Dakar, Alonso: "Deluso per la foratura ma contento per i progressi"

Lo spagnolo ha rimediato una foratura negli ultimi 250 Km che l'ha costretto a rallentare il ritmo. Alonso, nonostante la rabbia per l'episodio, si è detto soddisfatto dei progressi mostrati sino ad ora.

Dakar, Alonso: "Deluso per la foratura ma contento per i progressi"

Fernando Alonso e Marc Coma hanno dimostrato anche questa domenica di essere in grado di stare con i migliori, specie in una tappa di velocità elevate come quella odierna che ha portato la carovana della Dakar da Riyadh a Wadi al Dawasir dopo il giorno di riposto. L’aspetto sportivo, però, è passato in secondo piano a seguito della scomparsa di Paulo Goncalves.

Gli spagnoli del Toyota Gazoo Racing si sono insinuati tra i primi quattro nei primi chilometri, ma una foratura a 250 km dal traguardo gli ha fatto perdere tempo per poi farli precipitare al sesto posto con un ritardo di 7’49’’ da Carlos Sainz e Lucas Cruz.

Nonostante ciò, il primo pensiero di Alonso è andato a Paulo Goncalves scomparso a 40 anni: “E’ stata una tappa molto negativa a causa dell’incidente avvenuto questa mattina tra le moto. Questo avvenimento fa passare in secondo piano ogni conclusione che si può trarre a livello personale al termine di questa giornata”.

Alonso ha poi analizzato la settima tappa elogiando il lavoro svolto da Marc Coma: “Abbiamo cercato di disputare una buona tappa. Marc è stato ancora una volta incredibile ed abbiamo svolto tutto il lavoro in modo perfetto dal punto di vista della navigazione. E’ andato tutto molto bene e stavamo tenendo un buon ritmo”.

“Purtroppo abbiamo accusato una foratura. La ruota si è disintegrata ed ha danneggiato il corpo vettura. Abbiamo dovuto ridurre la velocità di circa 10 Km/h e questo ci è costato 3 – 4 minuti di ritardo negli ultimi 250 Km. Senza questo problema saremmo stati più vicini ai primi 3 e questo è un segnale positivo per noi”.

Alonso e Coma hanno però cercato di vedere il bicchiere mezzo pieno ammettendo come il ritardo alla fine avrebbe potuto essere anche maggiore: “Nonostante tutti i problemi siamo arrivati al traguardo. Ne abbiamo parlato in macchina. In alcuni casi un problema simile allo pneumatico può danneggiare non solo la carrozzeria ma altri elementi importanti e farti perdere molto tempo. Nonostante l’inconveniente siamo stati fortunati e siamo stati in grado di finire la tappa senza problemi”.

“E’ stata una giornata semplice perché c’erano alcune zone in cui si andava in sesta per chilometri e chilometri tenendo il volante dritto e senza particolari difficoltà. Non erano presenti pietre, quindi la foratura è stata ancora più sorprendente. Anche Nasser ha rimediato una foratura nella prima parte della tappa, ma noi vogliamo sfruttare al massimo il nostro ritmo”.

Dopo aver concluso positivamente la sua prima settimana, Alonso ha poi voluto analizzare l’evoluzione degli scenari che si stanno delineando: “Quando ho visto i tempi alla fine ho avvertito un mix di frustrazione e rabbia per quanto successo, ma sono stato anche felice nel vedere i progressi. Poter essere tra i migliori anche oggi ci dà la speranza di poter migliorare negli ultimi cinque giorni”.

L’equipaggio spagnolo partirà sesto nell’ottava tappa di 474 Km, e Alonso si è detto ottimista dopo essere entrato tra i primi 15 nella classifica generale: “In questa fase della gara sarebbe stato penalizzante partire tra i primi data la presenza di dune, quindi partire sesto non è male. Adesso dobbiamo attaccare e sperare che vada tutto bene”.

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma
#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma
1/14

Foto di: Toyota Racing

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma
#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma
2/14

Foto di: Toyota Racing

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma
#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma
3/14

Foto di: Toyota Racing

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma
#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma
4/14

Foto di: Toyota Racing

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma
#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma
5/14

Foto di: Toyota Racing

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma
#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma
6/14

Foto di: Toyota Racing

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma
#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma
7/14

Foto di: Toyota Racing

#310 Hallspeed Toyota: Fernando Alonso, Marc Coma
#310 Hallspeed Toyota: Fernando Alonso, Marc Coma
8/14

Foto di: A.S.O.

#310 Hallspeed Toyota: Fernando Alonso, Marc Coma
#310 Hallspeed Toyota: Fernando Alonso, Marc Coma
9/14

Foto di: A.S.O.

#310 Hallspeed Toyota: Fernando Alonso, Marc Coma
#310 Hallspeed Toyota: Fernando Alonso, Marc Coma
10/14

Foto di: Toyota Racing

#310 Hallspeed Toyota: Fernando Alonso, Marc Coma
#310 Hallspeed Toyota: Fernando Alonso, Marc Coma
11/14

Foto di: Toyota Racing

#310 Hallspeed Toyota: Fernando Alonso, Marc Coma
#310 Hallspeed Toyota: Fernando Alonso, Marc Coma
12/14

Foto di: Toyota Racing

#310 Hallspeed Toyota: Fernando Alonso
#310 Hallspeed Toyota: Fernando Alonso
13/14

Foto di: A.S.O.

