Skoda, Scandola: "Curioso di correre all'Elba. Stiamo crescendo bene"

condivisioni
commenti
Skoda, Scandola:
Redazione
Di: Redazione
23 mag 2018, 16:50

Il pilota di Skoda Italia Motorsport è pronto ad affrontare il quarto appuntamento del Campionato Italiano Rally 2018 e dopo i buoni risultati delle ultime gare proverà ad avvicinarsi alla vittoria.

Umberto Scandola, Guido D'Amore, Skoda Fabia R5, SA Motorsport Italia
Umberto Scandola, Guido D'Amore, Skoda Fabia R5, SA Motorsport Italia
Umberto Scandola, Guido D'Amore, Skoda Fabia R5, Daytona Race
Umberto Scandola, Guido D'Amore, Skoda Fabia R5, Daytona Race
Umberto Scandola, Guido D'Amore, Skoda Fabia R5, Daytona Race
Umberto Scandola, Guido D'Amore, Skoda Fabia R5, Daytona Race
Umberto Scandola, Guido D'Amore, Skoda Fabia R5, Daytona Race
Umberto Scandola, Guido D'Amore, Skoda Fabia R5, Daytona Race
Umberto Scandola, Guido D'Amore, Skoda Fabia R5, SA Motorsport Italia

Dalla Sicilia all’Elba in poche settimane. La parte centrale del Campionato Italiano Rally prosegue il suo
percorso lungo le principali isole nazionali e sulle strade che hanno scritto la storia della specialità. Dal 25 maggio Portoferrario e la sua baia diventano il cuore pulsante della competizione che si preannuncia decisamente combattuta. Il numero dei protagonisti cresce di gara in gara e l’Elba si trasforma in una tappa fondamentale per le ambizioni della ŠKODA FABIA R5 di Umberto Scandola e Guido D’Amore.

Dieci prove speciali, per poco più di 150 km cronometrati suddivisi in due semitappe tra venerdì e sabato. Bagnaia, Volterraio, Due Mari, sono alcuni dei nomi delle strade che hanno fatto e faranno la differenza nella corsa. Tante curve impegnative, discese strette e veloci, un asfalto spesso scivoloso come la maggior parte delle strade che si affacciano sul mare. Al Rallye Elba si corre anche di notte e questa sarà un’ulteriore insidia che alla fine potrebbe fare la differenza.

“Sono molto curioso di scoprire le prove dell’Elba”, racconta Umberto Scandola. “Ne ho sempre sentito
parlare con entusiasmo dagli appassionati ma è la prima volta che ci corro, visto che l’ultima edizione del Campionato Italiano si è disputata nel 1993, quando avevo solo 9 anni. Approfitteremo di un test pre-gara per trovare il miglior bilanciamento della vettura, ma partendo da un’ottima base sono convinto che potremo fare bene con la nostra Fabia".

"Mai come quest’anno il campionato vede al via molti pretendenti alle vittorie di tappa e sarà fondamentale raccogliere il maggior numero di punti per affrontare la seconda parte della stagione pronti a giocarsi il titolo. Nelle ultime gare abbiamo dimostrato di aver imboccato la strada giusta e dopo due podi ci manca veramente poco per puntare alla vittoria. Confido come sempre nel buon lavoro della squadra e dei nostri partner tecnici che stanno crescendo con noi”.

La 51° edizione del Rallye Elba vede la partenza da Portoferraio alle ore 16.15 di venerdì 25 maggio per
affrontare le prime cinque prove speciali, compresa la prova spettacolo televisiva, per un totale di 56 km cronometrati. Alle 23.10 è previsto l’arrivo della semitappa sempre a Portoferraio per accedere al parco chiuso notturno. I motori verranno riaccesi sabato mattina alle ore 08.34 per disputare le restanti 5 lunghe prove speciali, per ulteriori 95 km che faranno classifica. Il podio finale a Portoferraio è previsto alle 17.25.

Prossimo Articolo
Fotogallery: il meglio del Rally Targa Florio 2018

Articolo precedente

Fotogallery: il meglio del Rally Targa Florio 2018

Prossimo Articolo

Andreucci: "Il Rally dell'Elba è un grande rientro nel Tricolore"

Andreucci: "Il Rally dell'Elba è un grande rientro nel Tricolore"
Carica commenti

Su questo articolo

Serie CIR
Evento Rally Elba
Piloti Umberto Scandola
Team Skoda Motorsport
Autore Redazione
Tipo di articolo Preview