Scandola: "Il futuro? Vedremo come e con chi sarà. Skoda è stata vaga"

Alla vigilia del Rally più importante della stagione 2016 del CIR regna l'incertezza riguardo il futuro di Scandola. Che ne sarà del pilota veronese a partire dal 2017? Skoda per ora è stata vaga "ed è spesso un male", ha affermato Umberto.

A pochi giorni dall'ultimo evento del Campionato Italiano Rally 2016 il team Skoda Italia Motorsport si prepara ad affrontare il Rally 2Valli. Oltre a essere la gara di casa, la competizione veronese sarà anche l'appuntamento più importante della stagione perché se Umberto Scandola e Guido D'Amore dovessero riuscire a vincere entrambe le manche, allora il titolo sarebbe matematicamente loro.

L'impresa non sarà però così facile, perché Giandomenico Basso e Paolo Andreucci sono davanti all'equipaggio Skoda per qualche punto e saranno determinati a loro volta per portare a casa il bottino più importante.

L'ambiente in casa Skoda appare sereno, con Riccardo Scandola e Franco Cunico che “proteggono” Umberto e Guido in vista dell'ultima gara, la più importante. Alla presentazione della sede ufficiale del team, Gianluca Fait, Responsabile Service e Motorsport Skoda Italia, non ha escluso possibili sorprese in caso di mancata conquista del titolo italiano 2016: “Il Rally 2Valli è importante. Siamo concentrati solo su quello perché sarà importante anche per le scelte future riguardanti il programma CIR di Skoda”.

Nubi all'orizzonte minacciano il sereno che sembra aleggiare su Skoda Italia Motorsport? Quello che è certo è... L'incertezza riguardo il futuro. A confermarci queste impressioni è stato proprio Umberto Scandola, che, in esclusiva a Motorsport.com, ha ammesso di non avere alcuna certezza per il prossimo futuro riguardo il rapporto con Skoda.

"Se dovessimo vincere il Rally 2Valli e il titolo non so cosa accadrà. Perché Skoda parla solo di quest'anno, non dell'anno prossimo. Personalmente, oltre alla soddisfazione, del futuro non posso dire niente visto che Skoda non si esprime”.

“Mi piacerebbe continuare con loro, certamente, però non si sa. Vedremo. E parlo a livello generale, non solo per quanto riguarda il CIR. Un buon finale di stagione può aiutare non tanto me, perché conosco le mie qualità di pilota e so quanto valgo, ma può cambiare l'opinione che altre realtà hanno nei miei confronti. Una vetrina di sicuro, anche per il team".

E se l'ultima gara della stagione non dovesse andare nel modo sperato? Ecco cosa ci ha risposto il pilota nativo di Erbezzo: "Se si dovesse verificare il contrario, invece... Purtroppo sono stati vaghi. E' un po' la caratteristica di Skoda non esprimersi mai riguardo il futuro. Per certi versi è anche un bene, ma spesso è un male”.

“Non si sa ancora nulla, so solo che, vada come vada, il nostro impegno è sempre al 100% e per quanto riguarda il futuro non si sa. Se correremo ancora nel CIR? Ci sono cose di cui, al momento, non posso ancora parlare... Vedremo come sarà il nostro futuro e con chi".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati CIR
Evento Rally due Valli
Piloti Guido D'Amore , Umberto Scandola
Team Skoda Motorsport
Articolo di tipo Intervista