#310 Hallspeed Toyota: Fernando Alonso, Marc Coma
#310 Hallspeed Toyota: Fernando Alonso, Marc Coma
14/14

Foto di: A.S.O.

condivisioni
commenti
Dakar, Moto: tappa 7 a Benavides, aveva soccorso Goncalves
Articolo precedente

Dakar, Moto: tappa 7 a Benavides, aveva soccorso Goncalves

Prossimo Articolo

Dakar: un bivacco devastato ricorda Paulo Goncalves

Dakar: un bivacco devastato ricorda Paulo Goncalves
Carica commenti
Dakar: Audi, la RS Q e-tron cerca nuove vie di sviluppo elettrico Prime

Dakar: Audi, la RS Q e-tron cerca nuove vie di sviluppo elettrico

Audi ha svelato la RS Q e-tron, arma elettrica con cui andrà alla caccia della vittoria alla Dakar. La Caa dei 4 anelli punta davvero sulla propulsione elettrica, tanto da puntare forte su strumenti che altre categorie hanno reso standard e plafonate.

Dakar
25 lug 2021
Paradosso Formula E: chi vuole sviluppare l'elettrico se ne va Prime

Paradosso Formula E: chi vuole sviluppare l'elettrico se ne va

L'addio di Audi per abbracciare una categoria che permetta di sviluppare l'auto e la tecnologia elettrica da zero è un campanello d'allarme preoccupante. E ora anche la Extreme E propone innovazioni che vanno oltre quelle in uso dalla Formula E.

Dakar
9 apr 2021
Motorsport senza età: dieci Over 50 ancora vincenti e Campioni Prime

Motorsport senza età: dieci Over 50 ancora vincenti e Campioni

Il bello del motorsport è che spesso si rivela senza età! Fra i tanti veterani del panorama internazionale, ne abbiamo scelti dieci Over50 che ancora riescono a vincere gare e titoli. Ecco i loro nomi e profili in ordine anagrafico.

WTCR
24 mar 2021
Elena, molto più di un copilota. Ecco cosa perde Loeb Prime

Elena, molto più di un copilota. Ecco cosa perde Loeb

Loeb, convinto da Prodrive, ha annunciato che non correrà più alla Dakar con lo storico navigatore Elena perché considerato il problema dopo la deludente edizione 2021. Analizziamo cosa perderà certamente il "Cannibale" senza avere accanto Elena dopo 23 anni di sodalizio.

WRC
17 mar 2021
Dakar: KTM sconfitta, ma non con le ossa rotte (tranne Price) Prime

Dakar: KTM sconfitta, ma non con le ossa rotte (tranne Price)

La Casa di Mattighofen ha incassato la seconda sconfitta consecutiva, ma nonostante il ko del suo uomo di punta Toby Price ed una Honda capace di vincere 10 speciali su 13, è rimasta in lizza per il successo finale fino all'ultima tappa con Sam Sunderland.

Dakar
20 gen 2021
Dakar: Husqvarna e Yamaha, che delusioni! Prime

Dakar: Husqvarna e Yamaha, che delusioni!

Questi sono gli altri due marchi che si presentavano al via della Dakar 2021 con ambizioni importanti, ma solamente Pablo Quintanilla ha visto il traguardo, con un settimo posto molto distante dal secondo dello scorso anno. Scopriamo insieme cosa è successo.

Dakar
19 gen 2021
Dakar Camion: scopriamo qual è il vero segreto Kamaz Prime

Dakar Camion: scopriamo qual è il vero segreto Kamaz

Andiamo a scoprire come mai la Kamaz ha collezionato la 18esima vittoria alla Dakar, festeggiando anche una storica tripletta che non si ripeteva dal 2015. Non c'è solo una superiorità tecnica dei camion 43509, ma c'è un'intera città, Naberezhnye Chelny, nata e cresciuta intorno alla fabbrica, che vive per imporsi nel Rally Raid più famoso. C'è una scuola karting che forma i futuri piloti e li alleva con mezzi OTK forniti da Alonso. E, inoltre...

Dakar
17 gen 2021
Dakar 2021: il premio Fair play al team Orobicaraid Prime

Dakar 2021: il premio Fair play al team Orobicaraid

Hanno aiutato gli avversari diretti che si erano capotati su una duna e hanno perso molto tempo: Giulio Verzelletti, poi, ha dovuto chiedere l'intervento dell'elisoccorso a causa di una violenta colica renale, ma l'Unimog con Giuseppe Fortuna a Marino Mutti è arrivato al traguardo, dove il direttore di corsa, Castera, gli ha consegnato il premio Fair Play per aver interpretato al meglio lo spirito della corsa. E non sono stati nemmeno usclusi dalla classifica.

Dakar
16 gen 2021