Alex Caffi al via della Dakar 2013 con un camion

Il pilota italiano sarà al volante di un Mercedes Unimog: l'obiettivo è arrivare alla fine

Alex Caffi al via della Dakar 2013 con un camion
Un battesimo di alto livello. Il Pala K di Cinisello Balsamo ha ospitato la conferenza stampa di presentazione della Dakar 2013 e del team Orobica Raid che, capitanato da Alex Caffi, parteciperà all'edizione numero 35 della famosissima gara che da cinque anni si corre in Sud America. "La presentazione della gara più conosciuta al mondo meritava un posto come questo" ha detto l'ex pilota di Formula 1 ad inizio serata. Una prima d'eccezione in una location unica e tirata a lucido per l'occasione con quasi 200 persone a curiosare fra i kart, scendendo sulla pista per un giro di prova, proseguendo fra aperitivi ed i filmati emozionanti della Dakar 2012. Questi i dati del 2013: un percorso di 8.574 chilometri, con un 55 % di prove speciali – pari a 4155 km - che vedrà al via 459 concorrenti, di 53 differenti nazionalità, e ben 75 iscritti correranno su camion. Fra questi anche il team italiano che vedrà tre Mercedes Unimog coinvolti – già partiti alla volta di Le Havre per l'imbarco – affidati ad Alex Caffi appunto, Giulio Verzeletti e Marino Mutti. Questi i tre piloti dei tre mezzi: Caffi e Verzeletti mirano alla classifica T4.2 che significa camion in gara, sotto i 10 mila cc, mentre Mutti sarà la loro assistenza veloce e sorveglierà le loro mosse direttamente dalla prova speciale. A completare il team una vettura T5, assistenza cioè, con tre meccanici a bordo responsabili del bivacco. L'importatore Mercedes del Cile Kaufmann sarà in appoggio al team italiano che oltre ai piloti già citati vedrà sui camion Antonio Cabini e Fabio Mascialino – insieme ad Alex Caffi – quindi Beppe Fortuna ed Enrico Romagnoli con Verzeletti e infine Andrea Pezzotti e Mattia Pegoiani con Marino Mutti. La gara prenderà il via, dopo le verifiche amministrative e tecniche, da Lima il 5 gennaio con un primo trasferimento di 250 chilometri e una speciale/prologo di 13 disegnata intorno al primo bivacco, quello di Pisco. Poi si viaggerà in Perù, Cile, Argentina e nuovamente Cile passando da Nasca, Arequipa, Arica, Kalama, Salta, San Miguel de Tucuman, dove sarà la giornata di riposo il 13 gennaio, Cordoba, La Rioja, Fiambalà, Copiapo, La Serena, Val Paraiso e Santiago dove si concluderà la gara, in piazza della Costituzione il 20 gennaio. E questo, ovviamente è l'obiettivo principale: "Ci tengo a fare bene questa gara – ammette Alex Caffi - e soprattutto a finirla. Lo scorso anno con le Panda ci siamo fermati per piccoli problemi che ci hanno però estromesso dalla classifica. Quindi quest'anno vogliamo finirla, siamo arrabbiati per come è andata nel gennaio scorso, se vogliamo dirla così, e non vediamo l'ora di partire". A combattere nella categoria T4 ci saranno gli Iveco di De Rooy e fra questi anche Miki Biasion, e poi i russi Kamaz, i Ginaf olandesi, i Man tedeschi: gli Unimog italiani dovranno vedersela con i fortissimi Hino giapponesi e con tutto il resto degli agguerritissimi Unimog in gara.
condivisioni
commenti
Tarek El Erian, dalle Piramidi alla Dakar

Articolo precedente

Tarek El Erian, dalle Piramidi alla Dakar

Prossimo Articolo

Pochi giorni al via della seconda Dakar di Alex Caffi

Pochi giorni al via della seconda Dakar di Alex Caffi
Carica commenti
Dakar: Audi, la RS Q e-tron cerca nuove vie di sviluppo elettrico Prime

Dakar: Audi, la RS Q e-tron cerca nuove vie di sviluppo elettrico

Audi ha svelato la RS Q e-tron, arma elettrica con cui andrà alla caccia della vittoria alla Dakar. La Caa dei 4 anelli punta davvero sulla propulsione elettrica, tanto da puntare forte su strumenti che altre categorie hanno reso standard e plafonate.

