Dakar, Goncalves: "Non ricordo cosa è successo"

E' stato lo stesso pilota della Honda a cercare i soccorsi, ma ha rimosso l'incidente costatogli il ritiro

Paulo Goncalves sta bene nel fisico, ma non nel morale. La Honda ha confermato che tutti gli esami a cui è stato sottoposto ieri hanno escluso fratture o qualsiasi altro genere di infortunio grave, ma non è facile consolare un pilota che ha condotto una prima metà della Dakar 2016 praticamente perfetta e poi l'ha vista sfuggire via con una sequenza incredibile di eventi sfortunati nella seconda settimana.

Prima una caduta nell'ottava tappa gli è costato la leadership, poi nella nona un arbusto ha bucato il radiatore della sua CRF450 Rally e solo l'accorciamento della speciale a causa del caldo torrido gli ha permesso di rimanere in gara. Ieri però non c'è stato più nulla da fare quando è stato vittima di un incidente rovinoso al km 118, che gli ha procurato un leggero trauma cranico.

La cosa incredibile è che il portoghese non si ricorda nulla, ma è stato lui stesso a cercare i soccorsi: "Sembra che io sia stato vittima di una caduta pesante, ma non mi ricordo cosa è successo. Mi hanno detto che sono arrivato sulla mia moto in un'area dove c'erano degli spettatori ed un'ambulanza ed ho chiesto aiuto".

Il ritiro brucia, ma anche lui, come Carlos Sainz, sembra disposto a farsene una ragione. Il dispiacere è soprattutto per la Honda, che anche quest'anno mancherà l'appuntamento con la vittoria: "E' una Dakar che termina nel peggiore dei modi per me. E' davvero un peccato, perché il team ha fatto un grande lavoro ed avrebbe meritato di più. Le ultime giornate sono andate storte, ma bisogna guardare avanti e pensare che presto ci sarà un'altra corsa".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Dakar , Moto Rally Raid
Evento Dakar
Sub-evento Stage 11: La Rioja - San Juan
Piloti Paulo Goncalves
Articolo di tipo Intervista
Tag dakar, honda, moto