Dakar, Al-Attiyah: "Peugeot? Passo difficile da imitare"

Le 2008 DKR sembrano inarrestabili e il campione in carica teme di non poterle contrastare adeguatamente

La Tappa 5 della Dakar 2016 non sarà ricordata come il momento migliore nel più famoso Rally Raid del globo per il campione in carica Nasser Al-Attiyah. Il pilota di punta della flotta MINI si è visto sottrarre la terza posizione nella graduatoria generale da un arrembante Carlos Sainz, al termine della Tappa Marathon.

Nonostante questo risultato possa apparire insoddisfacente, il qatariota ha fatto il punto della situazione e si è detto contento di quanto raccolto nel corso degli ultimi due giorni di gara, ammettendo - in maniera piuttosto velata - la superiorità delle quattro Peugeot.

Sono soddisfatto della nostra tappa marathon. Abbiamo fatto quello che dovevamo, spingere il più possibile senza fare errori o prendere rischi, ma non è facile in questo momento tenere il passo delle Peugeot. Loro sono veloci, ma io sono contento perchè teniamo un buon passo anche noi e in classifica generale subito dietro loro ci siamo noi. Non dobbiamo dimenticare che la vera Dakar deve ancora arrivare e la strada è ancora lunga davanti a noi".

E poi tenta un confronto con le Peugeot 2008 DKR che sembrano dominare la prima parte della Dakar 2016: “Sicuramente la Peugeot è più veloce di noi, e anche in altitudine riescono a perdere meno potenza rispetto alle nostre Mini. Le Toyota invece, secondo me, sono al nostro stesso livello e lo prova il gap contenuto che c'è fra noi e loro in classifica generale”.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Dakar
Evento Dakar
Sub-evento Stage 5: Jujuy - Uyuni
Piloti Nasser Al-Attiyah
Articolo di tipo Commento
Tag auto, dakar, mini