La carovana rientra in Argentina nella settima tappa

817 i km compresi tra Uyuni e Salta, di cui 481 cronometrati. Saranno ben tre i tratti di trasferimento

Settima tappa domani per la Dakar 2016. La carovana si sposta dalla Bolivia e rientra in Argentina. Con un tappone di quelli belli tosti, magari non per la sua difficoltà ma sicuramente per la sua lunghezza. 817 i chilometri complessivi da percorrere per tutte le categorie in gara con 481 di prova speciale, uguale per tutti.

336 invece i chilometri di trasferimento suddivisi in tre tronconi: uno iniziale di circa 35 chilometri, uno in mezzo alla speciale che funge da neutralizzazione e infine l'ultimo, che porterà tutti a Salta, di oltre 200 km. Un tappone che lascerà poi lo spazio domenica 10 gennaio alla tappa di riposo di questa 38esima Dakar, ottava in Sud America.

La prima moto lascerà la cittadina di Uyuni alle 6, sempre per il discorso legato alla luce del sole, che qui sorge più tardi (in realtà in Bolivia l'orario è indietro di un'ora rispetto all'Argentina) ed entrerà in speciale alle 7. Le auto invece si muoveranno alle 9,04 ed in speciale ci saranno alle 9,54 mentre i camion lasceranno Uyuni alle 11,05 per affrontare la speciale alle 11,55.

Il terreno sarà molto simile a quello che i piloti hanno trovato oggi, quindi sabbia, molti fiumi da attraversare, non tutti in secca con un attraversamento del gran Salar, poi tratti più veloci verso la fine. Giornata difficile anche per le assistenze che si troveranno a dover affrontare ben 1059 chilometri di trasferimento su strade non certo scorrevoli e in buona parte di montagna. Anche per loro l'arrivo è previsto a tarda notte a Salta.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Dakar
Evento Dakar
Sub-evento Mappa
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag auto, dakar, moto, quad