Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Ultime notizie

CIV 2024 | Pirro e Delbianco trionfano al Mugello

Al Mugello, Michele Pirro e Alessandro Delbianco sono stati i vincitori delle due gare disputate nel terzo round del CIV. Il pilota Barni ha trionfato in Gara 2 riscattandosi dalla caduta della prima manche, in cui Delbianco ha vinto accorciando in campionato.

Alessandro Delbianco, Michele Pirro

Alessandro Delbianco, Michele Pirro

Foto di: CIV

Il Mugello è terreno di caccia per gli avversari di Michele Pirro, che dopo aver dominato le prime quattro gare della stagione ha subìto una battuta d’arresto. In Gara 1, infatti, è scivolato aprendo la strada ad Alessandro Delbianco, vincitore il sabato e pilota che ha interrotto la striscia di successi consecutiva del veterano della SBK. Pirro però si è riscattato in Gara 2, dove il meteo è stato incerto e, in condizioni complicate, ha dominato siglando la sua quinta vittoria su sei gare disputate. Di seguito i risultati di tutte le altre categorie.

Superbike

Sabato - Colpo di scena nella categoria. Succede tutto al penultimo giro, quando Michele Pirro (Ducati Barni Spark), in testa alla gara con Alessandro Delbianco che provava a stargli vicino, incappa in una caduta, chiudendo così a quattro la sua striscia di successi consecutivi in questo 2024. E lasciando la porta aperta per la vittoria ad Alessandro Delbianco. Primo trionfo stagionale per l’alfiere Yamaha DMR Racing, bravo a restare vicino al pluricampione italiano e a crederci fino alla fine. Dietro di lui, doppietta Aprilia Nuova M2, con Samuele Cavalieri secondo e Luca Bernardi terzo. E con Riccardo Russo (Yamaha DMR Racing) arrivato ai piedi del podio, vicinissimo a Bernardi. La gara era stata interrotta per bandiera rossa al secondo giro a causa della caduta di Roberto Mercandelli (Ducati Broncos), costretto a saltare l’appuntamento di domani per un infortunio alla spalla destra. In classifica generale Pirro è leader con 100 p. davanti a Cavalieri con 80 p. e Delbianco con 78 p.

Domenica - Michele Pirro è tornato alla vittoria. Dopo la caduta di ieri, il pluricampione italiano su Ducati Barni Spark ha ottenuto il successo oggi, quinto trionfo su sei gare. E soprattutto 70esima vittoria nella Superbike tricolore. Tutto in una manche con condizioni difficili: gara dichiarata wet con la pioggia che però si fermava e la pista che andava via via asciugandosi. Pirro ha condotto la corsa in testa dall’inizio alla fine, distaccando di 3 secondi i suoi avversari. Dietro di lui, seconda posizione per Luca Vitali. Primo podio stagionale per l’alfiere Honda Scuderia Improve By Firenze Motor. Terzo posto per Simone Saltarelli (Honda TCF Racing Team) anche lui al primo piazzamento stagionale. Quarta posizione per Alessandro Delbianco (Yamaha DMR Racing). In classifica generale Pirro è leader con 125 p. davanti a Delbianco con 91 p. e Samuele Cavalieri (Aprilia Nuova M2, settimo in gara) con 89 p.

Supersport 600 NG

Sabato - Bagarre d’altri tempi nella 600, con una battaglia per la vittoria che ha coinvolto almeno cinque piloti. A trionfare alla fine è stato Emanuele Pusceddu (Ducati Kuja Racing), prima vittoria stagionale per lui. La piazza d’onore è andata ad Andrea Mantovani (Ducati Mesaroli), rientrante dopo aver perso le gare di Vallelunga a causa della concomitanza con il Mondiale MotoE. Terza posizione per Davide Stirpe, risultato che ha consentito al pilota Ducati Garage 51 Barni by dto di mantenere la leadership di classifica. L’arrivo in volata ha coinvolto anche Lorenzo Dalla Porta (Yamaha Altogo) e Stefano Valtulini (Yamaha Promodriver Organization), rispettivamente quarto e quinto. La gara è stata interrotta al quarto giro per la bandiera rossa esposta a causa di una caduta multipla avvenuta dopo la rottura del motore di Raffaele Fusco (MV Agusta J. Angel Racing Team). In classifica generale Stirpe è leader con 88 p. davanti al duo Mantovani e Ottaviani a 61 p. Terza piazza per Alessandro Sciarretta (Ducati ZPM Motorsport Racing – 10° in pista) con 55 p. Nelle Q2 della mattina, caduta per Alessandro Usai (Ducati Mothouse). Il pilota, tempestivamente soccorso dal personale del circuito, ha riportato un trauma cranico ed è stato trasferito all’ospedale Careggi di Firenze per accertamenti.

Domenica - Emozioni a non finire nella 600. A giocarsi la vittoria sono stati Davide Stirpe e Andrea Mantovani, autori di un’ultima parte di gara fatta di sorpassi e controsorpassi mozzafiato, con l’alfiere Ducati Mesaroli beffato solo al fotofinish dal pilota Ducati Garage 51 Barni by dto. Secondo successo stagionale per Stirpe e quarto piazzamento a podio per Mantovani. Dietro di loro, terzo posto per Luca Ottaviani (MV Agusta Extreme), tornato finalmente nelle posizioni di vertice dopo la sfortuna degli ultimi appuntamenti. Anche per lui, quarto podio stagionale. Quarta posizione per Lorenzo Dalla Porta (Yamaha Altogo). In classifica generale Stirpe è in vetta con 113 p. davanti a Mantovani con 81 p. e Ottaviani con 77 p.

