Dakar, Camion, Tappa 12: Man in fuga, Iveco in difesa

Versluis vince la speciale, ma De Rooy ipoteca il successo finale con oltre un'ora su Mardeev

Peter Versluis non vedeva l’ora di uscire dalle dune e tornare sulle piste battute: l’olandese sapeva che il suo camion Man era in grado di tenere una velocità di percorrenza che gli altri non si sarebbero potuti permettere su un tracciato dipo WRC. Lo si era visto nelle prima fasi di questa Dakar 2016, quando l’olandese del team Euro Veca Rally Team con il TGS 480 e il suo compagno di squadra, Hans Stacey hanno fatto il bello e cattivo tempo.

Era prevedibile, quindi, che nella 12esima tappa che ha portato i “bisonti” da San Juan a Villa Carlos Paz con una speciale che era un po’ più della metà di quella disputata da moto e auto, si dovesse rifare i conti con Versluis che ha impresso il suo passo insostenibile fin dalle prime battute, visto che non era più nella partita per le posizioni da podio ma è stato relegato ai margini della top 10 con il mono posto assoluto.

L’olandese è riuscito a staccare di 3’14 l’idolo di casa, l’ex rallista Federico Villagra con l’Iveco Powerstar del team De Rooy che ha consolidato una posizione da podio nella classifica generale, e il capitano della pattuglia Man, Hans Stacey che ha chiuso ad appena quattro secondi dal sudamericano. Positiva anche la prestazione di Jeroslav Valtr, quarto con il Tatra.

Tutti gli occhi, però, erano puntati su Gerard De Rooy con l’Iveco Powerstar del team PETRONAS De Rooy: l’olandese sé è tenuto fuori dai guai per difendere una leadership conquistata nelle tappe più difficili di questa Dakar 2016, pensando alla passarella per il trionfo di domani. Temeva un ultimo attacco dei Kamaz, ma Airat Mardeev ha concluso solo decimo a 9’13, dietro anche al compagno di squadra Edouard Nikolaev, settimo, che si era imposto ieri.

Nei tratti in linea i russi non esprimono la potenza che mostrano nei fuori pista, abdicando da una lotta che ha visto l’olandese saper gestire con perizia i momenti più difficili. Gerard ha imparato a dosare le forze, riuscendo a sfruttare al meglio l’Iveco Powerstar che si è rivelato il mezzo più consistente nell’arco delle due settimane. Del resto tre delle prime quattro posizioni sono appannaggio degli equipaggi del marchio italiano, segno di una superiorità che è stata più schiacciante di quanto si è visto giorno per giorno.

DAKAR RALLY – Tappa 12 /15/01/2016
Classifica generale camion (primi dieci)
1. De Rooy-Torrallardona-Rodewall – Iveco – in 42.29’59”;
2. Mardeev-Belyaev-Svistunov – Kamaz - +1.13’10”;
3. Villagra-Perez Companc–Memi – Iveco – +1.43’35”;
4. Van Genugten-Van Limpt-Van Eers – Iveco - +2.17’10”;
5. Stacey-Bruynkens-Van der Vaet – Man – +2.28’57”;
6. De Baar-Roesink-De Graaff – Renault Trucks - +2.58’04”;
7. Nikolaev-Yakovlev-Rubakov – Kamaz - +3.43’11”;
8. Valtr–Kalina-Stross – Tatra - +3.53’10”;
9. Versluis-Pronk-Klein – Man – +2.46’27”;
10. Vila Roca-Colome-Torres Sala – Iveco - +4.38’55”;

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Dakar
Evento Dakar
Sub-evento Stage 12: San Juan - Villa Carlos Paz
Piloti Gerard de Rooy , Federico Villagra , Ayrat Mardeev
Articolo di tipo Tappa
Tag camion, dakar