con la Toyota HDJ100
Topic

Dakar: al seguito della gara in macchina con la Toyota HDJ100

Dakar, in viaggio con Toyota: 12 ore di pullmann per arrivare a Cordoba!

condivisioni
commenti
Dakar, in viaggio con Toyota: 12 ore di pullmann per arrivare a Cordoba!
Di: Elisabetta Caracciolo
20 gen 2018, 14:19

L'ultimo trasferimento lo abbiamo fatto su quello che in Sud America viene chiamato Collettivo. Un viaggio che doveva essere di 7 ore è diventato di 12, ma ormai ci siamo: siamo all'arrivo della 40esima edizione!

I passeggeri salgono sul
Lo stadio Mario Alberto Kempes di Cordoba visto dal
I
L'interno del
L'interno del
L'interno del
Il bivacco allestito nello stadio Mario Alberto Kempes di Cordoba

L'ultima giornata di viaggio di questa Dakar 2018, da San Juan verso Cordoba, arrivo della quarantesima edizione di nuovo l'affrontiamo in bus, o meglio con quelli che in Argentina, ma in verità in quasi tutto il Sud America, vengono chiamati Collettivo. In realtà il collettivo è più l'autobus da città, ma anche il pullman non ha un nome diverso e sicuro non viene chiamato comunemente Bus.

La scelta del pullman al posto della Toyota è strategica. Innanzitutto il percorso parla di ben 600 chilometri con un tempo stimato di percorrenza di 7 ore, perchè le condizioni della strada non sono buone e perchè si prevede traffico in aumento. Quindi dovremmo partire molto presto per essere a Cordoba per le prime ore del pomeriggio, quando cioè i piloti usciranno dalla speciale e noi dovremo cominciare a scrivere i nostri articoli.

Il bus invece parte alle 22 dal bivacco di San Juan, e viaggerà tutta la notte. Alle 8 saremo già a Cordoba pensiamo tutti. E allora andiamo, dormiamo nei comodi sedili da business class e domani ci svegliamo a Cordoba.

Le cose però non vanno esattamente come sperato: la strada per il pullman si rivela molto più impervia, ricca di lavori in corso e particolarmente rovinata e quando alle sette mi sveglio e dal mio sedile scosto la tenda pensando di essere già in vista della città mi passa davanti agli occhi, coincidenza, un cartello stradale che dice "Cordoba 218 chilometri". Cosa??? Ancora? Ma se stiamo viaggiando da nove ore??

Arriviamo a Cordoba alle 10 di mattina, stravolti da un viaggio di 12 ore in pullman, lunghissimo. Quando scendiamo ciondolanti ognuno con la sua valigia, il bivacco in realtà, allestito quest'anno allo stadio Mario Alberto Kempes, sta ancora nascendo. Gli ultimi allestimenti sono ancora da tirare su, ma per fortuna le docce sono già funzionanti e non c'è niente di meglio per svegliarsi che una bella doccia fredda, tanto per mantenere l'abitudine, visto anche che a Cordoba ci aspetta una giornata caldissima.

Il cielo è blu senza traccia di una sola nuvola e la temperatura arriva presto intorno ai 38 gradi.  La sala stampa è stata allestita dentro una palestra molto grande, su cui il sole si accanisce e in breve tempo diventa una fornace. Verrebbe quasi voglia di stare all'aperto, dove almeno c'è un piccolo refolo d'aria per lavorare...

Prossimo articolo Dakar
Dakar, Quad, Tappa 14: Casale si prende speciale e vittoria finale!

Previous article

Dakar, Quad, Tappa 14: Casale si prende speciale e vittoria finale!

Prossimo Articolo

Fotogallery: Ignacio Casale, vincitore Quad della Dakar 2018

Fotogallery: Ignacio Casale, vincitore Quad della Dakar 2018
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Dakar
Evento Dakar
Sotto-evento Stage 13: San Juan - Córdoba
Autore Elisabetta Caracciolo
Tipo di articolo Curiosità