Formula 1
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
MotoGP
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso
WRC
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
WSBK
11 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
26 ott
Evento concluso
Formula E
22 nov
-
22 nov
Libere 1 in
09 Ore
:
19 Minuti
:
06 Secondi
G
Ad Diriyah E-prix II
23 nov
-
23 nov
Libere 3 in
1 giorno
WEC
08 nov
-
10 nov
Evento concluso
Dakar 2019: FPT
Topic

Dakar 2019: FPT

Dakar 2019: quando il sensore si sposta di 2 mm e manda in tilt il Cursor 13

condivisioni
commenti
Dakar 2019: quando il sensore si sposta di 2 mm e manda in tilt il Cursor 13
Di:
Co-autore: Maria Guidotti
15 gen 2019, 15:29

Il meccanico di FPT Industrial ha individuato e risolto il problema che mandava in protezione il motore di Van del Heuvel che oggi sarà al via nel gruppo di testa nella partenza Super Ica dell'ottava tappa: ci saranno tre Iveco contro il Kamaz del leader Nikolaev.

La speciale della settima tappa l’ha dominata Gerard De Rooy che ha guadagnato 34 minuti sul leader della classifica dei camion, Eduard Nikolaev su Kamaz, ma il più felice all’arrivo di San Juan de Marcona era certamente Maurik van den Heuvel.

"E’ stata una speciale importante - ha detto Van den Heuvel al bivacco – perché il mio Iveco Powerstar l’ho potuto sfruttare a dovere, potendo apprezzare l’eccellente potenza del motore Cursor 13 a anche in cabina tutto è filato liscio. Purtroppo abbiamo fatto un errore di navigazione entrando in una piccola valle sbagliata e poi abbiamo patito una foratura, ma oggi ho scoperto quanto sia divertente quando si può contare sul potenziale tecnico che si ha a disposizione”.

#508 Team De Rooy Iveco: Maurik van den Heuvel, Martijn van Rooij, Peter Kuijpers

#508 Team De Rooy Iveco: Maurik van den Heuvel, Martijn van Rooij, Peter Kuijpers

Photo by: Team de Rooy

Maurick è al settimo cielo perché finalmente ha potuto apprezzare i 5.000 Nm di coppia del 6 cilindri da 13 litri di cilindrata, capace di 1.000 cavalli di potenza: "Il sensore che è montato sul collettore deve stare a una certa distanza, ma sul mio Powerstar 2 c’è un alloggiamento leggermente diverso dalla versione 3: doveva essere più corto di due millimetri perché il 6 cilindri non andasse regolarmente in protezione".

Stiamo parlando di un niente, ma il guaio è stato risolto dopo l’attenta analisi del meccanico FPT Industrial che è al seguito del team Petronas De Rooy Iveco: l’ostinazione di Simon Buerge e la pignoleria dei tecnici del Centro Ricerche di Arbon in Svizzera hanno permesso di individuare il motivo che mandava in protezione la centralina del Cursor 13 di Van den Heuvel che oggi sarà protagonista nella speciale che potrebbe dare un volto più definitivo a questa Dakar dei bisonti della strada.

Con la partenza Super Ica che raccoglierà in testa le migliori dieci auto e le dieci moto oltre ai cinque camion più veloci, la gara sarà divisa in due blocchi: “Sarà eccitante perché nel gruppo di testa ci saremo tre Iveco del team De Rooy, mentre Nikolaev sarà solo”.

Insomma l'ottava tappa potrebbe diventare il momento clou della Dakar 2019, anche se il Kamaz al comando può ancora disporre di un margine di sicurezza su De Rooy: 1.15’28” è un distacco che non dovrebbe impensierire il russo, campione in carica, ma Eduard in due giorni ha perso gli appoggi più importanti, per cui anche l’aspetto psicologico può avere un effetto sul risultato finale.

Ton van Genugten ieri aveva chiuso settimo ad appena tre secondi da Sotnikov. Anche Van Genugten ha avuto problemi in un passaggio:
“Abbiamo fatto cinque tentativi per salire su una duna, ma non siamo riusciti a sormontarla, per cui abbiamo allungato il giro, ma proprio in quel frangente abbiamo bucato una gomma e il meccanico Bernard der Kinderen ha deciso che sarebbe stato più saggio cambiare la gomma piuttosto che proseguire con la foratura lenta. Però il sistema di gonfiaggio degli pneumatici non ha funzionato e abbiamo dovuto procedere a rilento con una pressione di gonfiaggio di un 1 bar, altrimenti avremmo strappato anche le altre gomme".

Prossimo Articolo
Dakar: il sistema di gonfiaggio e sgonfiaggio gomme è il tallone d'Achille dei Buggy MINI

Articolo precedente

Dakar: il sistema di gonfiaggio e sgonfiaggio gomme è il tallone d'Achille dei Buggy MINI

Prossimo Articolo

Dakar, Moto, Tappa 8: il motore Honda tradisce Brabec e le KTM ne approfittano

Dakar, Moto, Tappa 8: il motore Honda tradisce Brabec e le KTM ne approfittano
Carica commenti