La sfida tra Uboldi e Margelli si rinnova a Monza. Bellarosa terzo incomodo?

condivisioni
commenti
La sfida tra Uboldi e Margelli si rinnova a Monza. Bellarosa terzo incomodo?
Redazione
Di: Redazione
28 apr 2016, 14:09

Sono questi i due principali candidati ad un ruolo da protagonista nel secondo round del Tricolore Prototipi. Occhi puntati però sulla Wolf della Avelon Formula che monterà il propulsore 1.6 turbo Peugeot.

Enzo Osella
Danny Molinaro, Osella PA21 -CN2 #15, Progetto Corsa
Davide Uboldi, Ligier JS Evo 2 E CN2 #8, Eurointernational
La partenza di Gara 2
Il vincitore di Gara 2 Davide Uboldi, Eurointernational, festeggia sul podio
Walter Margelli, Norma-M20F-CN2 #5, Nannini Racing
Davide Uboldi, Ligier JS Evo 2 E CN2 #8, Eurointernational
Davide Uboldi, Ligier JS Evo 2 E CN2 #8, Eurointernational, sulla griglia di partenza di Gara 1
Davide Uboldi, Ligier JS Evo 2 E CN2 #8, Eurointernational
Azione di gara

Riprende dalla pista del Gran Premio d’Italia di Formula 1 la nuova appassionante stagione di gare per il Campionato Italiano Sport Prototipi che già alla tappa inaugurale ha espresso una lotta al vertice subito appassionante.

Da domani, a Monza, la serie tricolore riservata alle affascinanti Sportscar affronta infatti il secondo round di un duello che vedrà sicuri protagonisti Davide Uboldi e Walter Margelli.

Assente Danny Molinaro per gli sviluppi tecnici in corso in casa Osella sulla PA21 del giovane pilota calabrese, il pluricampione della Eurointernational vuole confermarsi dopo il perentorio bis imposto con la Ligier Evo2 E, mentre il bolognese vicecampione in carica punta ad imporsi in gara dopo le due prime pole position stagionali ed a capitalizzare così l’ottimo passo espresso in pista sulla nuova Norma M20FC schierata dalla Nannini Racing.

La lotta al vertice potrebbe poi aprirsi anche ad Ivan Bellarosa che, in occasione del rientro nella serie tricolore, riserva una straordinaria anteprima mondiale con l’adozione del motore turbo sulla Wolf ufficiale di Avelon Formula. Una soluzione prevista dalla F.I.A. a partire da questa stagione, ma che non ha precedenti in campo internazionale. Sulla GB08 del pilota già campione 2010 sarà così installato un propulsore Peugeot 1.6 Turbo e proprio il weekend di Monza rappresenterà la prima vera occasione per testare le potenzialità del motore in raffronto ai due litri aspirati delle altre vetture di classe CN2 ed ai motori 3.000 di classe CN4.

Chiamato ad una conferma delle ottime prestazioni espresse alla prima tappa di Misano, il 25enne ravennate Eugenio Pisani, rookie di categoria sulla Norma M20F della Siliprandi Racing, affronta il suo secondo weekend tra le Sportscar dopo il quinto posto di gara 2.

È sempre più desideroso di avvicinare il passo dei migliori anche Giancarlo Pedetti, alla sua seconda uscita con la Norma M20F della CMS Racing Cars e peraltro per la prima volta impegnato in pista a Monza, proprio come il pluricampione italiano di Slalom, Fabio Emanuele, che sigla il debutto nella serie tricolore al volante della Wolf Honda CN2 della Emotion Motorsport.

Ranieri Randaccio, sempre in attesa di disporre della nuovissima Norma M20FC Evo2016, conferma la scelta tecnica già adottata a Misano e sarà al via Lucchini motorizzata 3 litri BMW di classe CN4 e con la quale ha colto un terzo e quarto posto nel primo round.

Prossimo articolo CISP
Wolf Racing Cars propone la classe Can Am

Articolo precedente

Wolf Racing Cars propone la classe Can Am

Prossimo Articolo

Autosport Sorrento: definita la line-up delle Radical SR4 1.6

Autosport Sorrento: definita la line-up delle Radical SR4 1.6
Carica commenti

Su questo articolo

Serie CISP
Evento Monza
Location Autodromo Nazionale Monza
Autore Redazione
Tipo di articolo Preview