Moto3

Sabato - La categoria è sempre di più un testa a testa tra Marcos Ruda (2WheelsPoliTo GP Project Racing Team) ed Elia Bartolini (Lucky Racing). Al Mugello è stata lotta serrata tra i due, con l’italiano che ha tallonato lo spagnolo per tutta la durata della gara, restandogli sempre incollato. E con il verdetto che è arrivato solo al fotofinish. Quinto successo di fila per Ruda, che scattava dalla pole, con Bartolini che si è dovuto accontentare della piazza d’onore, la quarta per lui quest’anno. Alle loro spalle, distante però 27 secondi, ha chiuso Erik Michielon (BeOn We Race-SM Pos Corse). In classifica generale Ruda è leader a punteggio pieno con Lolli secondo ad 81 p. e Bartolini a 80 p.

Domenica - En plein per Marcos Ruda, che ha conquistato la sesta vittoria su sei gare. Mai come stavolta però Elia Bartolini è andato vicino ad ottenere il primo successo stagionale. I due hanno battagliato per tutta la gara, con diversi sorpassi nelle tornate finali. Alla fine però è stato lo spagnolo su 2WheelsPoliTo GP Project Racing Team a battere al fotofinish il rivale del Lucky Racing. Terza posizione, anche qui in volata, per Cristian Lolli (BeOn Cecchini), bravo ad avere la meglio su Erik Michielon (BeOn We Race-SM Pos Corse). In classifica generale Ruda è leader a punteggio pieno, 150 p., con Bartolini secondo a 100 p. e Lolli terzo a 97 p.

Premoto3

Sabato - Emozioni a non finire nell’entry class del Dunlop CIV, con ben quattro piloti arrivati appaiati al fotofinish a giocarsi la vittoria, racchiusi in appena 81 centesimi. A trionfare è stato Cristian Borrelli, terzo successo di fila per lui, con Lorenzo Pritelli secondo, a chiudere una splendida doppietta targata Bucci Moto. La terza posizione è stata conquistata da Edoardo Savino (Team Leopard Academy by Roc’N’Dea), esordiente nella categoria e al Mugello, con Gionata Barbagallo (Team Echovit Pasini Racing) ai piedi del podio, per un quartetto composto tutto da piloti Pata Talenti Azzurri FMI. E restando in tema di Talenti Azzurri, da segnalare la sesta posizione di Elisabetta Monti (AC Racing). In classifica generale Borrelli è in vetta con 82 p. davanti a Barbagallo con 73 p. e Pritelli con 68 p.

Domenica - Che gara nell’entry class del Dunlop CIV. A giocarsi la vittoria sono arrivati addirittura in cinque, tutti a battagliare nella volata finale, con un arrivo mozzafiato. E tutti piloti Pata Talenti Azzurri. A vincere alla fine è stato Gionata Barbagallo (Team Echovit Pasini Racing), primo successo stagionale per lui, con Lorenzo Pritelli (Bucci Moto Factory) secondo ed Edoardo Savino (Team Leopard Academy by Roc’N’Dea) terzo. Vicinissimi a loro hanno tagliato il traguardo Cristian Borrelli (Bucci Moto Factory) ed Elisabetta Monti (AC Racing). Menzione speciale per la pilota parte del progetto Pata Talenti Azzurri, che ha ottenuto un’ottima top five dopo essere stata in lotta per la vittoria fino all’ultimo. In classifica di Campionato Barbagallo è leader con 98 p. davanti a Borrelli con 95 p. e Pritelli con 88 p.

Supersport 300

Sabato - Gara in pieno stile 300 Supersport, con battaglie a non finire e i primi tre racchiusi in appena 24 centesimi. La vittoria, al fotofinish, è andata a Giacomo Zannoni, primo successo nella categoria per il pilota Kawasaki E&E Squadra Corse. Seconda posizione per Emanuele Cazzaniga (Yamaha Racestar) con Alfonso Coppola (Kawasaki Box Pedercini Corse) a chiudere il podio. Alle loro spalle sono arrivati Chris Wright (Kawasaki 2 R Racing) e Marco Truoiolo (Yamaha Team Leopard Academy by Roc’N’Dea). In classifica generale Coppola è leader con 101 p. davanti a Wright con 60 p. e Cazzaniga con 58 p.

Domenica - Gara dichiarata wet e fortemente condizionata dalla pioggia, che si andava via via intensificando nel corso degli 11 giri di ostilità. Alla fine a vincere è stato Guido Fina (Kawasaki MCR Squadra Corse Prodina Junior), davanti ad Alfonso Coppola (Kawasaki Box Pedercini) con Emanuele Cazzaniga terzo (Yamaha Racestar). In pista, era stato il sudafricano Chris Wright (Kawasaki 2 R Racing) a tagliare per primo il traguardo davanti a Nicola Plazzi (Kawasaki MGIM Corse). Entrambi però squalificati successivamente per irregolarità tecnica. Da segnalare il quinto posto finale di Josephine Bruno (Kawasaki). Ottima la prestazione della leader del CIV Femminile, brava a restare in piedi e non mollare fino alla fine. In classifica generale Coppola è leader con 121 p. davanti a Fina con 78 p. e Cazzaniga con 74 p.

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente Fenati torna a correre: sarà al Mugello con Bike e Motor al CIV

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia