Umberto Scandola domina Gara 1 all'Adriatico

Il pilota della ŠKODA non ha avuto rivali e si porta a casa la prima gara del weekend. Grande secondo posto di Campedelli, Andreucci beffa Basso nel finale. Vittorie anche per Testa e Panzani.

Umberto Scandola ha vinto autorevolmente Gara 1 del Rally Adriatico vincendo 4 PS su 6 disputate quest'oggi.

Il pilota della ŠKODA, affiancato da Guido D'Amore, ha piazzato la sua Fabia R5 davanti a tutti nei primi quattro percorsi, per poi gestire il vantaggio negli ultimi due, anche considerando un lieve problema alla valvola pop-off della sua vettura.

Il veneto termina con 11"3 di margine su un ottimo Simone Campedelli, che al debutto con la Ford Fiesta R5 GPL è stato uno dei grandi protagonisti della giornata. Il neoarrivato in casa BRC si è portato a casa la PS5, respingendo gli attacchi del compagno di squadra Giandomenico Basso, che proprio nel finale è stato beffato da Paolo Andreucci.

Basso è incappato in un problema ad una gomma nella PS6, che seppur di lunghezza breve è stata decisiva per assegnare il terzo gradino del podio a favore del toscano della Peugeot (+22"5 dalla vetta); "Ucci" si consola, dunque, dopo aver sofferto parecchio al volante della sua 208 T16 R5 lungo i percorsi sterrati che sembrano più ostici del previsto. Per Basso è invece un boccone amaro il quarto posto (+30"2), visto che era stato in odore di piazza d'onore per quasi tutta la gara.

La Top5 viene completata da un ottimo Denis Colombini, molto costante al volante della sua ŠKODA Fabia R5 e vincitore della PS6.

Al sesto posto, ma ad oltre 1' dal leader, abbiamo la Fabia R5 di "Dedo", che ha resistito all'assalto finale dello svizzero Federico Della Casa (Fiesta S2000), mentre Simone Tempestini conclude ottavo e piuttosto deluso del rendimento della sua Ford Fiesta R5 su questo tipo di strade.

Con Daniele Ceccoli (Fabia S2000) nono, la Top10 viene completata dalla Peugeot 207 S2000 di Nicolò Marchioro, che nel finale ha beffato per soli 2 decimi la 207 guidata da Andrea Dalmazzini.

Tra i giovani la battaglia fra le Peugeot 208 R2 si è risolta in favore di Giuseppe Testa, che si è messo alle spalle Giorgio Bernardi (+21"9) e Marco Pollara (+27"7).

Bella lotta anche in Classe 2WD, dove a trionfare è Luca Panzani (Citroën DS3 R3T), seguito da Ivan Ferrarotti (Renault Clio) e Testa.

Fra le donne Corinne Federighi vince in solitaria con la sua Renault Clio.

CIR ADRIATICO - Classifica PS5
CIR ADRIATICO - Classifica PS6

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati CIR
Evento Rally Adriatico
Sub-evento Gara 1
Articolo di tipo Gara