Dakar
25 lug 2021
Paradosso Formula E: chi vuole sviluppare l'elettrico se ne va Prime

Paradosso Formula E: chi vuole sviluppare l'elettrico se ne va

L'addio di Audi per abbracciare una categoria che permetta di sviluppare l'auto e la tecnologia elettrica da zero è un campanello d'allarme preoccupante. E ora anche la Extreme E propone innovazioni che vanno oltre quelle in uso dalla Formula E.

Dakar
9 apr 2021
Motorsport senza età: dieci Over 50 ancora vincenti e Campioni Prime

Motorsport senza età: dieci Over 50 ancora vincenti e Campioni

Il bello del motorsport è che spesso si rivela senza età! Fra i tanti veterani del panorama internazionale, ne abbiamo scelti dieci Over50 che ancora riescono a vincere gare e titoli. Ecco i loro nomi e profili in ordine anagrafico.

WTCR
24 mar 2021
Elena, molto più di un copilota. Ecco cosa perde Loeb Prime

Elena, molto più di un copilota. Ecco cosa perde Loeb

Loeb, convinto da Prodrive, ha annunciato che non correrà più alla Dakar con lo storico navigatore Elena perché considerato il problema dopo la deludente edizione 2021. Analizziamo cosa perderà certamente il "Cannibale" senza avere accanto Elena dopo 23 anni di sodalizio.

WRC
17 mar 2021
Dakar: KTM sconfitta, ma non con le ossa rotte (tranne Price) Prime

Dakar: KTM sconfitta, ma non con le ossa rotte (tranne Price)

La Casa di Mattighofen ha incassato la seconda sconfitta consecutiva, ma nonostante il ko del suo uomo di punta Toby Price ed una Honda capace di vincere 10 speciali su 13, è rimasta in lizza per il successo finale fino all'ultima tappa con Sam Sunderland.

Dakar
20 gen 2021
Dakar: Husqvarna e Yamaha, che delusioni! Prime

Dakar: Husqvarna e Yamaha, che delusioni!

Questi sono gli altri due marchi che si presentavano al via della Dakar 2021 con ambizioni importanti, ma solamente Pablo Quintanilla ha visto il traguardo, con un settimo posto molto distante dal secondo dello scorso anno. Scopriamo insieme cosa è successo.

Dakar
19 gen 2021
Dakar Camion: scopriamo qual è il vero segreto Kamaz Prime

Dakar Camion: scopriamo qual è il vero segreto Kamaz

Andiamo a scoprire come mai la Kamaz ha collezionato la 18esima vittoria alla Dakar, festeggiando anche una storica tripletta che non si ripeteva dal 2015. Non c'è solo una superiorità tecnica dei camion 43509, ma c'è un'intera città, Naberezhnye Chelny, nata e cresciuta intorno alla fabbrica, che vive per imporsi nel Rally Raid più famoso. C'è una scuola karting che forma i futuri piloti e li alleva con mezzi OTK forniti da Alonso. E, inoltre...

Dakar
17 gen 2021
Dakar 2021: il premio Fair play al team Orobicaraid Prime

Dakar 2021: il premio Fair play al team Orobicaraid

Hanno aiutato gli avversari diretti che si erano capotati su una duna e hanno perso molto tempo: Giulio Verzelletti, poi, ha dovuto chiedere l'intervento dell'elisoccorso a causa di una violenta colica renale, ma l'Unimog con Giuseppe Fortuna a Marino Mutti è arrivato al traguardo, dove il direttore di corsa, Castera, gli ha consegnato il premio Fair Play per aver interpretato al meglio lo spirito della corsa. E non sono stati nemmeno usclusi dalla classifica.

Dakar
16 gen 2021