Topic

PETRONAS

Dakar, De Rooy: "Se si torna in Bolivia nel 2018, ci saranno problemi!"

Gerard De Rooy è rimasto affascinato dalla Bolivia per il calore della gente e per il fascino del paesaggio, ma l'olandese non accetta che si sia organizzata una gara sommersa dall'acqua come se non si sapesse che è la stagione delle piogge.

Dakar, De Rooy: "Se si torna in Bolivia nel 2018, ci saranno problemi!"
Team De Rooy al bivacco
Team De Rooy al bivacco
Team De Rooy team area with mud
#500 Team De Rooy, IVECO: Gerard De Rooy, Moi Torrallardona, Darek Rodewald
meccanico del Team de Rooy
meccanico del Team de Rooy
#500 Team De Rooy, IVECO: Gerard De Rooy, Moi Torrallardona, Darek Rodewald at the bivouac

Gerard De Rooy è furioso. Prima della partenza della tappa di oggi era certamente i pilotal più arrabbiato dell'intero parco iscritti della Dakar 2017. Motivo? La cancellazione della nona tappa. “Era la speciale sulla quale avevamo puntato tutta la nostra strategia per questa Dakar e la sua cancellazione ci ha deluso moltissimo”.

L'olandese non trascura il fatto che la frana sia stata un problema, e che l'organizzazione della Dakar si sia resa disponibile ad aiutare la popolazione sfollata, però la nona tappa non si è disputata e le velleità di vittoria per il Petronas team De Rooy Iveco si fanno sempre più remote.
“Il mio copilota, Moises aveva studiato moltissimo quella tappa (Salta-Chilecito) che fra l'altro era una delle mie favorite perché è quella dove lo scorso anno avevamo sferrato il nostro attacco che era stato poi fondamentale per la vittoria finale. Anche se il distacco dai russi è limitato a due minuti, è vero che recuperare non sarà facile”.

De Rooy è contrariato, anche se questa edizione della Dakar è migliore di quella 2016:
“Sicuramente più di quella dello scorso anno – spiega l'olandese – che era noiosa e per niente competitiva. Questa edizione la preferisco: per le difficoltà di navigazione, per i territori attraversati, ma la pioggia è stata terribile e ha comunque falsato la gara. Non siamo venuti alla Dakar per fare la doccia tutto il giorno sotto una pioggia scrosciante e per ritrovarci bivacchi e piste completamente sommerse dall'acqua".

"La Bolivia è molto bella, mi è piaciuta molto a livello di paesaggio e per la sua gente, molto calda nei confronti della gara, ma se il prossimo anno ASO dovesse annunciare di ripassare in Bolivia credo che avrà parecchi problemi".

Ed è ovvio che ormai la Dakar, anno dopo anno in Sud America ha perso il suo fascino, ma ha conservato intatto il valore del suo nome e gli sponsor, così come gli appassionati, la seguono con grande ardore, e anche con grandi investimenti.

Diventa difficile però economicamente per un team investire così tanto in una gara che viene continuamente falsata dalle condizioni meteo. Se la Bolivia – e non è certo solo De Rooy a dirlo – il prossimo anno figurerà ancora nel percorso della Dakar molti piloti rivedranno i loro programmi. ASO è avvertita...

 

condivisioni
commenti
Dakar: la Panda oggi può essere scortata dal camion di assistenza
Articolo precedente

Dakar: la Panda oggi può essere scortata dal camion di assistenza

Prossimo Articolo

Dakar, Moto, Tappa 10: ancora Honda con Metge, Quintanilla si ritira!

Dakar, Moto, Tappa 10: ancora Honda con Metge, Quintanilla si ritira!
Carica commenti
Dakar: Audi, la RS Q e-tron cerca nuove vie di sviluppo elettrico Prime

Dakar: Audi, la RS Q e-tron cerca nuove vie di sviluppo elettrico

Audi ha svelato la RS Q e-tron, arma elettrica con cui andrà alla caccia della vittoria alla Dakar. La Caa dei 4 anelli punta davvero sulla propulsione elettrica, tanto da puntare forte su strumenti che altre categorie hanno reso standard e plafonate.

