Formula 1
G
GP del Bahrain
28 mar
Prove Libere 1 in
28 giorni
MotoGP
25 mar
Prossimo evento tra
26 giorni
G
GP di Doha
02 apr
Prossimo evento tra
34 giorni
WRC
26 feb
Giorno 1 in
08 Ore
:
04 Minuti
:
38 Secondi
Formula E
G
Diriyah E-Prix II
27 feb
Prossimo evento tra
18 Ore
:
56 Minuti
:
38 Secondi
WEC
G
Sebring
17 mar
Cancellato
G
Portimao
02 apr
Prossimo evento tra
34 giorni

Dakar, Auto, Tappa 1: ruggito di Sainz. MINI scatenate

Risposta veemente dei piloti MINI che, dopo le difficoltà del Prologo, si sono scatenati nella prima tappa della Dakar 2021 firmando una doppietta. Bene Prokop (Ford), terzo, mentre Al-Attiyah sprofonda in decima posizione.

condivisioni
commenti
Dakar, Auto, Tappa 1: ruggito di Sainz. MINI scatenate

La prima, vera tappa della Dakar 2021 ha subito svegliato l'animale da gara che è in Carlos Sainz. Il madrileno della MINI, dopo un Prologo difficile anche a causa di una foratura che lo ha costretto a partire oggi da 28esimo in prova, ha sfoderato una prova magistrale, da grande campione qual è, e si è preso il successo nella tappa d'apertura di questa edizione del rally raid che portava da Jeddah a Bisha.

Una prova di 700 chilometri, 277 di questi cronometrati. Sainz e Cruz, equipaggio di punta del team MINI X-Raid, hanno subito imposto un ritmo indiavolato, sebbene partissero con tanta polvere davanti a loro alzata dai 27 concorrenti partiti in prova prima di loro.

La loro tappa è stata una scalata verso il primo posto di speciale, ma anche della classifica generale. Va però sottolineato lo splendido duello scatenatosi da metà tappa in poi. Una sfida fratricida, tra le MINI John Cooper Works Dakar del madrileno campione nel 2020 e "Mister Dakar", il compagno di squadra Stéphane Peterhansel.

I due si sono scambiati un paio di volte la prima posizione, poi Sainz ha cambiato marcia, innestandone una ancora più alta precedendo Peterhansel sul traguardo con un margine di 25". Questo significa che Sainz e il francese si trovano ora in prima e in seconda posizione nella classifica generale, staccati tra loro di appena 8". Alla Dakar una vera e propria inezia.

La vera, grande sorpresa di giornata è il terzo posto di un grande Martin Prokop al volante della Ford. L'ex pilota di WRC è stato l'unico che è riuscito a mantenere un passo adeguato rispetto alle due MINI X-Raid ufficiali, tanto da essere salito in terza posizione della graduatoria generale davanti alle due Century CR6 del team SRT Racing di Methieu Serradori e Yasir Seaidan.

Il pilota francese ha firmato il quarto tempo anche nella tappa di oggi proprio davanti al compagno di squadra saudita, mentre Khalid Al Qassimi ha portato la Peugeot 3008DKR in sesta piazza davanti al miglior pilota del team Toyota Gazoo Racing: Giniel De Villiers.

Il sudafricano non è l'unico esponente del team ufficiale Toyota in Top 10, perché proprio in decima posizione troviamo l'ormai ex leader della prima classifica generale di questa edizione della Dakar, ovvero Nasser Al-Attiyah. Dopo una buona partenza, svolta senza piloti davanti a lui, il qatariota ha incontrato difficoltà nella parte centrale della tappa. In quella finale, invece, è riuscito a recuperare parzialmente e a chiudere al decimo posto.

Ora Al-Attiyah è scivolato proprio in decima posizione nella classifica generale, staccato di oltre 11 minuti da Sainz e preceduto anche dall'ottimo Jakub Przygonski - su una Toyota Hilux del team Overdrive - e dal compagno di squadra Giniel De Villiers. Merita una menzione anche Nani Roma, miglior pilota del team Bahrain Raid Xtreme al volante della Hunter realizzata dalla Prodrive.

