Dakar, dal sogno all'incubo: van Beveren ko per un pneumotorace

condivisioni
commenti
Dakar, dal sogno all'incubo: van Beveren ko per un pneumotorace
Sergio Lillo
Di: Sergio Lillo
17 gen 2018, 08:57

Adrien van Beveren, pilota ufficiale della Yamaha, sembrava avere la gara in pugno, quando è stato vittima di un brutto incidente a 3 km dal termine della tappa di Belen ed è stato costretto al ritiro.

#4 Yamaha Official Rally Team: Adrien van Beveren
#4 Yamaha Official Rally Team: Adrien van Beveren
#4 Yamaha Official Rally Team: Adrien van Beveren
#4 Yamaha Official Rally Team: Adrien van Beveren
#4 Yamaha Official Rally Team: Adrien van Beveren
#4 Yamaha Official Rally Team: Adrien van Beveren
#4 Yamaha Official Rally Team: Adrien van Beveren
#4 Yamaha Official Rally Team: Adrien van Beveren
#4 Yamaha Official Rally Team: Adrien van Beveren

Il sogno della Yamaha di vincere la Dakar 2018 è andato in frantumi a tre chilometri dal traguardo della speciale che conduceva a Belen. Adrien van Beveren era entrato nella tappa di ieri da leader, con un margine di 22" ed era stato anche il più bravo a trovare le "piste" giuste nel complicatissimo percorso della prima giornata in argentina.

A 3 km dalla fine però la sua ruota anteriore si agganciata a qualcosa mentre stava andando a 150 km/h, quindi è stato sbalzato oltre il manubrio ed è atterrato duramente sul letto di un fiume in secca, dove c'era solamente un po' di fango ad attutire la caduta.

Il pilota francese ha perso conoscenza per diversi secondi, poi avrebbe voluto continuare. Ha provato a risalire in sella, ma un centinaio di metri più tardi è caduto nuovamente, questa volta a bassa velocità, perché il manubrio era completamente distrutto. Un'immagine che rende bene l'idea dell'epopea di questa Dakar.

Evacuato in elicottero all'ospedale di Belen, il francese ha scoperto di avere un pneumotorace ed una clavicola rotta. I dottori poi hanno continuato a sottoporlo ad ulteriori test per decidere se sarà necessario un intervento chirurgico o meno.

Jordi Arcarons, direttore sportivo del team, ha parlato con Motorsport.com, rivelando di essere preoccupato per lo stato di salute del suo piloti.

"E' una di quelle giornate da dimenticare. Ti gela, dopo che Adrien aveva fatto una gara quasi perfetta. Aveva convalidato tutti i WP nel tratto più difficile della speciale e sembrava vicino a prendere un grande margine nella generale" ha detto il catalano.

"Ma questo è il nostro sport. Purtroppo tutto il duro lavoro che abbiamo fatto è andato sprecato nell'arco di pochi giorni, prima con De Soultrait e Caimi ed ora con van Beveren".

"La cosa importante ora che è possa recuperare perfettamente. Queste sono sempre cose che lasciano il segno, ma quando torni in moto il tempo guarisce tutto. Ora però è dura".

I volti degli uomini della Yamaha valevano più di mille parole ieri sera a Belen. In gara rimane ancora Rodney Faggotter e la speranza e di riuscire a portarlo in fondo. Ma lo spirito della squadra francese è a brandelli. Non c'è da stupirsi: la Dakar è sfuggita quando ormai pareva nelle loro mani.

Prossimo articolo Dakar
Dakar: Motul realizza il sogno del "Fierreros" Gines Pulgar

Previous article

Dakar: Motul realizza il sogno del "Fierreros" Gines Pulgar

Next article

Dakar: oggi per le moto inizia la seconda tappa Marathon

Dakar: oggi per le moto inizia la seconda tappa Marathon

Su questo articolo

Serie Dakar
Evento Dakar
Piloti Adrien van Beveren
Autore Sergio Lillo
Tipo di articolo Ultime notizie