Scandola: "Posso contare su una grande vettura"

Il pilota veronese è convinto che la Skoda Fabia R5 abbia tutte le carte in regola per puntare al titolo, soprattutto dopo gli affinamenti che le sono stati apportati nel corso dell'inverno.

La pausa invernale è ormai archiviata, si riparte per la lunga e appassionante sfida del Campionato Italiano Rally 2016. Questo fine settimana prende il via la principale serie nazionale della specialità con il Rally del Ciocco, prima di 8 gare lungo tutta la penisola, che si concluderà a ottobre con il Rally Due Valli a Verona.

In Toscana è confermata la presenza di tutte le migliori squadre nazionali delle ultime stagioni, compresa ŠKODA Italia Motorsport. Il Team bianco-verde parteciperà con la performante Fabia R5, vincitrice delle ultime due gare del 2015, con a bordo l’affiatata coppia composta dal veronese Umberto Scandola (31) e l’imperiese Guido D’Amore (44).  

Il programma di gara vede una sessione di prove per le ultime regolazioni venerdì 18 marzo a Massarosa (LU), mentre alle ore 18.00 la bandiera tricolore darà il via agli 87 equipaggi iscritti da piazza Mazzini a Viareggio. Mezz’ora più tardi i primi verdetti del cronometro dalla prova spettacolo di Forte dei Marmi, elegante cittadina della Versilia, dove si attendono tanti appassionati.

Sabato 19 l’impegnativa giornata per Gara 1: partenza alle 06.00 e arrivo alle 19.45, a Castelvecchio Pascoli. Quasi quattordici ore di gara per disputare 12 prove speciali, pari a 79 km cronometrati. Domenica 20 Gara 2 con partenza sempre da Castelvecchio Pascoli alle 08.00 e arrivo sul palco di Castelnuovo Garfagnana alle 15.30. In questo caso la giornata si concentra solo su 4 prove speciali ma decisamente lunghe, visto che i tratti cronometrati complessivi misurano 75 km.

Alla partenza da Verona per i test pre-gara Umberto Scandola commenta: "Voglio innanzitutto ringraziare ŠKODA Italia per la riconfermata fiducia nel team ufficiale. Si riparte con tanto entusiasmo e la consapevolezza di poter contare su una grande vettura. La Fabia R5 ha debuttato solo a metà dell’anno scorso ma ci ha già permesso di vincere alcune gare. Nell’inverno abbiamo lavorato sugli ammortizzatori e affinato alcune regolazioni con risultati interessanti. Indubbiamente anche le altre squadre avranno lavorato molto, ma lo sappiamo bene, il livello del Campionato Italiano è decisamente elevato. Al Ciocco sarà poi anche il tempo, con le sue variabili climatiche, a rendere ancora  più incerta la sfida, ma io e Guido siamo tranquilli e concentrati, come tutta la squadra".

Quest’anno il Campionato Italiano Rally debutta con alcune novità regolamentari. La  Federazione ha deciso che ognuno degli otto rally in programma sarà composto da due gare singole. Al termine della Gara 1 verrà redatta una classifica con la relativa assegnazione dei punti assoluti, valevoli per il Campionato e la stessa cosa avverrà nella giornata successiva.

Le due Gare avranno la medesima distanza di prove cronometrate (circa 80 km) e assegneranno entrambe un punteggio a decrescere ai primi 10 classificati,  a partire da 7,5 punti. Saliranno invece sul palco della premiazione finale, alla conclusione delle due giornate, i migliori tre equipaggi che risulteranno dalla somma dei tempi delle due gare.  

La classifica conclusiva del Campionato Italiano Rally Conduttori sommerà i migliori 14 risultati per ogni equipaggio (due scarti), mentre per il titolo di Campione Italiano Rally Costruttori prendono punti le due migliori vetture classificate della stessa casa automobilistica, ma uno dei due piloti deve avere meno di 25 anni. Per questo titolo sono valide tutte le 16 gare del calendario, senza nessuno scarto.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati CIR
Evento Rally il Ciocco e Valle del Serchio
Piloti Umberto Scandola
Team Skoda Motorsport
Articolo di tipo Preview