Il pilota spagnolo si trova in ottava piazza dopo un buon avvio di tappa, mentre Sébastien Loeb è andato incontro a una giornata da dimenticare. Il 9 volte iridato WRC ha faticato a trovare la giusta direzione nel corso della prova per il nuovo sistema di navigazione e ha chiuso addirittura al 22esimo posto anche a causa di 3 forature, staccato di oltre 24 minuti da Sainz.

Non sono andati bene nemmeno Yazeed Al Rajhi, Bernhard Ten Brinke e Orlando Terranova, grandi protagonisti ieri e assai in difficoltà oggi tanto da chiudere fuori dalla Top 10 sebbene dispongano di materiale di prim'ordine. Non è riuscito a ripetersi nemmeno Brian Baragwanath, primo ieri a pari merito con Al-Attiyah e oggi solo 21esimo, di poco davanti a Loeb.

Lightweight Vehicles: torna a vincere una donna dopo 16 anni!

Nella categoria Lightweight Vehicles è andata in scena un'altra giornata da ricordare. Cristina Gutierrez ha centrato la prima vittoria di tappa alla Dakar al volante della Red Bull OT3 della Overdrive.

Per la 29enne pilota spagnola si tratta del primo successo di tappa in carriera alla Dakar e la prima a 16 anni dall'ultima vittoria di tappa di una donna, conseguita da Jutta Kleinschmidt nel 2005 con accanto Fabrizia Pons nell'abitacolo di una Volkswagen Race Touareg 2.

Sino a metà prova tutto lasciava pensare a un clamoroso bis di Kris Meeke, vincitore del prologo di ieri e anche oggi autore di una prova magistrale. Il nord-irlandese del team PH Sport, però, è stato frenato dopo il rifornimento fatto al chilometro 177 a causa di un guasto meccanico sulla sua Zephyr.

A quel punto Cristina Gutierrez ha preso in mano la vetta della classifica di tappa e anche quella generale, divenendo la nuova leader della classe LightWeight Vehicles. Nella prova odierna bene Reinaldo Varela e Austin Jones, rispettivamente secondo e terzo ma primo e secondo di classe SSV.

Dakar 2021 - Classifica generale dopo la Tappa 1

Pos Pilota/navigatore Vettura Tempo/distacco Penalità
1 Sainz/Cruz MINI JCW Rally 3.12'20”  
2 Peterhansel/Boulanger MINI JCW Rally +0'08"  
3 Prokop/Chytka Ford Raptor RS +02'59"  
4 Serradori/Lurquin Century CR6 +06'13"  
5 Seaidan/Kuzmich Century CR6 +07'53"  
6 Al Qassimi/Panseri Peugeot 3008DKR +07'53"  
7 De Villiers/Haro Bravo Toyota Hilux 4X4 +08"43  
8 Roma/Alexandre Winocq Prodrive BRX Hunter +09'22"  
9 Przygonski/Gottschalk Toyota Hilux 4X4 +09'22"  
10 Al-Attiyah/Baumel Toyota Hilux 4X4 +11'58"  
Dakar, Moto, Tappa 1: svetta Price, sprofonda Brabec

Articolo precedente

Dakar, Moto, Tappa 1: svetta Price, sprofonda Brabec

Prossimo Articolo

Dakar, Barreda: "Se ci sono errori nel GPS, è impossbile"

Dakar, Barreda: "Se ci sono errori nel GPS, è impossbile"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Dakar
Evento Dakar
Sotto-evento Stage 1
Autore Giacomo Rauli
Dakar: KTM sconfitta, ma non con le ossa rotte (tranne Price) Prime

Dakar: KTM sconfitta, ma non con le ossa rotte (tranne Price)

La Casa di Mattighofen ha incassato la seconda sconfitta consecutiva, ma nonostante il ko del suo uomo di punta Toby Price ed una Honda capace di vincere 10 speciali su 13, è rimasta in lizza per il successo finale fino all'ultima tappa con Sam Sunderland.

