Formula 1
G
GP del Bahrain
28 mar
Prove Libere 1 in
27 giorni
MotoGP
25 mar
Prossimo evento tra
26 giorni
G
GP di Doha
02 apr
Prossimo evento tra
34 giorni
WRC
26 feb
Giorno 2 in
11 Ore
:
35 Minuti
:
39 Secondi
Formula E
G
Diriyah E-Prix II
27 feb
Prossimo evento tra
04 Ore
:
27 Minuti
:
39 Secondi
WEC
G
Sebring
17 mar
Cancellato
02 apr
Prossimo evento tra
34 giorni

Dakar, Auto: Peterhansel trionfa per la 14esima volta!

Sainz vince l'ultima tappa, ma Peterhansel si aggiudica la 14esima Dakar della sua carriera stellare nei rally raid. Niente da fare per Al-Attiyah, secondo a fine manifestazione.

condivisioni
commenti
Dakar, Auto: Peterhansel trionfa per la 14esima volta!

Vincere ancora, 30 anni dopo la prima volta. Non capita spesso e non è capitato quai mai nel corso della storia del motorsport, ma oggi a fare l'impresa è stato un pilota leggendario. Stéphane Peterhansel ha vinto la Dakar 2021 nella categoria Auto, dopo un duello durato tutta la seconda settimana di gara con Nasser Al-Attiyah.

Il pilota della MINI, a fronte di un solo successo di tappa in questa 43esima edizione, è stato autore di una gara a dir poco regolare, ma di alto spessore anche per quanto riguarda le prestazioni. Ha saputo sfruttare bene le qualità del buggy MINI John Cooper Works messo a disposizione dal team X-Raid.

E' stato capace di attaccare al momento opportuno e non prendere mai rischi al di là del lecito. Questa è stata la chiave del suo 14esimo successo al rally raid più famoso al mondo. 30 anni in cui ha colto 14 vittorie, quasi una ogni 2 anni. Davvero una media spaventosa per il pilota che era già nella leggenda e, oggi, ha reso ancora più saldo il suo trono, da cui guarda tutti dalla stratosfera.

Nella tappa di oggi Peterhansel non ha dovuto fare altro che controllare il suo unico rivale per il successo finale, Nasser Al-Attiyah, il quale ha provato in tutti i modi a vincere questa gara. Eppure ha pagato caro un errore di navigazione nella prima settimana, che di fatto è stato il momento chiave di questa Dakar. Da quel momento in poi il qatariota del team Toyota Gazoo Racing ha inanellato ben 6 vittorie di tappa, tutte inutili per riprendersi la vetta.

Il gradino più basso del podio è stato portato a casa, come da previsione, da Carlos Sainz. Anche il madrileno del team MINI X-Raid ha perso l'opportunità di vincere la Dakar 2021 nella prima settimana, quando ha perso più di un'ora e 20 a causa di errori di navigazione che gli sono costati carissimo. Nella seconda settimana il compagno di squadra di Peterhansel ha trovato il ritmo giusto, ma era ormai troppo lontano dai due contendenti per la vittoria finale. Piccola consolazione, Sainz è stato il pilota più vittorioso dopo Al-Attiyah grazie a 3 vittorie di tappa, l'ultima conquistata oggi proprio davanti al rivale della Toyota.

Dopo diverse edizioni in cui aveva solo mostrato il suo talento e molto meno la sua regolarità, Jakub Przygonski non è solo arrivato al traguardo della Dakar, ma è anche riuscito a cogliere una quarta posizione di tutto rispetto. E' lui il primo pilota privato nella generale, avendo corso con una Toyota Hilux del team Orlen Overdrive. Bene anche Nani Roma, che ha portato in Top 5 la Hunter creata dalla Prodrive e portata in gara dal team Bahrain Raid Xtreme. Lo spagnolo, con una gara regolare e senza picchi di prestazione, ha visto il traguardo e ha fatto i chilometri necessari per sviluppare la vettura, mentre il compagno di squadra Sébastien Loeb è stato bersagliato dalla sfortuna, ma ha anche commesso errori di superficialità non da lui, non da un 9 volte campione del mondo WRC.

