CIRA | Al Rally Lana vittoria casalinga per Pinzano-Zegna

Con un attacco deciso sulla prova iniziale del sabato sera la acclamatissima coppia locale si è lasciata alle spalle una notevole bagarre, dalla quale ne è uscito secondo il lariano Fontana (Hyundai WRC) e Signor (Skoda Fabia) terzo.

CIRA | Al Rally Lana vittoria casalinga per Pinzano-Zegna
Carica lettore audio

Il 35° Rally Lana è stato un trionfo per Corrado Pinzano e Marco Zegna sulla Volkswagen Polo Rally 2. Non poteva disegnarlo meglio di così, l’uomo di casa, artefice e miglior interprete di questo quarto round del Campionato Italiano Rally Asfalto, valido anche per la Coppa Rally di 1^ Zona ACI Sport.

Il pilota biellese era chiamato agli straordinari per questa edizione che lo proponeva nella doppia veste di organizzatore, a capo della rallyLana.alive, al fianco della New Turbomark, nonché tra i piloti più attesi in corsa per il tricolore.

Obiettivo raggiunto su tutti i fronti, per la gara che è tornata dove gli compete, per storia e tradizione, ad offrire il palcoscenico al tricolore, ma soprattutto per la vittoria assoluta, la sua prima in carriera in un Campionato Italiano, addirittura la prima sulle sue strade dopo averla sfiorata a lungo.

Pinzano l’ha impostata da subito con l’affondo nella prima prova speciale del venerdì in notturna, la più lunga “Città di Biella” con i suoi 23 iconici chilometri passando a fari accesi per il Santuario di Oropa, dove ha fatto la differenza e ha accumulato un distacco consistente da tutti i rivali.

Una partenza lanciata che alla fine si è rivelata decisiva. Poi ha gestito al sabato nella fase calda sul doppio giro sulle speciali “Bielmonte”, “Ailoche” e “Curino”, altri tre tratti classici del Lana, fino a rientrare all’arrivo di Biella con 2 prove vinte su 7 affrontate e il successo in tasca anche per la Coppa Rally di Zona. Un risultato che rilancia così Pinzano anche in chiave di campionato, che ora lo propone in seconda posizione generale.

A contendergli il successo ci hanno provato fino in fondo altri due equipaggi di vertice del CIR Asfalto. Per primi Marco Signor e Corrado Bonato sulla Skoda Fabia Rally 2, arrivati da capoclassifica ma partiti con 7" da recuperare già all’intervallo notturno. Poi un problema al cambio nel primo giro della seconda giornata, iniziato proprio con una loro vittoria in prova, li ha costretti a tenere il passo piuttosto che provare ad aggredire il vertice.

Nella seconda parte del rally però è arrivata la rimonta di Corrado Fontana e Nicola Arena sulla Hyundai i20 WRC, anche loro in lotta fino alle ultime battute per la vittoria assoluta. Il lariano ha dovuto fare i conti con le noie all’impianto frenante sin dalla partenza, sostituito senza successo nell’assistenza all’alba del sabato, ma è comunque riuscito a strappare il secondo posto nella penultima speciale proprio ai danni del trevigiano. Fondamentali per Fontana i tre scratch consecutivi nel finale che lo hanno avvicinato fino a 10"8 da Pinzano-Zegna, con appena 5 decimi di vantaggio su Signor-Bonato.

Con il terzo posto Signor riesce comunque a mantenere la leadership nel Campionato Italiano Rally Asfalto, complice anche l’uscita di scena nelle prime battute di Simone Campedelli e Gianfrancesco Rappa, anche loro a bordo di Skoda Fabia Rally2.

Il cesenate arrivava come uno dei più quotati per la vittoria dopo le due vittorie consecutive ottenute nelle prime due uscite stagionali. Eppure, dopo una buona partenza nella serata di venerdì, si è fermato sulla prima prova della mattinata dove ha toccato a bordo strada l’anteriore destra e rotto un tirante dello sterzo.

Il verdetto del Rally Lana offre quindi una classifica del Campionato Italiano Rally Asfalto molto combattuta, dopo tre diversi vincitori in quattro gare, con quattro piloti, Signor, Pinzano, Campedelli e Fontana, raccolti in poco meno di 15 punti in vista degli altri tre rally in calendario.

Ha quindi sfruttato l’occasione per portare a casa un ottimo quarto posto assoluto, che vale anche il terzo gradino del podio per la Coppa Rally di Zona, Elwis Chentre insieme a Fabio Grimaldi su altra Skoda. L’aostano ha dosato il piede con mestiere per ottenere i punti necessari ad allungare al vertice della classifica che riguarda la 1^ Zona, il quadrante geografico tra Piemonte e Valle d’Aosta che lo vede sempre più protagonista.

Un risultato che avvicina Chentre, detentore del titolo assoluto della CRZ, alla qualificazione alla prossima Finale Nazionale Coppa Italia Rally ACI Sport 2022. Da applausi anche il quinto posto assoluto per l’ossolano Davide Caffoni, con Massimo Minazzi su Skoda, che ottiene punti buoni per portarsi in terza posizione nella 1^ Zona.

