GT World Challenge Europe Endurance
09 mag
-
10 mag
Canceled
GT World Challenge Europe Sprint
01 mag
-
03 mag
Canceled
07 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
62 giorni
Formula 1
21 mag
-
24 mag
Canceled
04 giu
-
07 giu
Postponed
MotoGP
28 mag
-
31 mag
Evento concluso
04 giu
-
07 giu
Evento in corso . . .
WRC
21 mag
-
24 mag
Evento concluso
04 giu
-
07 giu
Evento in corso . . .
WSBK
G
Imola
08 mag
-
10 mag
Evento concluso
G
Donington Park
03 lug
-
05 lug
Postponed
Formula E
05 giu
-
06 giu
Evento in corso . . .
G
Berlin ePrix
20 giu
-
21 giu
Prossimo evento tra
14 giorni
WEC
13 ago
-
15 ago
Prossimo evento tra
68 giorni

Giudice batte in volata Gagliardini nella gara di apertura del weekend di Imola

condivisioni
commenti
Giudice batte in volata Gagliardini nella gara di apertura del weekend di Imola
Di:
28 lug 2018, 17:42

All’ultimo giro il pilota della Scuderia Giudici supera Andrea Gagliardini leader fino a quel momento.Il finale convulso consegna il terzo gradino del podio allo svedese Simon Hultén al fotofinish su Dario Capitanio, nuovo capoclassifica

La partenza di Gara 1
Claudio Giudice, Scuderia Giudici
La partenza di Gara 1
Claudio Giudice, Scuderia Giudici
Il vincitore Claudio Giudice, Scuderia Giudici
Simone Riccitelli, Kinetic Racing
Davide Uboldi, BF Motorsport
Andrea Gagliardini, Best Lap
Simone Riccitelli, Kinetic Racing

La prima gara valevole per il quarto round di Campionato Italiano Sport Prototipisi chiude ancora una volta con una bagarre risolta solo al traguardo dove sfila il sesto diverso vincitore sulle sette gare finora disputate.

Sotto la bandiera a scacchi è infatti Claudio Giudicea passare vittorioso grazie ad un sorpasso all’ultimo giro su Andrea Gagliardiniche rallenta in uscita dalla Variante Alta per l’esposizione delle bandiere gialle.

Alle spalle del pilota di Scuderia Giudici e del primo alfiere di Best Lap, il finale convulso, peraltro ancora all’esame del collegio dei commissari sportivi, vede lo svedese Simon Hultén(RPM RacePromote Scandinavia) alla conquista in fotofinish del terzo gradino del podio su Dario Capitaniocosì quarto per soli cinque centesimi di secondo.

Quinto dopo una gara in rimonta furiosa dalla 13esima posizione in griglia è invece Davide Uboldi(BF Motortsport) davanti a Lorenzo Pegorarocosì secondo nella classifica tricolore alle spalle del compagno di squadra in Best Lap Capitanio. Con la sesta posizione il pilota umbro partirà domani in pole position sulla griglia di gara 2 per ordine inverso alla Top-6 d’arrivo di gara 1. 

Completano invece la Top-10 dopo una gara sempre ai ferri corti, Mirko Zanardini(AC Racing), Mikhail Spiridonov, Simone Borelli(BF Motorsport) e Gianluca Carboni(Best Lap) costretto ad un improvviso rallentamento nel finale quando era al quarto posto.

Sfortunata la gara del poleman Simone Riccitelli(Kinetic Racing Team) che, dopo aver condotto fino all’ottava tornata ed aver firmato il giro più veloce, viene superato da Gagliardini alla ripartenza dalla Safety Car per poi incappare in un testacoda ed essere costretto al ritiro.

La cronaca di Gara 1

Riccitelli riesce a guidare il gruppo dove le rosse di Gagliardini e Carboni precedono Zanardini e poi Pegoraro e Capitanio, sesto davanti ad Hulten ed Attianese. Il pilota di AC Racing deve cedere anche alle altre due vetture della Best Lap, quando l’uscita di Nicola Neri allo start impone la Safety Car davanti a Riccitelli, Gagliardini, Carboni, Pegoraro, Capitanio, Zanardini, Attianese, Hulten, Giudice, Spiridonov, decimo davanti a Giacomo Pollini.

Alla ripartenza le rosse di Best Lap sono scatenate in una lotta di famiglia e ad approfittarne è Riccitelli che guadagna metri sul gruppo in lotta. Alle loro spalle Attianese riesce a superare Zanardini per la settima posizione e Pegoraro per la sesta, mentre Hulten, Pollini, Zanardini e Giudice sono ai ferri corti davanti a Spiridonov, decimo.

Alle spalle di Riccitelli e Gagliardini, al sesto giro gli inseguitori sono tutti a stretto contatto con Carboni che precede Capitanio e poi Attianese e Pegoraro che entrano in contatto lasciando strada a Pollini, Hulten, Giudice, Zanardini, Uboldi in rimonta e Spiridonov decimo davanti a Castellano. La rimozione delle vetture impone una nuova Safety Car che alla ripartenza al nono giro Gagliardini riesce ad infilare il giovanissimo rivale che si accoda secondo davanti a Capitanio, Pollini che supera Carboni e poi Hulten davanti a Giudice, Zanardini ed Uboldi.

Nella stessa tornata alla Variante Alta Riccitelli finisce in testacoda e lascia stradava agli inseguitori. Il più scatenato è Giacomo Pollini che risale terzo davanti a Carboni, mentre Giudice supera Hulten per il quinto posto ed Uboldi supera Zanardini per il settimo.

Il gruppo di testa si raccoglie nelle prime sei posizioni dove Carboni deve invece improvvisamente rallentare riprendendo solo 11esimo. Gli ultimi due giri sono da fiato sospeso con Gagliardini davanti a Capitanio e Pollini ai ferri corti fino alla penultima tornata dove il pilota bresciano prova l’attacco sul romano di Best Lap, ma finisce per danneggiare la vettura sui dissuasori della Variante Alta.

Ultimo giro di colpi di scena con Gagliardini che alla vista delle bandiere gialle rallenta alla Variante Alta, alza il braccio e rimescola le posizioni tra i suoi inseguitori. Ad approfittarne è Giudice che balza così in testa davanti a Gagliardini, Hulten, Capitanio, Uboldi e Pegoraro che con la sesta posizione potrà partire domani in gara 2 con lo schieramento in ordine inverso alla Top-6 di gara 1. Completano la Top-10 Zanardini, Spiridonov, Borelli e Carboni.

Prossimo Articolo
Pole position da urlo per Simone Riccitelli nel quarto round stagionale di Imola

Articolo precedente

Pole position da urlo per Simone Riccitelli nel quarto round stagionale di Imola

Prossimo Articolo

Lorenzo Pegoraro conquista la sua terza vittoria stagionale e balza in vetta al campionato

Lorenzo Pegoraro conquista la sua terza vittoria stagionale e balza in vetta al campionato
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie CISP
Evento Imola
Sotto-evento Sabato, Gara 1
Location Imola
Piloti Dario Capitanio , Andrea Gagliardini , Claudio Giudice
Autore Redazione Motorsport.com