Dakar
20 gen 2021
Dakar: Husqvarna e Yamaha, che delusioni! Prime

Dakar: Husqvarna e Yamaha, che delusioni!

Questi sono gli altri due marchi che si presentavano al via della Dakar 2021 con ambizioni importanti, ma solamente Pablo Quintanilla ha visto il traguardo, con un settimo posto molto distante dal secondo dello scorso anno. Scopriamo insieme cosa è successo.

Dakar
19 gen 2021
Dakar Camion: scopriamo qual è il vero segreto Kamaz Prime

Dakar Camion: scopriamo qual è il vero segreto Kamaz

Andiamo a scoprire come mai la Kamaz ha collezionato la 18esima vittoria alla Dakar, festeggiando anche una storica tripletta che non si ripeteva dal 2015. Non c'è solo una superiorità tecnica dei camion 43509, ma c'è un'intera città, Naberezhnye Chelny, nata e cresciuta intorno alla fabbrica, che vive per imporsi nel Rally Raid più famoso. C'è una scuola karting che forma i futuri piloti e li alleva con mezzi OTK forniti da Alonso. E, inoltre...

Dakar
17 gen 2021
Dakar 2021: il premio Fair play al team Orobicaraid Prime

Dakar 2021: il premio Fair play al team Orobicaraid

Hanno aiutato gli avversari diretti che si erano capotati su una duna e hanno perso molto tempo: Giulio Verzelletti, poi, ha dovuto chiedere l'intervento dell'elisoccorso a causa di una violenta colica renale, ma l'Unimog con Giuseppe Fortuna a Marino Mutti è arrivato al traguardo, dove il direttore di corsa, Castera, gli ha consegnato il premio Fair Play per aver interpretato al meglio lo spirito della corsa. E non sono stati nemmeno usclusi dalla classifica.

Dakar
16 gen 2021
Dakar, Auto: Peterhasel ha battuto Al-Attiyah con la pazienza Prime

Dakar, Auto: Peterhasel ha battuto Al-Attiyah con la pazienza

Terminata la 43esima edizione della Dakar 2021, andiamo ad analizzare quanto accaduto nella categoria Auto che ha visto prevalere Stéphane Peterhansel (MINI) dopo un bel duello con Nasser Al-Attiyah (Toyota).

Dakar
16 gen 2021
Dakar: Honda, è l'inizio di una nuova "dinastia"? Prime

Dakar: Honda, è l'inizio di una nuova "dinastia"?

Quella di Kevin Benavides è stata la prima vittoria di un motociclista sudamericano, ma soprattutto la seconda consecutiva della Honda, che in questa edizione 2021 ha dato la sensazione di avere la forza per aprire un ciclo lungo.

Dakar
16 gen 2021
Dakar: c'è il caso del copilota abbandonato nel deserto! Prime

Dakar: c'è il caso del copilota abbandonato nel deserto!

Ricardo Ramilo con il buggy #438 nella tappa di giovedì ha lasciato il suo navigatore, Xavi Blanco, lungo la speciale dopo un alterco ed è ripartito per completare la tappa da solo. Il 56enne galiziano si è perso e si è dovuto ritirare, mentre il catalano è stato recuperato dopo un'ora da un mezzo di assistenza del team Buggy Masters. Ecco una storia incredibile vissute sulle dune dell'Arabia Saudita.

Dakar
15 gen 2021
Dakar 2021: Horn lancia la sfida con l'idrogeno Prime

Dakar 2021: Horn lancia la sfida con l'idrogeno

Il copilota di Despres, Mike Horn è un avventuriero che ha portato a termine ogni impresa impossibile, dal Polo Nord all’Himalaya all’Amazzonia. Ieri nel bivacco di Neom della Dakar ha presentato il progetto della Gen-Z la vettura a idrogeno con la quale sarà in gara nel 2023, aprendo una porta sulle corse del futuro.

Dakar
13 gen 2021