Dakar 2022 | Auto
Topic

Dakar 2022 | Auto

Dakar | GCK svela il suo prototipo ad idrogeno per il 2024

La squadra francese ha svelato nel bivacco di Riyadh il suo progetto per il T1-U ad idrogeno con il quale spera di poter competere fra un paio d'anni. Intanto si proseguono i test di sviluppo raccogliendo dati con il Thunder DKR.

Dakar | GCK svela il suo prototipo ad idrogeno per il 2024

La Green Corp Konnection ha mostrato per la prima volta il suo nuovo prototipo con cui punta a correre la Dakar nel 2024.

Il team francese ha sviluppato un'auto da rally-raid a idrogeno dal novembre 2020, che oggi è stato svelato al bivacco di Riyadh.

Il suo ambizioso progetto si chiama GCK e-Blast H2. Per ora continuerà a competere con il Thunder DKR guidato da Guerlain Chicherit, che è dotato di biocarburante nel 2022, per raccogliere dati per i primi test del prototipo a idrogeno.

Il veicolo è stato sviluppato in collaborazione con la società tedesca FEV e ha un volume di 30 kg nella sua cella a combustibile di idrogeno ad una pressione di 700 bar. La potenza che è in grado di fornire è di 200 kW. Questa cella a idrogeno è direttamente collegata a una batteria agli ioni di litio di ultima generazione che genera 50 kWh.

Il motore elettrico GCK-2 è in grado di erogare 320 kW (429 CV) con la trazione posteriore (stile buggy) alimentata dalla cella a idrogeno; GCK ha trovato la soluzione al solito ritardo dei sistemi a idrogeno, ovvero utilizzare la batteria come buffer per compensare il tempo necessario alla cella per trasmettere potenza al motore. Inoltre, ha un cambio a due marce.

"La cella a idrogeno è un componente che lavora a un livello costante, perché si ha un ritardo quando si accelera e un ritardo quando si smette di farlo", spiega a Motorsport.com Sebastian Lesonneur, team manager di GCK Motorsport per il programma rally-raid.

"Ecco perché abbiamo bisogno delle batterie, che agiscono come un buffer. Quando hai bisogno di più potenza, la batteria te la dà, e quando smetti di accelerare e la cella a idrogeno sta ancora generando 200kW di potenza, viene utilizzata per rigenerare la batteria, anziché spingere il motore".

Per quanto riguarda il peso, è attualmente di circa 2.200 kg (come l'Audi RS Q e-tron che ha debuttato alla Dakar 2022), ma Lesonneur dice che la chiave è che non varierà in base al consumo di carburante, quindi offrirà stabilità nel comportamento e nelle prestazioni dall'inizio alla fine delle tappe.

I calcoli preliminari dicono che il veicolo sarebbe in grado di percorrere 250 km a ritmo di gara, quindi GCK spera che il regolamento venga adattato per consentire loro di fare rifornimento nelle stesse condizioni in cui lo fanno attualmente i T3 e T4 (20 minuti).

A febbraio, metteranno a punto la capacità H2 e la posizione definitiva della cella a combustibile a idrogeno (ora sul lato posteriore sinistro dell'auto). Dopo di che, intorno a giugno-luglio inizieranno un programma di prove sul campo in condizioni reali per ottimizzare il powertrain in vista del completamento di alcune tappe della Dakar 2023.

"Siamo molto orgogliosi di presentare la prima auto da competizione cross-country a idrogeno con una cella a combustibile integrata", aggiunge Eric Boudot, AD di Green Corp Konnection e GCK Motorsport.

"Per Green Corp Konnection, il motorsport rappresenta un laboratorio di innovazione unico per sviluppare soluzioni tecnologiche che potremo poi offrire ai clienti attraverso le nostre attività industriali".

"Siamo davvero entusiasti di essere coinvolti nel movimento #DakarFuture e di creare altre pietre miliari verso soluzioni di mobilità più green".

Uno dei punti chiave secondo GCK Engineering, è che tutti i componenti che usano in questo progetto verranno buone anche per il settore industriale della loro attività.

GCK e-Blast H2
GCK e-Blast H2
1/14

Foto di: GCK E-Blast 1

GCK e-Blast H2
GCK e-Blast H2
2/14

Foto di: GCK E-Blast 1

GCK e-Blast H2
GCK e-Blast H2
3/14

Foto di: DPPI

GCK e-Blast H2
GCK e-Blast H2
4/14

Foto di: DPPI

GCK e-Blast H2
GCK e-Blast H2
5/14

Foto di: DPPI

GCK e-Blast H2
GCK e-Blast H2
6/14

Foto di: DPPI

GCK e-Blast H2
GCK e-Blast H2
7/14

Foto di: DPPI

GCK e-Blast H2
GCK e-Blast H2
8/14

Foto di: DPPI

GCK e-Blast H2
GCK e-Blast H2
9/14

Foto di: DPPI

GCK e-Blast H2
GCK e-Blast H2
10/14

Foto di: DPPI

GCK e-Blast H2
GCK e-Blast H2
11/14

Foto di: DPPI

GCK e-Blast H2
GCK e-Blast H2
12/14

Foto di: DPPI

GCK e-Blast H2 detalles técnicos
GCK e-Blast H2 detalles técnicos
13/14

Foto di: GCK E-Blast 1

GCK e-Blast H2, batería
GCK e-Blast H2, batería
14/14

Foto di: DPPI

condivisioni
commenti
Dakar | E' cambiato ancora l'ordine di partenza delle Auto
Articolo precedente