Sebbene Peugeot non sia più nei rally raid in via ufficiale da qualche anno, al sesto posto troviamo la Peugeot 3008 DKR del team Abu Dhabi affidata a Khalid Al Qassimi, una delle sorprese di questa seconda settimana di gara. Al Qassimi ha chiuso davanti alla MINI di team X-Raid del russo Vladimir Vasilyev e alla Toyota Hilux ufficiale di Giniel De Villiers, ottavo alla fine dopo una buona rimonta. Nona piazza finale per Martin Prokop e la prima Ford Raptor RS. Colpo di reni finale per Cyril Despres. Il pilota francese del team Abu Dhabi ha superato proprio nell'ultima tappa Christian Lavieille e si è aggiudicato la decima posizione nella generale.

Lightweight Vehicles: Lopez Contardo trionfa

Francisco Lopez Contardo ce l'ha fatta e ha centrato un grande bis. Dopo la vittoria alla Dakar ottenuta nel 2019, oggi ha piazzato la seconda zampata della sua carriera al rally raid più celebre al mondo vincendo la categoria veicoli leggeri delle Auto.

Il cileno, nella tappa di oggi, non ha dovuto fare altro che gestire il suo vantaggio nei confronti del suo primo e unico rivale, il pilota del team Monster Energy Can-Am Austin Jones, finendogli alle spalle con 2 minuti di ritardo. Questo ha fatto sì che riuscisse a centrare il bottino pieno dopo una Dakar, per lui, a dir poco altalenante.

A metà della corsa il cileno sembrava tagliato fuori a causa di un guasto sulla sua vettura, ma poi all'inizio di questa settimana, quella decisiva, tutti i suoi avversari sono incappati in errori di navigazione e guasti che lo hanno fatto tornare davanti a tutti. A quel punto Lopez Contardo ha deciso di meritarsi quella fortuna e di vincere senza più lasciare nulla agli avversari.

Per la cronaca, l'ultima tappa di questa Dakar della categoria è stata vinta da Kris Meeke. L'ex pilota WRC ha mostrato le solite, superbe doti velocistiche che lo hanno portato a cogliere 2 successi di tappa all'esordio nel rally raid. Al di là di comprensibili errori di navigazione e guasti sulla Zephyr messa a disposizione dal team PH Sport, Kris ha fatto vedere di avere talento. Un ottimo esordio, sublimato dall'arrivo al traguardo che, a inizio competizione, era tutt'altro che scontato.

Dakar 2021 - Classifica finale Auto

Pos Pilota/navigatore Vettura Tempo/distacco Penalità
1 Peterhansel/Boulanger MINI JCW Rally 44.28'11” +1'00"
2 Al-Attiyah/Baumel Toyota Hilux 4X4 +13'51"  
3 Sainz/Cruz MiNI JCW Rally +1.00'57"  
4 Przygonski/Gottschalk Toyota Hilux 4X4 +2.35'03" +2'00"
5 Roma/Alexandre Winocq Prodrive BRX Hunter +3.21'48"  
6 Al Qassimi/Panseri Peugeot 3008 DKR +3.29'38" +1'00"
7 Vasilyev/Tsyro MINI JCW Rally +3.33'31" +5'00"
8 De Villiers/Haro Bravo Toyota Hilux 4X4 +3.57'39" +21'00"
9 Prokop/Chytka Ford Raptor RS +4.09'31" +1'00"
10 Despres/Horn Peugeot 3008 DKR +4.51'09" +51'00"
Dakar 2021: Pierre Cherpin è spirato in volo verso casa

Articolo precedente

Dakar 2021: Pierre Cherpin è spirato in volo verso casa

Prossimo Articolo

Dakar, Benavides: "Dopo il traguardo ho pensato a Goncalves"

Dakar, Benavides: "Dopo il traguardo ho pensato a Goncalves"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Dakar
Evento Dakar
Sotto-evento Stage 12
Autore Giacomo Rauli
Dakar: KTM sconfitta, ma non con le ossa rotte (tranne Price) Prime

Dakar: KTM sconfitta, ma non con le ossa rotte (tranne Price)

La Casa di Mattighofen ha incassato la seconda sconfitta consecutiva, ma nonostante il ko del suo uomo di punta Toby Price ed una Honda capace di vincere 10 speciali su 13, è rimasta in lizza per il successo finale fino all'ultima tappa con Sam Sunderland.

Dakar
20 gen 2021
Dakar: Husqvarna e Yamaha, che delusioni! Prime

Dakar: Husqvarna e Yamaha, che delusioni!

Questi sono gli altri due marchi che si presentavano al via della Dakar 2021 con ambizioni importanti, ma solamente Pablo Quintanilla ha visto il traguardo, con un settimo posto molto distante dal secondo dello scorso anno. Scopriamo insieme cosa è successo.

Dakar
19 gen 2021
Dakar Camion: scopriamo qual è il vero segreto Kamaz Prime

Dakar Camion: scopriamo qual è il vero segreto Kamaz

Andiamo a scoprire come mai la Kamaz ha collezionato la 18esima vittoria alla Dakar, festeggiando anche una storica tripletta che non si ripeteva dal 2015. Non c'è solo una superiorità tecnica dei camion 43509, ma c'è un'intera città, Naberezhnye Chelny, nata e cresciuta intorno alla fabbrica, che vive per imporsi nel Rally Raid più famoso. C'è una scuola karting che forma i futuri piloti e li alleva con mezzi OTK forniti da Alonso. E, inoltre...

Dakar
17 gen 2021
Dakar 2021: il premio Fair play al team Orobicaraid Prime

Dakar 2021: il premio Fair play al team Orobicaraid

Hanno aiutato gli avversari diretti che si erano capotati su una duna e hanno perso molto tempo: Giulio Verzelletti, poi, ha dovuto chiedere l'intervento dell'elisoccorso a causa di una violenta colica renale, ma l'Unimog con Giuseppe Fortuna a Marino Mutti è arrivato al traguardo, dove il direttore di corsa, Castera, gli ha consegnato il premio Fair Play per aver interpretato al meglio lo spirito della corsa. E non sono stati nemmeno usclusi dalla classifica.

Dakar
16 gen 2021
Dakar, Auto: Peterhasel ha battuto Al-Attiyah con la pazienza Prime

Dakar, Auto: Peterhasel ha battuto Al-Attiyah con la pazienza

Terminata la 43esima edizione della Dakar 2021, andiamo ad analizzare quanto accaduto nella categoria Auto che ha visto prevalere Stéphane Peterhansel (MINI) dopo un bel duello con Nasser Al-Attiyah (Toyota).

Dakar
16 gen 2021
Dakar: Honda, è l'inizio di una nuova "dinastia"? Prime

Dakar: Honda, è l'inizio di una nuova "dinastia"?

Quella di Kevin Benavides è stata la prima vittoria di un motociclista sudamericano, ma soprattutto la seconda consecutiva della Honda, che in questa edizione 2021 ha dato la sensazione di avere la forza per aprire un ciclo lungo.

Dakar
16 gen 2021
Dakar: c'è il caso del copilota abbandonato nel deserto! Prime

Dakar: c'è il caso del copilota abbandonato nel deserto!

Ricardo Ramilo con il buggy #438 nella tappa di giovedì ha lasciato il suo navigatore, Xavi Blanco, lungo la speciale dopo un alterco ed è ripartito per completare la tappa da solo. Il 56enne galiziano si è perso e si è dovuto ritirare, mentre il catalano è stato recuperato dopo un'ora da un mezzo di assistenza del team Buggy Masters. Ecco una storia incredibile vissute sulle dune dell'Arabia Saudita.

Dakar
15 gen 2021
Dakar 2021: Horn lancia la sfida con l'idrogeno Prime

Dakar 2021: Horn lancia la sfida con l'idrogeno

Il copilota di Despres, Mike Horn è un avventuriero che ha portato a termine ogni impresa impossibile, dal Polo Nord all’Himalaya all’Amazzonia. Ieri nel bivacco di Neom della Dakar ha presentato il progetto della Gen-Z la vettura a idrogeno con la quale sarà in gara nel 2023, aprendo una porta sulle corse del futuro.

Dakar
13 gen 2021