Dakar, De Rooy: "3 Iveco nei primi 5, lavoro fantastico!"

condivisioni
commenti
Dakar, De Rooy:
Di: Elisabetta Caracciolo
17 gen 2016, 12:44

La presenza di Iveco si amplia considerano la Top Ten. Grande Dakar per il team PETRONAS Iveco

Gerard de Rooy
#501 Iveco: Gerard de Rooy, Moises Torrallardona, Darek Rodewald
Categoria camion, i vincitori: #501 Iveco Gerard de Rooy, Moises Torrallardona, Darek Rodewald
Categoria camion, i vincitori: #501 Iveco Gerard de Rooy, Moises Torrallardona, Darek Rodewald
#501 Iveco: Gerard de Rooy, Moises Torrallardona, Darek Rodewald
#501 Iveco: Gerard de Rooy, Moises Torrallardona, Darek Rodewald
#501 Iveco: Gerard de Rooy, Moises Torrallardona, Darek Rodewald
#501 Iveco: Gerard de Rooy, Moises Torrallardona, Darek Rodewald
#501 Iveco: Gerard de Rooy, Moises Torrallardona, Darek Rodewald

Gerard De Rooy è completamente fradicio quando scende dal palco su cui ha festeggiato la sua vittoria e quella del team PETRONAS De Rooy Iveco. La seconda alla Dakar, dopo quella del 2012. Il caldo ha reso la cerimonia di premiazione, e la lunga attesa per salire sul palco un inferno e dentro alla cabina del camion si bolle. 

Fantastica. E' stata una gara fantastica! La prima settimana è stata più o meno quella che ci aspettavamo ma non per questo ci è piaciuta. Troppo WRC per i miei gusti, però siamo rimasti freddi, concentrati, e non abbiamo perso il contatto con quelli che andavano più forte. Poi dalla seconda settimana siamo andati in testa, con il nostro Iveco, e le intenzioni erano di non spingere troppo, perchè il terreno e le speciali erano davvero complicate. Però lo abbiamo fatto e siamo riusciti, senza commettere errori a prendere un bel vantaggio sugli avversari. Negli ultimi due giorni sono rimasto sempre molto concentrato: ho viaggiato con gli altri miei compagni di squadra che mi hanno coperto le spalle”.

Le speciali di fine gara sono state forse le più impegnative: “E' davvero difficile correre e sapere che devi portare il camion alla fine in perfette condizioni. Negli ultimi due giorni siamo sempre andati a pieno regime ma controllando tutto, sono situazioni strane ma devi metterle in atto se vuoi vincere”.

Quello che Gerard non dimenticherà mai di questa Dakar, e come lui molti altri, anche se forse per motivi diversi, sono le due speciali di Fiambalà, in cui il team PETRONAS Iveco ha messo in cassaforte il successo: “Sono stati due giorni fantastici per noi, abbiamo fatto un grande lavoro e ci siamo guadagnati un buon vantaggio sul secondo”.

Ma questa vittoria di De Rooy è contornata da altre grosse soddisfazioni: ci sono 4 Iveco nei primi dieci posti in classifica, di cui tre nei primi cinque: Gerard è primo, il pilota argentino Federico Villagra terzo, l'olandese Ton Van Genugten è 5° e lo spagnolo Pep Vila è riuscito ad entrare nella rosa occupando il 10° posto. “Davvero bello, e questo dimostra che abbiamo fatto davvero tutti un ottimo lavoro, a cominciare da Federico che guidava un camion per la prima volta nella sua carriera. E' fantastico, non ce lo aspettavamo e abbiamo sempre tirato forte, e alla fine questo ha pagato”.

E anche il forte e freddo De Rooy è emozionato: “Questa mattina e oggi pomeriggio, dopo aver tagliato il traguardo mi sono emozionato, tantissimo, ma ora dopo tutte queste ore di attesa e di caldo, ho solo bisogno di prendermi qualche minuto da solo, per pensare, e poi godermi una bella doccia”.

Quattro anni di attesa per questa seconda vittoria, sono un prezzo giusto o sono troppi da far passare? “Sono assolutamente troppi – sorride Gerard De Rooy – ma noi vogliamo e possiamo fare ancora di meglio. E lo dimostreremo il prossimo anno, quando torneremo con uno squadrone ancora più forte per vincere. Che sarà poi la stessa cosa che vorrà fare la Kamaz”. Il guanto di sfida, dunque, è gettato, per la Dakar 2017.

Prossimo articolo Dakar
Barbero sfida la Dakar per la prima volta a 41 anni

Articolo precedente

Barbero sfida la Dakar per la prima volta a 41 anni

Prossimo Articolo

Ecco la 3008 DKR, la nuova arma della Peugeot per la Dakar

Ecco la 3008 DKR, la nuova arma della Peugeot per la Dakar
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Dakar
Evento Dakar
Sotto-evento Stage 13: Villa Carlos Paz - Rosario
Piloti Gerard de Rooy
Autore Elisabetta Caracciolo
Tipo di articolo Intervista