Dakar 2017, il percorso: 4.200 km di speciali divisi in 12 tappe

Ecco la "rotta" che gli equipaggi dovranno seguire quest'anno, attraversando Paraguay e Bolivia per poi presentarsi sul traguardo argentino di Buenos Aires. Percorsi leggermente differenziati per auto, moto e camion.

Dakar 2017, il percorso: 4.200 km di speciali divisi in 12 tappe
Mappa della Dakar 2017
Marc Coma, Sporting Director della Dakar
Joan Barreda, Paulo Goncalves e Michael Metge, Honda
Ignacio Casale
Toby Price, Red Bull KTM Factory Racing
Matthias Walkner, Red Bull KTM Factory Racing , Toby Price, Red Bull KTM Factory Racing
Nasser Al-Attiyah, Toyota Gazoo Racing
Nasser Al-Attiyah, Toyota Gazoo Racing
Peugeot 3008 DKR
Peugeot 3008 DKR

9.000 chilometri suddivisi in 12 tappe, con circa 4.200 di prove speciali. Il circa lo dice lo stesso Marc Coma perchè anche quest'anno ci sono differenze fra le speciali, alcune per auto e moto, altre separate per le tre categorie, con i camion che dovrebbero comunque percorrere un po' di strada in meno.

Verifiche amministrative e tecniche ad Asuncion il 30 e 31 dicembre e alla mattina del primo gennaio. Poi nello stesso giorno spazio al briefing e al podio in centro città per il passaggio di tutti i mezzi con il via vero e proprio della gara all'alba del 2 gennaio, o forse prima. La prima tappa infatti prevede un trasferimento di 415 chilometri e una sola prova speciale, corta, di 39 chilometri.

Una speciale che spaventa molti in caso di pioggia, ma Marc Coma, direttore sportivo della Dakar, è pronto a rassicurare tutti. "Niente paura, il fondo è sabbioso e quindi, anche in caso di pioggia, il terreno reggerà benissimo, niente fango".

La prima tappa dunque, porterà la carovana della Dakar 2017 a Resistencia, sempre in Paraguay, da cui si ripartirà il tre gennaio direzione Argentina e per la precisione San Miguel de Tucuman con una bella tappona da 803 chilometri e una speciale da 275 km per auto e moto e qualcosina di più per i camion, 284 km.

Il giorno dopo ancora Argentina con la tappa fino a San Salvador de Jujiy – il famoso bivacco del diluvio universale del 2016 - con una tappa di 780 chilometri e una speciale di 364 km per auto e moto, e solo 199 per i camion. Da qui si entra in Bolivia e si comincia a salire, ancora di più. Destinazione della prima tappa boliviana Tupiza con 521 km complessivi e una speciale di 416 uguale per tutti.

Seconda cittadina boliviana, il giorno dell'Epifania sarà Oruro, con 692 km totali e una speciale di 447 per auto e moto e 438 per i camion. Il sette gennaio la tappa che accompagna la carovana a La Paz, al giorno di riposo sarà molto impegnativa: 786 chilometri e oltre 500 di prova speciale, per tutti, anche se diversa.

L'otto gennaio si tira il fiato nel giorno di riposo, e il nove si riparte con la tappa marathon per tutte le categorie in gara. Da La Paz si va a Uyuni – sede appunto della tappa marathon: 622 chilometri totali e 322 di speciale uguali per tutti, per la prima parte. Il giorno dopo si torna in Argentina e si raggiungono le assistenze che staranno aspettando a Salta e anche in questo caso i chilometri sono tantissimi: 892 in totale con una speciale uguale per tutti di 492.

Da questo momento in poi non si uscirà più dall'Argentina: Chilecito è una classica della Dakar sudamericana e i piloti ci arriveranno con la nona tappa l '11 gennaio: 977 chilometri da affrontare di cui 406 di speciale uguale per tutti. Il giorno dopo la torrida San Juan per una tappa da 751 km e 449 di speciale, per tutti la stessa e a seguire si passerà a Rio Cuarto con 754 km complessivi e una speciale da 288 per moto e camion, e 292 per le auto.

