Dakar, De Rooy: "Questa non è la vera Dakar!"

L'olandese non nasconde il suo disappunto per il percorso, ma spera di recuperare nella seconda settimana

La prima settimana della Dakar si è conclusa in seconda posizione tra i camion per Gerard De Rooy, con appena cinque minuti e mezzo di distacco sul leader Versluis. Tuttavia, il portacolori del team Petronas De Rooy Iveco non ha nascosto un certo disappunto per le caratteristiche che sono state scelte per il percorso di quest'anno.

"Abbiamo fatto bene in questa prima settimana, anche se questa non è la Dakar che ci aspettavamo, perché le strade sono più simili a quelle del Mondiale Rally e non sono la mia specialità" ha attaccato il pilota olandese.

Gerard vede gli ultimi giorni di gara più adatti al suo stile di guida, quindi spera ancora di poter ricucire il gap che lo separa dalla vetta: "Sto aspettando la seconda settimana di gara, quella con spazi aperti e dune, per attaccare e recuperare quello che abbiamo perso nei primi giorni".

Però poi non ha avuto problemi ad ammettere che questa per lui non è la corsa che si aspettava: "Per me questa non è la vera Dakar, ma ho sentito che è un pensiero abbastanza condiviso nel bivacco. E' una Dakar un po' strana. Ci sono montagne, altitudine, strade molto veloci. Dakar è il nome, ma il concetto è differente".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Dakar
Evento Dakar
Sub-evento Giorno di riposo a Salta
Piloti Gerard de Rooy
Articolo di tipo Intervista
Tag camion, dakar