Tante novità per l'edizione 2015 del Trofeo Luigi Fagioli

Tante novità per l'edizione 2015 del Trofeo Luigi Fagioli

La cronoscalata di Gubbio riaprirà la stagione del CIVM nel weekend compreso tra il 21 ed il 23 agosto

È stata inaugurata giovedì alla Galleria della Porta la mostra fotografica sul Trofeo Luigi Fagioli che con aperture pomeridiane e serali affiancherà la 50esima edizione della classica cronoscalata di Gubbio, decima prova del Campionato Italiano Velocità Montagna dal 21 al 23 agosto. Il taglio del nastro è stato affidato al sindaco Filippo Mario Stirati e al presidente del CONI Umbria Domenico Ignozza. Moderati da Luca Mercadini, caposervizio Sport del “Corriere dell'Umbria”, i due sono stati coinvolti anche nella discussione sulle ultime novità 2015 della cronoscalata umbra, attesissima da tutto il circus delle salite, dagli appassionati e dall'intera città.

Con la mostra fotografica sulla storia della gara, il 50° Trofeo Luigi Fagioli e gli organizzatori del Comitato Eugubino Corse Automobilistiche continuano il percorso di grandi iniziative che sta caratterizzando la storica edizione di quest'anno, che sarà celebrata in particolare nel venerdì del weekend di gara: il 21 agosto alle 20.30 è infatti prevista la serata aperta a tutti nello splendido Chiostro di San Benedetto, confermato quartier generale dell'evento motoristico.

IL 50ESIMO
La mostra fotografica sulla storia del Trofeo Fagioli resterà aperta fino al 25 agosto nella centralissima Galleria della Porta (corso Garibaldi) e per chiunque voglia è possibile contribuire ulteriormente con scatti e materiale propri. Curata dal Comitato con l'aiuto di appassionati come Tonino Menichetti e Photostudio, insieme ad altri aspetti della gara l'iniziativa è possibile in partnership con vari enti e realtà, tra cui Regione Umbria, Provincia di Perugia, Comune di Gubbio, AC Perugia, CONI Umbria e Fondazione Carisp. Nella cronologia degli eventi celebrativi, la mostra segue l'esposizione tenuta in aprile su Luigi Fagioli e i concorsi di fotografia e disegno i cui vincitori saranno premiati durante la serata del 21 agosto, che vedrà la partecipazione di un ospite speciale come Mauro Forghieri. Allo storico ingegnere della Ferrari sarà consegnato il Memorial Angelo e Pietro Barbetti. Ulteriore iniziativa si terrà a settembre, quando il pilota Andrea Montermini, campione anche lui legatissimo alla Ferrari e a sua volta premiato con il Memorial nel 2012, sarà protagonista di incontri sulla sicurezza stradale con gli alunni delle scuole superiori.

GLI INTERVENTI
Il sindaco Stirati ha esordito rimarcando “il grande pregio di questi appuntamenti”, per poi continuare: “Saluto con gratitudine il Comitato e i volontari che ne stanno curando la realizzazione. Il loro lavoro è fondamentale per il Trofeo Fagioli, diventata ormai una delle manifestazioni più importanti nel Centro Italia, che spinge la promozione di Gubbio e quest'anno in particolare ne va a ricordare anche la storia, rimettendola a disposizione dei giovani. È un romanzo che continua a essere scritto contraddistinto anche da grandi aspetti culturali”. Per il CONI, Ignozza ha sottolineato: “Siete protagonisti di un'organizzazione meravigliosa. E non solo il comitato regionale vi è vicino, perché anche il presidente Malagò è sempre informato su quanto state realizzando e dunque vi porto pure il saluto del CONI nazionale. Cinquant'anni sono un data da rispettare e per nulla facile da raggiungere. Significa avere grande amore e passione per quello che si fa, ma anche grande professionalità. Voglio sottolineare l'importanza di aver coinvolto giovani e studenti soprattutto attraverso alcune di queste iniziative, perché se lo sport non si rivolge ai giovani è destinato a fallire”.