Ultima tappa della gara molto originale: 786 chilometri ma una prova speciale di soli 64 chilometri ad anello intorno al bivacco di Rio Cuarto. "Lo abbiamo fatto per dare modo a tutti gli uomini della Dakar di vedere l'arrivo dell'ultima speciale. Basterà non muoversi dal bivacco e si potrà festeggiare con i piloti la fine della gara" hanno detto in ASO, sottolineando però che il vero traguardo della Dakar 2017 sarà a Buenos Aires, davanti alla sede della ACA, Automobil club, 720 chilometri più tardi.

condivisioni
commenti
Dakar 2017: meno piloti al via con 491 mezzi in tutto

Articolo precedente

Dakar 2017: meno piloti al via con 491 mezzi in tutto

Prossimo Articolo

Dakar 2017, Peterhansel: "Tante giornate in quota, sarà più dura"

Dakar 2017, Peterhansel: "Tante giornate in quota, sarà più dura"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Dakar
Evento Dakar 2017, la presentazione
Sotto-evento Presentazione
Autore Elisabetta Caracciolo
Paradosso Formula E: chi vuole sviluppare l'elettrico se ne va Prime

Paradosso Formula E: chi vuole sviluppare l'elettrico se ne va

L'addio di Audi per abbracciare una categoria che permetta di sviluppare l'auto e la tecnologia elettrica da zero è un campanello d'allarme preoccupante. E ora anche la Extreme E propone innovazioni che vanno oltre quelle in uso dalla Formula E.

Dakar
9 apr 2021
Motorsport senza età: dieci Over 50 ancora vincenti e Campioni Prime

Motorsport senza età: dieci Over 50 ancora vincenti e Campioni

Il bello del motorsport è che spesso si rivela senza età! Fra i tanti veterani del panorama internazionale, ne abbiamo scelti dieci Over50 che ancora riescono a vincere gare e titoli. Ecco i loro nomi e profili in ordine anagrafico.

WTCR
24 mar 2021
Elena, molto più di un copilota. Ecco cosa perde Loeb Prime

Elena, molto più di un copilota. Ecco cosa perde Loeb

Loeb, convinto da Prodrive, ha annunciato che non correrà più alla Dakar con lo storico navigatore Elena perché considerato il problema dopo la deludente edizione 2021. Analizziamo cosa perderà certamente il "Cannibale" senza avere accanto Elena dopo 23 anni di sodalizio.

WRC
17 mar 2021
Dakar: KTM sconfitta, ma non con le ossa rotte (tranne Price) Prime

Dakar: KTM sconfitta, ma non con le ossa rotte (tranne Price)

La Casa di Mattighofen ha incassato la seconda sconfitta consecutiva, ma nonostante il ko del suo uomo di punta Toby Price ed una Honda capace di vincere 10 speciali su 13, è rimasta in lizza per il successo finale fino all'ultima tappa con Sam Sunderland.

Dakar
20 gen 2021
Dakar: Husqvarna e Yamaha, che delusioni! Prime

Dakar: Husqvarna e Yamaha, che delusioni!

Questi sono gli altri due marchi che si presentavano al via della Dakar 2021 con ambizioni importanti, ma solamente Pablo Quintanilla ha visto il traguardo, con un settimo posto molto distante dal secondo dello scorso anno. Scopriamo insieme cosa è successo.

Dakar
19 gen 2021
Dakar Camion: scopriamo qual è il vero segreto Kamaz Prime

Dakar Camion: scopriamo qual è il vero segreto Kamaz

Andiamo a scoprire come mai la Kamaz ha collezionato la 18esima vittoria alla Dakar, festeggiando anche una storica tripletta che non si ripeteva dal 2015. Non c'è solo una superiorità tecnica dei camion 43509, ma c'è un'intera città, Naberezhnye Chelny, nata e cresciuta intorno alla fabbrica, che vive per imporsi nel Rally Raid più famoso. C'è una scuola karting che forma i futuri piloti e li alleva con mezzi OTK forniti da Alonso. E, inoltre...

Dakar
17 gen 2021
Dakar 2021: il premio Fair play al team Orobicaraid Prime

Dakar 2021: il premio Fair play al team Orobicaraid

Hanno aiutato gli avversari diretti che si erano capotati su una duna e hanno perso molto tempo: Giulio Verzelletti, poi, ha dovuto chiedere l'intervento dell'elisoccorso a causa di una violenta colica renale, ma l'Unimog con Giuseppe Fortuna a Marino Mutti è arrivato al traguardo, dove il direttore di corsa, Castera, gli ha consegnato il premio Fair Play per aver interpretato al meglio lo spirito della corsa. E non sono stati nemmeno usclusi dalla classifica.

Dakar
16 gen 2021
Dakar, Auto: Peterhasel ha battuto Al-Attiyah con la pazienza Prime

Dakar, Auto: Peterhasel ha battuto Al-Attiyah con la pazienza

Terminata la 43esima edizione della Dakar 2021, andiamo ad analizzare quanto accaduto nella categoria Auto che ha visto prevalere Stéphane Peterhansel (MINI) dopo un bel duello con Nasser Al-Attiyah (Toyota).

Dakar
16 gen 2021