Dakar, Al-Attiyah: "Posso solo fare del mio meglio"

Nasser ha vinto la tappa, ma Peterhansel resta lontano. Conta di più aver staccato de Villiers

Nasser Al-Attiyah ha centrato una bella vittoria di tappa oggi, ma ormai sembra essersi rassegnato all'idea che non sarà lui a trionfare tra due giorni a Rosario nella Dakar 2016. Il distacco del pilota della Mini dalla Peugeot 2008 DKR di Stephane Peterhansel è di circa un'ora e quindi è normale che veda "Mister Dakar" come il grande favorito.

"Penso che Stephane Peterhansel sia l'uomo giusto in questo momento e che può vincere. Io ormai posso solo fare del mio meglio. Tutto può accedere, ma dobbiamo aspettare, dopo tutto questa è la Dakar" ha detto il pilota del Qatar, vincitore della passata edizione.

La sua maggior preoccupazione sembra essere tenere a distanza la Toyota di Giniel de Villiers nella lotta per il secondo posto: "E' stata una giornata dura, ma è stato buono vincere la tappa, perché mi ha permesso di staccare il terzo in classifica: dobbiamo essere soddisfatti del tempo che abbiamo guadagnato sui nostri inseguitori, perché ci ha messo al riparo dall'attacco di De Villiers".

In realtà c'è sempre l'appello contro il presunto rifornimento non autorizzato di Peterhansel che pende, ma Nasser non vuole fare affidamento su quello: "Non voglio preoccuparmi di questo. Le regole sono le regole. La squadra ha deciso di fare una protesta, se avrà esito positivo non dipende da me. L'abbiamo fatta perché riteniamo che abbiamo avuto un vantaggio, ma non è il mio lavoro. Io devo pensare a gestire la mia macchina e a portarla sul podio".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Dakar
Evento Dakar
Sub-evento Stage 11: La Rioja - San Juan
Piloti Nasser Al-Attiyah
Team X-Raid Team
Articolo di tipo Intervista
Tag auto, dakar, mini