GRANDI NOVITA'
Primo spunto di occasione per parlare delle ultime novità del Trofeo Fagioli lo ha dato la presenza in gara della Citroen C3 Max della 2T Course & Reglage che dopo i buoni riscontri in pista ha deciso di far debuttare l'auto in salita proprio a Gubbio con al volante l'ormai esperto giornalista/pilota Emiliano Perucca Orfei del sito Automoto.it, al quale si aggiunge la confermata presenza di diversi altri giornalisti nelle vesti di driver. Tra questi, un importante progetto coinvolge Lorenzo Leonarduzzi. Il giornalista della redazione Motori di RaiSport, noto volto tv e conduttore anche del programma “Numero 1”, prenderà il via della cronoscalata per realizzare uno speciale televisivo al volante di una Mini Cooper messa a disposizione dal team AC Racing dei fratelli Abate e iscritta nella categoria Racing Start. Oltre a RaiSport e AC Racing l'iniziativa è in collaborazione con gli organizzatori e ACI Sport, sempre attenti agli aspetti mediatici del Trofeo e della specialità. Un'ulteriore iniziativa è tutta “vestita” di rosso: sarà in città un raduno Ferrari con alcune decine di supercar made in Maranello che sfileranno sul tracciato sabato e domenica precedendo le manche di prove e gara.

CRONOSCALATA "SMART"
Le iniziative toccano pure aspetti organizzativi, di servizio e logistici, ulteriormente potenziati dal Comitato per quella che è sempre più la “Montecarlo delle salite”. È prevista la copertura internet Esaway per una connessione wi-fi veloce dedicata nelle zone paddock/partenza e arrivo/parco chiuso, dove ad accogliere piloti e addetti ai lavori ci saranno una nuova e più grande hospitality e un motorhome. Sempre nel nome dell'innovazione, il Trofeo Fagioli è la prima cronoscalata “smart” grazie a una rivoluzionaria app by Motus Lab da sperimentare in prova e gara. Per piloti e addetti ai lavori (ai quali sarà riservato un accesso personale con login e password consegnate durante le verifiche) l'app “Trofeo Luigi Fagioli” è già disponibile per sistemi Apple e Android e prevede info e comunicazioni in tempo reale da direzione gara e allineamento, oltre a fornire tutte le info al pubblico. Altra iniziativa è il biglietto unico valido per le prove di sabato e la doppia gara di domenica a soli 10 euro. Infine, massima logistica per spettatori e piloti con servizio navetta Cotrape ininterrotto da Scheggia a Madonna della Cima e varco sempre aperto da Sant'Ubaldo per entrata/uscita dalla città al percorso e alla zona della tribuna del bivio per il santuario.

LA CORSA
La competizione si disputa sul percorso di 4150 metri che da Gubbio sale a Madonna della Cima attraverso la Gola del Bottaccione. Sotto l'egida di ACI Sport, la gara è aperta ad auto moderne e storiche e a piloti italiani e stranieri. Confermate la massima titolazione tricolore, il CIVM, e quella del Trofeo Italiano Velocità Montagna (TIVM) Nord e Sud con punteggio a coefficiente 1,5. Le validità assicurano grandi sfide nelle categorie Turismo e GT e in quelle delle auto sport-prototipo e formula dominatrici delle salite. Il Trofeo Fagioli è pure valido per il Tricolore delle Bicilindriche. Le iscrizioni si chiudono martedì 18 agosto alle ore 24 (modulo su www.trofeofagioli.it ). Nel complesso di San Benedetto venerdì 21 agosto le verifiche sportive saranno di scena dalle 15.30 alle 19.30 e le verifiche tecniche, usufruendo del vicino piazzale in via del Perilasio, dalle 15.45 alle 19.45. Possibile un turno su prenotazione anche al mattino seguente (7.15-8.30). Sabato 22 con start alle 10.30 si disputano le due salite di prove ufficiali. Domenica 23 agosto il via di gara-1 alle ore 10 e gara-2 a seguire, sotto la direzione di Fabrizio Fondacci. Al termine premiazioni nel chiostro di San Benedetto.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati CIVM
Articolo di tipo Ultime notizie