Sale il livello delle prestazioni e dei risultati per il ligure del CIRA Francesco Aragno insieme ad Andrea Segir, sempre sulla ceca Rally2. Il savonese sembra essere entrato definitivamente in sintonia con le quattro ruote motrici, anche se in questo rally nuovo per lui, come per la maggioranza dei piloti del tricolore, ha dovuto adattarsi al ritmo di queste prove speciali tecniche e guidate, molto diverse anche tra loro.
Image

Molto vicini tra loro altri tre equipaggi piemontesi con ambizioni soprattutto per la CRZ, come il Massimo Marasso con Luca Pieri, Simone Peruccio e Federico Capilli, Alessandro Bocchio e Leonardo Mazzilli, tutti a bordo delle Skoda Fabia raccolti in classifica in 8".

Completa le migliori dieci posizioni dell’assoluta il garfagnino Federico Santini a caccia della qualificazione per la Finale di Coppa, navigato da Marco Barsotti su altra Skoda.

Appena fuori dalla top ten il lucchese del CIRA Alessio Della Maggiora, che ha ultimato una gara tutta da scoprire con Sauro Farnocchia alle note su Skoda. Gara d’apprendistato sulla nuova Volkswagen Polo invece per i ceccanesi Vincenzo Massa e Daniel D’Alessandro, dopo un rally tutto in salita a causa dell’apertura del cofano durante la prima prova speciale che gli ha fatto perdere subito oltre 2’.

Al dodicesimo posto chiude il biellese Davide Negri, grande interprete anche nel Lana Storico, sempre con Roberto Coppa, stavolta su Skoda Fabia vincitore tra gli Over 55.

Successi di classe e piazzamenti esagerati anche guardando l’assoluta per il pilota di casa Omar Bergo con Alessandro Mattioda su Renault Clio Maxi in classe K11, tredicesimi assoluti e i migliori tra le due ruote motrici, come per il messinese Michele Coriglie al quindicesimo posto e vincitore di classe Rally4 in coppia con Jessica Rosa su Peugeot 208.

Da sottolineare il successo tra gli Under 25 per il trevigiano portacolori di ACI Team Italia nel CIAR Junior Mattia Zanin, qui per una gara sport su Renault Clio in versione Rally 4 affiancato da Andrea Budoia.

Quarta vittoria in cinque round della Suzuki Rally Cup per Matteo Giordano e Manuela Siragusa. Il cuneese leader del trofeo è apparso imprendibile anche in questa nuova trasferta tra le Swift Hybrid, seminate sin dalla prima speciale.

Giordano si è infatti portato subito in testa, ha rafforzato il suo vantaggio nella mattinata del sabato, quando ha conquistato anche la Power Stage sulla "Ailoche", poi ha amministrato nella seconda parte del rally. Al secondo posto il giovane ossolano Igor Iani con Nicola Puliani a 33"4, seguito dal catanese Giorgio Fichera navigato da Ronny Celli a 56.2'' dal vertice.

Successo nella categoria Racing Start per Cristian Mantoet e Roberto Simioni sulla Swift nella versione RSTB 1.0.

Il Campionato Italiano Rally Asfalto va ora “in ferie” per la pausa estiva nel mese di agosto e ripartirà da settembre per le ultime tre gare, a partire dal Rallye San Martino di Castrozza, per passare al Rally Città di Modena, fino a chiudere la stagione con il Trofeo ACI Como, a coefficiente maggiorato 1,5.

CLASSIFICA ASSOLUTA RALLY LANA

1. Pinzano-Zegna (Volkswagen Polo GTI) in 1:03'38.0; 2. Fontana-Arena (Hyundai New I20 WRC) a 10.8; 3. Signor-Bonato (Skoda Fabia) a 11.3; 4. Chentre-Grimaldi (Skoda Fabia Evo) a 28.1; 5. Caffoni-Minazzi (Skoda Fabia) a 1'23.4; 6. Aragno-Segir (Skoda Fabia) a 1'41.3; 7. Marasso-Pieri (Skoda Fabia) a 2'03.8; 8. Peruccio-Capilli (Skoda Fabia Evo) a 2'07.3; 9. Bocchio R.-Mazzilli (Skoda Fabia) a 2'11.0; 10. Santini-Barsotti (Skoda Fabia) a 2'27.6;

CLASSIFICA ASSOLUTA CIR ASFALTO

1. Signor 50pt; 2. Pinzano 38pt; 3. Campedelli 37,5pt; 4. Fontana 36,5pt; 5. Testa 26pt; 6. Carella 23,5pt; 7. Ferrarotti 6pt; 8. Gino 4pt; 9. Vescovi-Liburdi 3pt; 11. Massa 1,5pt

CLASSIFICA CRZ 1^ZONA ASSOLUTA

1. Chentre 36pt; 2. Araldo 20pt; 3. Caffoni 15pt; 4. Santini 12pt; 5. Pinzano 10pt

condivisioni
commenti
Suzuki Rally Cup | Al Rally Lana tutti contro Giordano
Articolo precedente

Suzuki Rally Cup | Al Rally Lana tutti contro Giordano

Prossimo Articolo

Suzuki Rally Cup | Poker di Giordano al Rally Lana, sempre più leader

Suzuki Rally Cup | Poker di Giordano al Rally Lana, sempre più leader