Dakar
25 lug 2021
Paradosso Formula E: chi vuole sviluppare l'elettrico se ne va Prime

Paradosso Formula E: chi vuole sviluppare l'elettrico se ne va

L'addio di Audi per abbracciare una categoria che permetta di sviluppare l'auto e la tecnologia elettrica da zero è un campanello d'allarme preoccupante. E ora anche la Extreme E propone innovazioni che vanno oltre quelle in uso dalla Formula E.

Dakar
9 apr 2021
Motorsport senza età: dieci Over 50 ancora vincenti e Campioni Prime

Motorsport senza età: dieci Over 50 ancora vincenti e Campioni

Il bello del motorsport è che spesso si rivela senza età! Fra i tanti veterani del panorama internazionale, ne abbiamo scelti dieci Over50 che ancora riescono a vincere gare e titoli. Ecco i loro nomi e profili in ordine anagrafico.

WTCR
24 mar 2021
Elena, molto più di un copilota. Ecco cosa perde Loeb Prime

Elena, molto più di un copilota. Ecco cosa perde Loeb

Loeb, convinto da Prodrive, ha annunciato che non correrà più alla Dakar con lo storico navigatore Elena perché considerato il problema dopo la deludente edizione 2021. Analizziamo cosa perderà certamente il "Cannibale" senza avere accanto Elena dopo 23 anni di sodalizio.

WRC
17 mar 2021
Dakar: KTM sconfitta, ma non con le ossa rotte (tranne Price) Prime

Dakar: KTM sconfitta, ma non con le ossa rotte (tranne Price)

La Casa di Mattighofen ha incassato la seconda sconfitta consecutiva, ma nonostante il ko del suo uomo di punta Toby Price ed una Honda capace di vincere 10 speciali su 13, è rimasta in lizza per il successo finale fino all'ultima tappa con Sam Sunderland.

Dakar
20 gen 2021
Dakar: Husqvarna e Yamaha, che delusioni! Prime

Dakar: Husqvarna e Yamaha, che delusioni!

Questi sono gli altri due marchi che si presentavano al via della Dakar 2021 con ambizioni importanti, ma solamente Pablo Quintanilla ha visto il traguardo, con un settimo posto molto distante dal secondo dello scorso anno. Scopriamo insieme cosa è successo.

Dakar
19 gen 2021
Dakar Camion: scopriamo qual è il vero segreto Kamaz Prime

Dakar Camion: scopriamo qual è il vero segreto Kamaz

Andiamo a scoprire come mai la Kamaz ha collezionato la 18esima vittoria alla Dakar, festeggiando anche una storica tripletta che non si ripeteva dal 2015. Non c'è solo una superiorità tecnica dei camion 43509, ma c'è un'intera città, Naberezhnye Chelny, nata e cresciuta intorno alla fabbrica, che vive per imporsi nel Rally Raid più famoso. C'è una scuola karting che forma i futuri piloti e li alleva con mezzi OTK forniti da Alonso. E, inoltre...

Dakar
17 gen 2021
Dakar 2021: il premio Fair play al team Orobicaraid Prime

Dakar 2021: il premio Fair play al team Orobicaraid

Hanno aiutato gli avversari diretti che si erano capotati su una duna e hanno perso molto tempo: Giulio Verzelletti, poi, ha dovuto chiedere l'intervento dell'elisoccorso a causa di una violenta colica renale, ma l'Unimog con Giuseppe Fortuna a Marino Mutti è arrivato al traguardo, dove il direttore di corsa, Castera, gli ha consegnato il premio Fair Play per aver interpretato al meglio lo spirito della corsa. E non sono stati nemmeno usclusi dalla classifica.

Dakar
16 gen 2021