Dakar | E' cambiato ancora l'ordine di partenza delle Auto

Prossimo Articolo

Dakar | Moto, Tappa 7: squillo Cornejo, in testa van Beveren

Dakar | Moto, Tappa 7: squillo Cornejo, in testa van Beveren
Carica commenti
Dakar: Audi, la RS Q e-tron cerca nuove vie di sviluppo elettrico Prime

Dakar: Audi, la RS Q e-tron cerca nuove vie di sviluppo elettrico

Audi ha svelato la RS Q e-tron, arma elettrica con cui andrà alla caccia della vittoria alla Dakar. La Caa dei 4 anelli punta davvero sulla propulsione elettrica, tanto da puntare forte su strumenti che altre categorie hanno reso standard e plafonate.

Dakar
25 lug 2021
Paradosso Formula E: chi vuole sviluppare l'elettrico se ne va Prime

Paradosso Formula E: chi vuole sviluppare l'elettrico se ne va

L'addio di Audi per abbracciare una categoria che permetta di sviluppare l'auto e la tecnologia elettrica da zero è un campanello d'allarme preoccupante. E ora anche la Extreme E propone innovazioni che vanno oltre quelle in uso dalla Formula E.

Dakar
9 apr 2021
Motorsport senza età: dieci Over 50 ancora vincenti e Campioni Prime

Motorsport senza età: dieci Over 50 ancora vincenti e Campioni

Il bello del motorsport è che spesso si rivela senza età! Fra i tanti veterani del panorama internazionale, ne abbiamo scelti dieci Over50 che ancora riescono a vincere gare e titoli. Ecco i loro nomi e profili in ordine anagrafico.

WTCR
24 mar 2021
Elena, molto più di un copilota. Ecco cosa perde Loeb Prime

Elena, molto più di un copilota. Ecco cosa perde Loeb

Loeb, convinto da Prodrive, ha annunciato che non correrà più alla Dakar con lo storico navigatore Elena perché considerato il problema dopo la deludente edizione 2021. Analizziamo cosa perderà certamente il "Cannibale" senza avere accanto Elena dopo 23 anni di sodalizio.

WRC
17 mar 2021
Dakar: KTM sconfitta, ma non con le ossa rotte (tranne Price) Prime

Dakar: KTM sconfitta, ma non con le ossa rotte (tranne Price)

La Casa di Mattighofen ha incassato la seconda sconfitta consecutiva, ma nonostante il ko del suo uomo di punta Toby Price ed una Honda capace di vincere 10 speciali su 13, è rimasta in lizza per il successo finale fino all'ultima tappa con Sam Sunderland.

Dakar
20 gen 2021
Dakar: Husqvarna e Yamaha, che delusioni! Prime

Dakar: Husqvarna e Yamaha, che delusioni!

Questi sono gli altri due marchi che si presentavano al via della Dakar 2021 con ambizioni importanti, ma solamente Pablo Quintanilla ha visto il traguardo, con un settimo posto molto distante dal secondo dello scorso anno. Scopriamo insieme cosa è successo.

Dakar
19 gen 2021
Dakar Camion: scopriamo qual è il vero segreto Kamaz Prime

Dakar Camion: scopriamo qual è il vero segreto Kamaz

Andiamo a scoprire come mai la Kamaz ha collezionato la 18esima vittoria alla Dakar, festeggiando anche una storica tripletta che non si ripeteva dal 2015. Non c'è solo una superiorità tecnica dei camion 43509, ma c'è un'intera città, Naberezhnye Chelny, nata e cresciuta intorno alla fabbrica, che vive per imporsi nel Rally Raid più famoso. C'è una scuola karting che forma i futuri piloti e li alleva con mezzi OTK forniti da Alonso. E, inoltre...

Dakar
17 gen 2021
Dakar 2021: il premio Fair play al team Orobicaraid Prime

Dakar 2021: il premio Fair play al team Orobicaraid

Hanno aiutato gli avversari diretti che si erano capotati su una duna e hanno perso molto tempo: Giulio Verzelletti, poi, ha dovuto chiedere l'intervento dell'elisoccorso a causa di una violenta colica renale, ma l'Unimog con Giuseppe Fortuna a Marino Mutti è arrivato al traguardo, dove il direttore di corsa, Castera, gli ha consegnato il premio Fair Play per aver interpretato al meglio lo spirito della corsa. E non sono stati nemmeno usclusi dalla classifica.

Dakar
16 gen 2021