Trofeo Peugeot Competition 208 Top 2018
Topic

Trofeo Peugeot Competition 208 Top 2018

Top 208: la "spettacolo" è di Mazzocchi. Trevisani e Ciuffi completano la Top 3

condivisioni
commenti
Top 208: la
Di: Gabriele Cogni
20 lug 2018, 18:24

Il giovane piacentino batte per un solo decimo Jacopo Trevisani e firma il miglior crono nel toboga allestito di fronte al Colosseo Quadrato. Terzo, a 1"7, Tommaso Ciuffi.

I giovani protagonisti del Peugeot Competition Top 208 hanno scaldato i motori lungo il tortuoso tracciato da 1,8 km allestito in zona Eur. "La gara vera è domani" come ha giustamente sottolineato Tommaso Ciuffi alla fine della prova, ma per i talenti del trofeo e le loro 208 R2B le sfide all'ombra del Colosseo Quadrato sono state sicuramente affascinanti. 

A firmare il miglior tempo ci ha pensato Andrea Mazzocchi, nonostante il piacentino si sia detto sorpreso dallo scarso grip presente lungo la prova. Il portacolori della VieffeCorse ha avuto la meglio per un battito di ciglia su Jacopo Trevisani: "abbiamo scelto le Pirelli a mescola dura e forse non è stata una scelta ideale viste le condizioni della prova. Comunque sono soddisfatto", ha detto il vincitore della gara di trofeo al Rally Adriatico.

Terzo tempo per il leader del trofeo (insieme a Mazzocchi) Tommaso Ciuffi, che ha firmato un tempo fotocopia a quello del pilota ufficiale di Peugeot Italia Damiano De Tommaso.

La Top 3 degli iscritti al Peugeot Competition Top 208 dopo la PS1:

Pos. Equipaggio Dist.

1.

Mazzocchi-Gallotti  
2. Trevisani-Grimaldi +0"1
3. Ciuffi-Gonella +1"7
Prossimo Articolo
Rally di Roma, PS1: l'aperitivo è di Scandola. Subito problemi tecnici per Campedelli.

Articolo precedente

Rally di Roma, PS1: l'aperitivo è di Scandola. Subito problemi tecnici per Campedelli.

Prossimo Articolo

Roma, PS1: Gryazin ancora davanti a Lukyanuk dopo la prova spettacolo

Roma, PS1: Gryazin ancora davanti a Lukyanuk dopo la prova spettacolo
Carica commenti

Su questo articolo

Serie CIR
Evento Rally di Roma Capitale
Piloti Andrea Mazzocchi
Autore Gabriele Cogni